SENZA VIA DI SCAMPO / Su Rai Tre il film con Kevin Costner e Brad Pitt. Trailer e diretta streaming

- La Redazione

Stasera, lunedì 13 luglio 2015, va in onda su Rai Tre il film “Senza via di scampo” di Roger Donaldson con protagonista Kevin Costner e Brad Pitt. Vediamo la trama della pellicola

logorai_R439
Il film in onda su Rai 2

Rai Tre questa sera trasmette alle 21.15 “Senza via di scampo”, il film rimake di “il tempo si è fermato” basato su un romanzo di Kenneth Fearing. Il cast d’eccezione, Kevin Kostner e Gene Hackman è affiancato da alcune scene dell’ancora giovanissimo Brad Pitt Il film, che narra di passione, segreti, macchinazioni e potere alla casa bianca, è stata la consacrazione di Kevin Kostner che si dice abbia rifiutato la controfigura sia nelle scene d’azione che in quelle d’amore. Potrete vedere il film in prima serata su Rai Tre oppure in diretta streaming su Rai Tv cliccando qui.

Rai Tre questa sera trasmette alle 21.15 “senza via di scampo”, un film di Roger Donaldson con Kevin Kostner e Gene Hackman. Tom Farrel viene chiamato a Washington e posto a capo del servizio della Sicurezza del Pentagono allo scopo di smascherare un gioco sporco messo in atto dalla CIA. L’operazione segreta inizia immediatamente ma il tutto viene complicato ulteriormente da un nuovo ingresso: Susan. La donna, attuale amante di Brice, il Segretario per la Difesa del Pentagono, intesse una pericolosa relazione clandestina con Farrel, il suo ex amante, portando il rischio alle stelle e mettendo in pericolo la sua stessa vita. Ecco il trailer del film.

Nel 1987 Roger Donaldson porta nelle sale il remake di un fim del 1948 dal titolo Il tempo si è fermato. In Italia esce con il nome di Senza via di scampo, trasmesso stasera da Rai Tre, scegliendo come protagonista un Kevin Costner all’apice della carriera, concedendo la prima apparizione sullo schermo a un giovanissimo Brad Pitt. Ecco la trama. La pellicola si apre al Pentagono, dove David Brice, che ricopre il ruolo di Segretario alla Difesa, sta facendo tutto ciò che è in suo potere per distruggere il progetto di un sottomarino invisibile ai sistemi di bordo come i sonar ad esempio, così da poter sferrare attacchi a colpo sicuro senza il timore d’essere intercettati prima dai nemici. Il problema è che per ora non pare esistere ancora un modello pronto per l’utilizzo sul campo, e fino a questo momento moltissimi soldi pubblici sono stati investiti e probabilmente sperperati. Esistono però molti interessi personali, con personaggi alquanto oscuri che paiono farsi in quattro per ottenere maggiori fondi e portare a compimento il progetto. Due di questi sono Duvall e Marshall. Brice non si arrende e intende andare a fondo a questa vicenda. Nel suo mirino c’è proprio Marshall, che ritiene artefice di tutto questo. E’ lui infatti che continua a far trapelare notizie infondate sulle ricerche mirabolanti che starebbero conducendo in Russia. In questo modo si fa leva sui timori del popolo americano e sul governo stesso, che non vuole perdere la corsa agli armamenti, risultando in svantaggio in un’ipotetica terza guerra mondiale. Brice intende smascherarlo e per questo nomina un suo uomo di fiducia a fare da interfaccia con l’agenzia. Il nome suggeritogli è quello di Tom Farrell, uomo devoto al proprio paese e capitano della marina. Attualmente si trova in missione dall’altra parte del globo, ma in breve fa ritorno negli Stati Uniti e si ritrova a gestire la sicurezza dell’intero Pentagono. Il suo vero compito però è svelare quali siano le reali intenzioni di Marshall. Tom inoltre, sul fronte personale, è ben felice di far ritorno, dal momento che prima di andar via aveva avuto la miglior notte di sesso della sua vita. La donna si chiama Susan, ricca e dei quartieri alti, che ora vorrebbe rivedere. Anche lei è molto felice di risentire notizie da lui, e così i due riprendono da dove erano stati interrotti, arrivando a trascorrere un fine settimana infuocato su una barca a noleggio. Lei però non è ricca di nascista, anzi tutt’altro. Non fa altro che farsi mantenere da un politico, che le offre tutto ciò che vuole in cambio di alcune notti insieme. E’ un’amante di professione, e proprio per questo, nonostante lo ami, non ritiene possa sposare Tom, rinunciando alla bella vita che conduce. Intanto si scopre che il ricco mantenitore è proprio il senatore Brice. Il fine settimana romantico ha termine e i due tornano a casa di lei, che però riceve una visita inattesa. Si tratta proprio di Brice, che ha voglia di trascorrere un po’ di tempo con lei. Tom è furioso, perché la ama e non ha intenzione di dividerla con nessuno. Lei però lo implora di andar via e alla fine riesce a farlo svicolare dalla porta di servizio. Prima di andar via però Tom riesce a dare uno sguardo all’uomo in arrivo e si rende conto di chi sia. Brice non ha intenzione di far sesso, ma vuol essere tranquillizzato in merito al week end trascorso. E ‘geloso di lei, la quale alla fine deve ammettere d’essere stata con un altro uomo. Brice s’infuria e le chiede il nome, così da potergliela far pagare. Lei difende il suo Tom e viene schiaffeggiata per questo. Il colpo non è poi così violento, ma i due si trovano su una balconata interna della casa, e la giovane perde l’equilibrio andando a sbattere contro la ringhiera, che cede e la fa precipitare al piano inferiore, dove colpisce e distrugge il tavolo in vetro, perdendo la vita. Brice non sa cos’altro fare se non chiamare Pritchard, che ripulisce la casa da ogni impronta, anche quelle di Tom ovviamente. Ora però occorre pensare a uccidere il testimone, ovvero l’altro uomo. Nessuno di loro sa però chi sia, ma Brice ha avuto la sensazione d’essere osservato mentre entrava, e sa che questi può collegarlo alla vittima. Pritchard parla di una teoria al Pentagono di una spia russa infiltrata di nome Yuri. Da giovane è stato inserito nella marina americana, ma nessuno l’ha mai scovato. Si darà dunque la colpa a lui, amante e assassino di Susan. Una volta scovato un uomo in grado di corrispondere a tale descrizione lo uccideranno, addossandogli anche la colpa dell’omicidio oltre che dello spionaggio, e nessuno potrà dir nulla. Il piano è complesso e macchinoso, ma potrebbe funzionare. Brice inoltre non sa cos’altro potrebbe fare per liberarsi di questa storia. Al Pentagono le cose si fanno incandescenti. Tom vede i rapporti con Pritchard logorarsi sempre più, mentre la caccia al fantomatico Yuri pare subire una svolta. Scopriamo infatti che questa spia esiste in realtà e si tratta proprio di Farrell, il quale aveva il compito di sedurre l’amante di Brice. I suoi sentimenti però erano reali, e così dice ai suoi contatti che ha smesso con la vita della spia. Questi però gli dicono che tornerà, perché ormai non fa parte di nessuna delle due fazioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori