GOODBYE MR CHIPS/ Su Rete 4 il film diretto da Sam Woods. Pellicola ispirata allopera di James Hilton

- La Redazione

Un classico del musical in onda venerdì 14 agosto alle ore 16.00 su Rete 4: va infatti in onda ‘Goodbye Mr. Chips’, pellicola del 1969 con Peter O’Toole. Vediamo la trama del film 

Foto-Mediaset
Mediaset

Goodbye mr. Chips – titolo del film in onda tra pochissimo su Rete 4 – è anche un romanzo scritto originariamente da James Hilton, e che ha avuto numerose trasposizioni cinematografiche. ‘Goodbye mr. Chips’ dunque riporta in musica gli elementi classici della storia già vista sul grande schermo nel 1939. Si tratta di una storia estremamente amata dal pubblico anglosassone, uno dei capostipiti della cinematrografia che, nello stile de ‘L’Attimo Fuggente’, racconta i rapporti tra insegnanti e alunni. Per gli appassionati ed i nostalgici del cinema di quasi cinquant’anni fa, ma che affonda le sue radici ad un periodo anche molto precedente, un appuntamento sicuramente da non perdere nel pomeriggio televisivo di Rete 4, alle ore 16.00 di oggi venerdì 14 agosto 2015.

Un classico del musical in onda venerdì 14 agosto alle ore 16.00 su Rete 4: va infatti in onda Goodbye Mr. Chips, pellicola del 1969 con Peter O’Toole protagonista. L’attore celebre per la sua interpretazione in Lawrence d’Arabia si cimenta nel remake del film girato nel 1939, conosciuto in Italia con il titolo di ‘Addio mr. Chips!’ e girato da Sam Woods. Vediamo la trama. Il protagonista della storia è Charles Chipping (interpretato da Peter O’Toole), un timido professore che ha vissuto tutta la sua vita insegnando presso il ‘Brookfield College’. Ritrovandosi ormai alla fine del suo percorso accademico, ormai anziano, mr. Chips ripercorre tutti gli eventi più significativi della sua esistenza, e del suo cammino umano e professionale all’interno del ‘Brookfield College’. L’amicizia con un collega eccentrico, ma che gli insegnerà il vero valore dell’essere mentore per dei ragazzi come quelli del College, che si stanno appena affacciando la vita, segnerà i suoi primi passi e lo aiuterà nel duro periodo del suo ambientamento a Brookfield, dove si presenterà giovane e inesperto. Quindi, l’incontro decisivo della sua vita, quello con la moglie Katherine, che farà sbocciare la sua passione per la vita e che lo renderà per gli alunni mr. Chips, un insegnante sul quale poter fare sempre affidamento, e non più l’impacciato e ombroso mr. Chipping. Arriverà però una prova durissima da superare, quando Katherine morirà durante il parto del primo figlio, senza che neppure il bambino riesca a sopravvivere. Arriveranno poi gli anni della Grande Guerra, e mr. Chips vedrà partire per il fronte molti dei suoi alunni, ed alcuni di essi, tragicamente, non ritorneranno più. Un periodo che legherà però indissolubilmente il destino di mr. Chips con quello dei suoi ragazzi, che per tutta la vita diventeranno di fatto la sua famiglia, non avendo voluto più il professore legarsi a nessuna donna, dopo il tragico destino nel quale era incorsa Katherine. Dopo la pensione, mr. Chips resterà all’interno del ‘Brookfield College’, per continuare ad essere un punto di riferimento e prestare la sua preziosa esperienza anche ai nuovi studenti. Quando giungerà la sua ora, mr. Chips vedrà passare davanti ai suoi occhi tutti gli allievi per i quali è stato prezioso maestro, venuti a dargli un ultimo saluto. L’insegnante infatti nel corso della sua lunga carriera avrà di fatto cresciuto ben tre generazioni di alunni, che ha sentito, chi più e chi meno, come suoi figli soprattutto nei difficilissimi anni del conflitto bellico. Ma nel momento in cui sarà prossimo alla morte, mr. Chips sentirà anche voci d’accusa da parte di chi lo ricorderà come un uomo solo, che ha dedicato tutta la sua vita al collegio e all’insegnamento perché non avrebbe avuto un altro posto dove andare oltre Brookfield. Alla fine però mr. Chips potrà spegnersi serenamente, rendendosi conto che la sua vera famiglia è stata proprio il ‘Brookfield College’ e che grazie all’affetto e alla stima dei suoi allievi, non è mai stato veramente solo neanche in un minuto della sua vita. La commovente storia viene raccontata in musical, con una serie di canzoni composte per l’occasione che rendono vivace e colorata la storia del professore e dei suoi amati allievi raccontata nel romanzo di James Hilton.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori