EMANUELA FOLLIERO/ Chi è lannunciatrice e conduttrice concorrente a Caduta Libera (oggi, 8 giugno 2015)

- La Redazione

Caduta Libera, Emanuela Folliero: chi è l’annunciatrice e conduttrice che sarà concorrente oggi – 8 giugno 2015 – al game show condotto da Gerry Scotti. Ecco in breve la sua carriera

Caduta_libera_r439
Caduta Libera

Tra i concorrenti di oggi, 8 giugno 2015, a Caduta Libera, il game show condotto da Gerry Scotti su Canale 5, cè Emanuela Folliero. Si può piacere indistintamente a uomini, donne e bambini e risultare una presenza televisiva quasi familiare e rassicurante, pur essendo stata baciata da Madre Natura con un corpo da far invidia? Decisamente sì, ed Emanuela Folliero è lì a dimostrarlo anno dopo anno. Per molti fra i telespettatori un po’ più giovani quello tra Rete 4 e il suo volto si può considerare un binomio ormai inscindibile. Milanese, classe 1965, a vent’anni decide di provare la carriera di modella, aiutata da un fisico che la rende perfetta come fotomodella. Il suo esordio televisivo avviene nel 1986 sulla tv privata Telenova in un programma sportivo, Milan-Inter.

Per lei, non amante del calcio, non è facile ma l’esperienza le garantisce una certa visibilità. Proseguirà la carriera televisiva partecipando in un ruolo secondario alla serie tv Licia Dolce Licia su Italia 1, e nel 1988 farà una breve incursione in Rai per lo show d’intrattenimento Conto su Di Te con Jocelyn, su Rai 2. Non sarà la prima, ma andiamo con ordine. Nel 1990 arriva la chiamata che contribuirà a renderla uno dei volti Mediaset più celebri: Rete 4 la sceglie per il ruolo di annunciatrice. Emanuela però non sarà solo una Signorina Buonasera, ma si confermerà una conduttrice piuttosto eclettica. Nei primi anni ’90 avrà modo di farsi conoscere ad esempio anche su Italia 1 conducendo il programma musicale Top Venti fino al 1994. comunque Rete 4 il canale a cui rimane più legata, diventando anche il volto di Pomeriggio Cinema e del longevo ciclo I Bellissimi di Rete 4. Verso la fine degli anni ’90 arriva anche la sua consacrazione come conduttrice sempre su Rete 4, dapprima con Chi Mi ha Visto e Ballo Amore e Fantasia, e poi in un’edizione del celebre Ok il Prezzo è Giusto, in cui nel 1999 sostituisce l’iconica Iva Zanicchi impegnata in campagna elettorale.

Anche il 2000-2001 è un biennio fortunato. infatti chiamata alla conduzione di due programmi di gossip, Sabato Vip e Jet Set, e pur avendo ammesso anni dopo di non essere appassionata neanche di pettegolezzo, mostrerà un piglio tagliente quasi inedito in lei fino a quel momento. Nel 2001 fa invece il suo esordio sul grande schermo nel cinepanettone Merry Christmas con la coppia Boldi – De Sica. Nel 2003, a 37 anni, posa per un calendario sexy di grande successo, ammettendo candidamente di essere stata tentata dal compenso ma anche dall’idea di mettere a tacere le voci secondo cui vanterebbe un decoltè rifatto. Negli anni successivi, dopo una brevissima e infruttuosa parentesi su Rai 2 con Paolo Limiti, sarà sempre più il “jolly” di casa Mediaset. Dal 2004 (fino al 2012) sarà la conduttrice di Sfilata D’Amore e Moda, mentre dal 2005 condurrà per alcuni anni Miss Padania e raccoglierà la pesante eredità dello scomparso Alberto Castagna per Stranamore, fino alla chiusura di quest’ultimo nel 2009. Nel 2011 sbarca anche nel mondo del benessere e della cucina, rispettivamente con Benessere – Il Ritratto della Salute (sempre su Rete 4) e Hollyfood sul canale digitale terrestre La5, proseguendo poi con Accademia del Benessere e Sai Cosa Mangi, nel 2013-14.

Sempre nel 2011 torna anche alla recitazione con un ruolo nella sit-com a sketch Così Fan Tutte su Italia 1. Ad oggi, il “volto e il corpo più famoso di Rete 4” come la definisce il giornalista e blogger Claudio Sabelli Fioretti, è l’unica “sopravvissuta” in Mediaset all’eliminazione della figura dell’annunciatrice, attuata nei primi anni 2000. Difficile, del resto, fare a meno della sua duttilità e della presa che ormai da molti anni ha sul pubblico di ogni genere ed età.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori