BANSHEE 3/ Anticipazioni puntata 3 luglio 2015: Carrie scopre chi è in realtà Stowe

- La Redazione

Banshee 3, anticipazioni puntata 3 luglio 2015:  mentre Carrie scopre chi sia in realtà Stowe, Rebecca ammazza un membro del gruppo di Kai che stava facendo affari altrove

Banshee
Banshee 4, in prima Tv su Sky Atlantic

La terza stagione di Banshee torna anche oggi, venerdì 3 luglio 2015, sul piccolo schermo di Sky Atlantic: verrà trasmesso il secondo episodio, dal titolo Serpenti e altro. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo rimasti la settimana scorsa: nessuno poliziotto di Banshee ha dimenticato quanto accaduto nello scorso finale di stagione a Emmett e sua moglie. Sono stati sterminati in strada da una raffica di proiettili mentre lasciavano la cittadina, e in questo primo episodio vediamo una spietata caccia all’uomo con protagonisti Lucas (Antony Starr), Brock (Matt Servitto) e Siobhan (Trieste Kelly Dunn), che accerchiano il nazi responsabile della morte del loro amico e senza pietà lo fanno fuori in un vicolo. Vediamo un netto cambiamento in Siobhan e Brock. Non sono propriamente convinti di quello che sta per accadere, ma sanno benissimo che quanto fatto non può passare tra le larghe reti della giustizia americana. Non hanno modo di legarlo all’omicidio, ma sanno che è stato lui. Tanto basta.

Carrie (Ivana Milicevic), ormai lontana da Gordon (Rus Blackwell) dopo l’agguato a Rabbit, si è trovata un nuovo passatempo sessuale, mentre in casa Proctor anche l’impassibile Burton ha un sussulto nello scoprire la relazione incestuosa tra Kai (Ulrich Thomsen) e Rebecca (Lili Simmons). Hood e Siobhan paiono più uniti che mai, quasi a creare una vera e propria coppia, nonostante i tanti segreti di lui che la lasciano basita alle volte. Con Kai c’è sempre un conto in sospeso, ma al momento pare che il gangster abbia altro cui pensare, come un possibile colpo di stato nel mondo dello spaccio della droga. Emmet è stato sostituito da un giovane indiano alla prima esperienza in una vera e propria stazione di polizia, mentre nella riserva è tornato Chayton (Geno Segers), che ha subito messo in chiaro la propria leadership, neutralizzando ma non uccidendo il vecchio leader.

Ora intende creare un gruppo armato nell’antico stile indiano (anche se con qualche arma automatica), così da poter dichiarare guerra ai bianchi usurpatori di Banshee. Lucas prova a fare il padre e arriva a controllare Deva (Ryann Shane), intrufolatasi in un negozio, nel quale ha fatto scattare l’allarme. Ha capito che per attirare la sua attenzione, e magari insegnarle qualcosa, deve agire diversamente da Gordon, e sfruttare le conoscenze che ha accumulato nelle tante vite vissute. Le spiega dunque come cavarsela in un furtarello in un negozio chiuso come quello in cui è stata appena beccata, partendo dalle telecamere, fino ai nascondigli segreti dei cassieri. Gordon ha perso il controllo della sua famiglia e il rispetto di Deva, che non perde occasione per farlo notare. Con Carrie si continua a litigare, ma a breve dovrebbe abbandonare la casa e prendersi un appartamentino. Il divorzio comunque è dietro l’angolo, anche se le carte non sono ancora state consegnate.

Rebecca intanto si ritrova faccia a faccia con Chayton, che sa benissimo che è stata lei a uccidere Alex. Non condivideva affatto le sue idee e i suoi rapporti con Kai, ma faceva parte della sua tribù, e promette alla ragazza che il sangue sarà lavato col sangue. Scopriamo poi che esiste una base militare non troppo distante dal centro di Banshee. Si chiama Camp Genoa, e due furgoni militari sono stati presi di mira lungo la strada dal gruppo di ragazzi di Chayton, che hanno rubato molte scorte di armi, oltre a uccidere i soldati. Lucas e Brock intervengono ma non possono evitare che quattro marines perdano la vita. Lo sceriffo raggiunge Camp Genoa e chiede di parlare con il colonnello Stowe, che scopriamo essere l’uomo che va a letto con Carrie. I rapporti sono subito tesi. Hood viene considerato per quello che annuncia la sua divisa, ovvero uno sceriffo di provincia con zero autorità negli affari dell’esercito. La questione degli indiani sarà gestita dal colonnello e i suoi uomini, e dunque nessuna indagine per omicidio sarà portata avanti dalla squadra di Hood, che risponde all’arroganza del colonnello con un sorriso saccente, che preannuncia uno scontro inevitabile al termine di questa stagione.

La conoscenza di Stowe però non è di certo la cosa più importante che Hood fa nell’accampamento. Appena entrato nell’edificio di Stowe infatti nota che dei soldati stanno spostando un ammontare incredibile di banconote, e la cosa non può che risultare allettante per lui. Si tratta di milioni di dollari e Hood ne parla subito con Sugar (Frankie Faison), che si dice ovviamente interessato e preoccupato. La sicurezza militare non sarà uno scherzo da aggirare, ma loro hanno pur sempre un asso come Job (Hoon Lee), il quale non è tornato a Banshee dopo la retata in chiesa, e sta svolgendo un lavoro sotto la minaccia di una pistola puntatagli alla tempia. Sta collaborando col vecchio compagno d’armi di Hood, che arriva a salvarlo come da piano, ma si lascia scappare il boss che fugge con una valigetta piena di soldi. Ne nasce un inseguimento, che termina con una bomba a mano che fa esplodere il fuggiasco, e con lui tutti i soldi.

Poco dopo però riceve una telefonata da Hood, che lo richiama in città. Lui si precipita al sentir parlare di milioni, ma quando scopre che devono introdursi in una base militare, non è più tanto emozionato. Il finale è dedicato invece al mondo della riserva, con Nola che torna per vendicare il fratello e Chayton che si prepara all’assalto finale.

Nellepisodio di Banshee in onda stasera, venerdì 3 luglio su Sky Atlantic, Rebecca fa il primo vero passo verso il mondo di suo zio. Dopo aver ucciso Alex in preda all’ira e alla paura, spara al membro di uno storico gruppo alleato di Kai che stava facendo affari altrove. Alla fine deve completare l’opera. La gang organizza il colpo e Carrie scopre chi è Stowe, mentre la madre di Kai sta morendo. Infine un tal Bunker, con tattoo nazi, arriva in città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori