False verità / Su Iris il film di Atom Egoyan con Colin Firth e Kevin Bacon. Trailer

- La Redazione

“False verità” (titolo originale “Where the truth lies”) è un film di genere thriller in onda stasera su Iris, diretto nel 2005 dal regista e sceneggiatore canadese Atom Egoyan.

false_verita
La locandina del film "False verità"

Stasera alle 21 Iris trasmetterà il film thriller “False Verità”, con Kevin Bacon e Colin Firth. Una giovane giornalista in carriera, decisa a scrivere un best seller, si mette ad indagare su un caso chiuso quindici anni prima: la morte di una ragazza che aveva a che fare con due personaggi dello spettacolo molto in vista in quegli anni. Lanny Morris e Vince Collins erano infatti allora al massimo della loro carriera di conduttori. Lavoravano insieme e nulla sembrava poter corrompere la loro fama. Un giorno però arriva per loro un pacco speciale: una cassa contenente una ragazza morta. Vince e Lanny hanno alibi ferree per quando la giovane è morta, ma come mai escono così sconvolti dalla vicenda da non poter più lavorare insieme? Di seguito il trailer del film.

False verità, la trama del film “False verità” (titolo originale Where the Truth Lies) è un film di genere thriller noir diretto dal regista britannico Atom Egoyan per un soggetto basato sullomonimo romanzo scritto da Rupert Holmes. La durata delle pellicola è di circa 1 ora e 47 minuti nella propria versione integrale e senza prendere in considerazione le pausa pubblicitarie televisive mentre tra gli interpreti che hanno partecipato ci sono anche Maury Chaykin, Michael J. Reynolds, Erika Rosenbaum e Kristin Adams. Vediamo la trama. Siamo nel 1957 due uomini di nome Lanny Morris (Kevin Bacon) e Vince Collins (Colin Firth) sono due famosi intrattenitori e conduttori, i due da sempre presentano il Telethon e sono famosi per essere una delle coppie dello spettacolo che meglio sa stupire il pubblico e catturare l’attenzione di chi li guarda. Lanny e Vince alloggiano presso una stanza d’albergo e un giorno si verifica una situazione molto compromettente. Una ragazza di nome Maureen O’Flaherty (Rachel Blanchard) viene rinvenuta morta proprio all’interno della stanza d’albergo in cui i due pernottano. Vengono ascoltate le dichiarazioni dei due intrattenitori per far luce sulla morte della donna e sul perché si trovasse nella loro camera d’alberga, ma sia Lanny che Vince hanno un alibi e quindi su di loro non cade nessuna accusa. Nonostante la loro estraneità ai fatti i due conduttori ed amici si ritrovano a dover fare i conti con questa vicenda molto triste e di conseguenza le loro carriere subiscono una brutta discesa. Inoltre anche la profonda amicizia che li ha sempre legati ed uniti comincia ad accusare i colpi della brutta vicenda nella quale sono stati coinvolti. A distanza di quindici anni, Lanny ha scritto e sta per pubblicare una propria biografia ma una donna si mette sulle sue tracce. Si tratta di una famosa e molto avida giornalista interessata alla notizia e a fare carriera di nome Karen O’Connor (Alison Lohman) che sta facendo di tutto per reperire quante più informazioni possibili sulla donna trovata morta anni prima nella stanza dei due e cosa c’era dietro realmente a quella terribile vicenda. La giornalista fin da piccola aveva sempre ammirato e stimato i due presentatori anzi addirittura li aveva conosciuti quando in giovane età aveva preso parte al Telethon che loro presentavano perchè Karen era stata guarita dalla poliomielite e perciò era stata da loro invitata per portare la propria testimonianza. Karen stimava i due presentatori moltissimo, ma aveva una predilezione maggiore per Lanny. Karen si avvicinerà a loro e li conoscerà giorno dopo giorno, si farà ammaliare dal loro mondo e dal segreto che custodiscono. L’ammirazione che Karen prova per Lanny si trasforma via via in qualcosa di più, la donna infatti diviene l’amante del presentatore e successivamente verrà anche ricattata da Vince. Inoltre ciò che Karen scopre circa quella notte la scioccherà talmente tanto che quella verità avrà la forza di cambiare la vita di molte persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori