28 GIORNI DOPO / Su Mtv l’horror apocalittico di Danny Boyle

- La Redazione

28 Giorni dopo, su Mtv: la trama del film horror apocalittico firmato da Danny Boyle in replica questa sera, in prima serata tra zombie e colpi di scena. 

telecomando_R439
InfoPhoto

Stasera su MTV (canale 8 del digitale terreste, canale 121 di Sky, in HD) vi segnaliamo la messa in onda, alle ore 21:10, di “28 giorni dopo”, lungometraggio horror del regista Danny Boyle risalente al 2002 e che ha ricevuto commenti positivi sia dalla critica che dal pubblico. La trama è la seguente: un gruppo di animalisti si intrufola in un centro di ricerca sperimentale con l’obiettivo di liberare delle scimmie utilizzate come cavie dagli scienziati. Uno di questi li coglie in flagrante e li dissuade dall’aprire le gabbie che imprigionano gli animali, spiegando loro che alle scimmie è stato iniettato un virus molto contagioso e potenzialmente letale per l’uomo. Ma gli animalisti ignorano l’avvertimento e liberano le scimmie, che immediatamente aggrediscono gli umani trasmettendogli il virus. Il contagio tra le persone è rapidissimo e, 28 giorni dopo (da qui il titolo della pellicola), l’Inghilterra piomba in uno scenario post-apocalittico. A questo punto appare uno dei protagonisti, Jim, che si risveglia dal coma in seguito a un brutto incidente d’auto e si ritrova improvvisamente catapultato in una Londra deserta, evacuata dalle autorità dopo la diffusione del virus. Vagando per la città, Jim si rifugia in una chiesa, dove però subisce l’attacco da parte di alcuni infettati e viene salvato all’ultimo momento da altri due sopravvissuti, Mark e Selena, che uccidono gli zombie attirandoli in una trappola. I due racconteranno a Jim che mentre lui era in coma il virus si è propagato in tutta l’Inghilterra, trasformando le persone colpite in creature orrende il cui unico scopo è quello di uccidere. Jim decide di portare Mark e Selena a casa dei suoi genitori, scoprendo che la madre e il padre hanno deciso di togliersi la vita pur di scampare all’epidemia. I tre credono di essere al sicuro, ma un’ingenuità di Jim, che accende una candela attirando così gli zombie, crea una situazione di pericolo nella quale ad avere la peggio sarà Mark, che viene infettato dal virus e Selena è costretto ad ammazzarlo. Nelle ore successive, arrivano altre due persone ad unirsi a Jim e Selena: il tassista Frank e la figlia Hannah, i quali offriranno al duo ospitalità per la notte. Nel frattempo il quartetto viene a sapere che a Manchester è stata allestita una base militare dove si trova l’antidoto al virus, così decidono di spingersi fin laggiù, ma il viaggio non sarà scontato, dovendo attraversare zone letteralmente devastate dagli zombie. Una volta giunti i Manchester, i quattro trovano solo desolazione e così Frank, in preda alla disperazione, si allontana dal gruppo. Il gesto gli costerà caro, poiché verrà raggiunto da alcuni schizzi di sangue provenienti da persone contagiate e, prima di trasformarsi anch’egli in un mostro, saluta per l’ultima volta la figlia e poi verrà ucciso dai soldati della base militare prima che possa fare del male a qualcuno. Rimasti in tre, Jim, Selena e Hannah vengono accolti dall’esercito, per scoprire l’amara verità: in realtà non esiste alcuna cura al virus letale, ma è solo un’espediente per attirare più civili possibili, preferibilmente donne, in modo che i pochi soldati sopravvissuti all’epidemia possano abusare di loro. Jim, Selena e Hannah cercano di ribellarsi, ma viene impedito loro di lasciare la base e sono così imprigionati. Jim riesce a evitare l’esecuzione sommaria da parte del plotone e a scappare nel bosco, nascondendosi in mezzo ai tanti cadaveri ammucchiati. Jim recupera Selena e Hannah, che intanto si stavano preparando a essere violentate assumendo Valium per non avere brutti ricordi della triste vicenda, e a bordo del taxi di Frank tentano di lasciare la base, ignari però che nel sedile posteriore si era nascosto il maggiore West, per tendergli un agguato. Quando tutto sembra perduto, arriva l’intervento di Mailer, soldato contagiato dal virus, che aggredisce West e lo uccide brutalmente, consentendo ai tre di fuggire e di raggiungere un ospedale in modo da curare Jim, rimasto nel frattempo ferito negli scontri con i militari. Trascorse altre quattro settimane, Jim si è completamente rimesso in sesto e assieme a Selena e Hannah si è rifugiato nel nord dell’Inghilterra, dove sono riusciti a trovare un posto sicuro. Con il passare dei giorni, gli zombie sono tutti morti di fame e di fatto il virus è stato debellato, per i tre superstiti non resta altro da fare se non attirare l’attenzione in maniera tale da essere recuperati e poter fare ritorno alla vita di tutti i giorni. Jim, Selena e Hannah compongono una scritta gigantesca che viene notata da un velivolo dell’aeronautica militare britannica, che provvederà così al loro salvataggio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori