REAZIONE A CATENA/ Ascolti, ottimi per il game show di Amadeus: share al 23.41%. Chi sfiderà le campionesse oggi, 9 giugno 2015?

- La Redazione

Questa sera, 9 giugno 2015, andrà in onda una nuova puntata di Reazione a catena, il gioco a premi condotto da Amadeus su Rai 1. Vediamo gli ascolti e il riassunto della puntata di ieri

Reazione_a_catena_Fb_r439
Reazione a catena

Questa sera andrà in onda una nuova puntata di Reazione a catena, il gioco a premi condotto da Amadeus su Rai 1. Prima di scoprire chi giocherà oggi, diamo uno sguardo al riassunto e agli ascolti registrati ieri. Il game show è stato seguito da 3 milioni e 347 mila telespettatori con uno share pari al 23.41% nella prima parte, mentre invece nella seconda parte ha toccato il 25.34% con 4 milioni e 664 mila spettatori. Ancora un ottimo risultato. Ecco quandi che cosa è successo e chi ha conquistato il titolo di campione o campionessa: le Aglio e olio sono tre ragazze calabresi che, però, provengono da Firenze e sono loro a sfidare il fantastico trio de Le intese a distanza che paiono davvero imbattibili. Amadeus comincia Caccia alla parola, il gioco rompighiaccio dove si devono completare le parole misteriose e lavvio, segna un cappotto di sei parole indovinate su sei per le campionesse che annichiliscono le avversarie per 12.000 euro a zero.

Ma Anna, Giulia e Caterina – ossia le Aglio e olio- non si perdono danimo e la prima manche della Catena Musicale vede il loro risveglio con tre parole su sei individuate e offrendo la soluzione del motivo misterioso (Immobile di Alessandra Amoroso e lindizio iniziale era costituito dalla parola palazzo). Con 18.000 euro contro 11.000 si passa alla seconda manche di questo gioco che vede, sorprendentemente, una vittoria delle sfidanti che individuano la canzone (Io, vagabondo dei Nomadi con la parola-indizio autostop) solo dopo due strumenti. Ferme a 18.000 euro contro 28.000 delle sfidanti, le campionesse per nulla stordite affrontano il gioco successivo del Quando, dove, come e perché vincendo due delle quattro prove e terminando il terzo gioco in svantaggio con 30.000 euro contro 36.000 delle Aglio e olio. Come sempre, sarà il prossimo gioco de Luna tira laltra a determinare leventuale montepremi che si tenterà di vincere conquistando però, prima la possibilità di andare al gioco finale.

Il primo dei due segmenti di gioco vede le Intese a distanza fare la parte del leone conquistando tre su cinque parole ma soprattutto la zip da 15.000 euro e che le fa acquisire un parziale di 54.000 euro contro le 42.000 delle sfidanti. La seconda frazione di gioco, vede le sfidanti guadagnare quattro risposte esatte e la possibilità di giocare la zip da 20.000 euro ma le tre ragazze calabresi dopo aver visionato la catena composta da: Tenente, C,N, Satellitare, decidono di lasciare alle campionesse di indovinare la soluzione, cosa che le tre amiche sarde, accettano ben volentieri portandosi a 79.000 euro contro 62.000 euro delle Aglio e olio. Lintesa Vincente vede le sfidanti incominciare in quanto in svantaggio. Allinizio promettente, segue una prevedibile flessione dopo il primo errore commesso (in totale saranno ben quattro) e il modesto risultato finale con solo sei risposte esatte. Nulla di più facile per quei rulli compressori delle Intese a distanza che, imperterrite, offrono ben 15 risposte esatte senza mai utilizzare alcun passo e non commettendo errori.

Le campionesse, per la sedicesima volta, affrontano il gioco finale con una borsa di 124.000 euro. Il percorso è quasi netto e solo Manuela sbaglia una risposta per la troppa fretta anziché chiedere il jolly e bypassando il turno. Tuttavia, si presentano allultima catena con 62.000 euro. La parola evidente è Sale, quella da indovinare BIO e le ipotesi sono davvero tante che costringono le campionesse a cedere il 50% della loro borsa per acquistare il terzo elemento che risulta essere E andiamo!. Le ragazze, individuano in BIngO la parola magica e Amadeus conferma lesatta risposta che le fa vincere 31.000 euro. Finora, le Intese a distanza hanno conquistato un totale di 252.000 euro stabilendo una serie di record che saranno difficili da scardinare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori