MARIE BRAND e LA NOTTE DELLA VENDETTA/ Su Rai 2 il film tv poliziesco con Marielle Millowitsch

- La Redazione

Oggi, mercoledì 19 agosto 2015, su Rai 2 va in onda dalle 14.00 il film tv poliziesco dal titolo “Marie Brand e la notte della vendetta”, con Marielle Millowitsch. Vediamo la trama

logorai_R439
Il film in onda su Rai 2
Pubblicità

Marie Brand è una serie televisiva trasmessa nel 2014 in prima tv su Rai 2, e che viene ripetuta dopo un anno d’assenza dai teleschermi italiani. Marielle Millowitsch è la protagonista assoluta della serie televisiva, e viene affiancata da Stefan Reck e Thomas Heinze: la serie televisiva è suddivisa in quindici episodi dalla durata di novanta minuti l’uno. Oggi, mercoledì 19 agosto 2015, Rai 2 propone la visione di Marie Brand e la notte della vendetta, a partire dalle 14.00. Vediamo la trama. Marie Brand questa volta si trova a dover risolvere un intricato caso: un uomo, la moglie e l’amante sono stati ritrovati morti nello studio del marito nella sua abitazione. La detective, accompagnata dal suo fido compagno Simmel, inizierà dunque a domandarsi che tipo di relazione aveva l’uomo con l’altra donna, e intuirà subito che probabilmente la seconda donna, presente sul luogo dell’omicidio, altri non è che l’amante. La vittima maschile, ovvero Edwin Seibt, è un uomo che lavora in un’azienda che produce prodotto per i piccini, e ricopre il ruolo di amministratore delegato, mentre Carola è sua moglie.

Pubblicità

Dopo un’attenta indagine, la coppia di investigatori scopre che Anushka era l’amante del marito, e che questa è più giovane della moglie, nonché sessualmente appetibile: ciò fa credere che la donna abbia ucciso i due e poi si sia tolta la vita. Ma Marie decide di continuare con le indagini, visto che vuole giungere alla conclusione del caso in maniera corretta, in quanto non crede che la risoluzione del caso sia così semplice. Per questo motivo la donna inizia a fare delle domande ai figli della vittima, ovvero Antonia e Hanno Seibt, entrambi adulti ed a conoscenza di alcuni problemi che erano presenti nelle mura domestiche. I due figli spiegano che il padre ultimamente era molto assente, e che passava parecchio tempo a lavorare: inoltre, i due sostengono che probabilmente nell’ambito lavorativo vi era qualcuno intenzionato a farla pagare al padre. Per questo Marie e il collega iniziano ad indagare proprio nella sfera lavorativa di Edwin, ma i due scoprono che l’amministratore delegato era invece molto apprezzato dai colleghi. I sospetti dell’investigatrice ricadono dunque proprio sui figli, i quali si comporteranno in maniera assai sospetta.

Pubblicità

Alla donna non resta dunque che continuare a porre delle domande ai due ragazzi, ma questi si rifiutano di collaborare ulteriormente, visto che hanno già spiegato a Marie tutto quello che sanno, e che ulteriori domande sarebbero del tutto inutili e completamente fuori luogo. Questo fa sorgere tantissimi dubbi a Marie, che dunque decide di spostare la sua attenzione sui domestici che lavoravano per Edwin. L’investigatrice scopre che Carola, la moglie della vittima, era frustrata e che sapeva della relazione del marito, ma che cercava di ignorarla per poter tenere unita la sua famiglia, sempre più allo sbando. Dietro un’apparente facciata tranquilla dunque si nascondono diversi misteri e scheletri, che l’investigatrice ha intenzione di scoprire. Marie dunque scopre che la moglie aveva ingaggiato un investigatore privato, ma questo si rifiuta di passargli tutte le informazioni che ha raccolto durante la sua indagine. Sempre più vogliosa di scoprire la verità, Marie decide di continuare con l’indagine, e scopre un’informazione interessante: Carola è morta prima del marito e dell’amante, e dunque lei non può essere l’assassina.

Grazie ad un CD che ritrae le ultime ore di vita di Carola, e che riprende alcune scene sul luogo del crimine, Marie scopre che la donna si è suicidata prima dell’arrivo del marito e dell’amante, e che aveva lasciato scritta una lettera dove lo perdonava per i continui tradimenti. Ad uccidere il padre e l’amante è stato il figlio Hanno, in quanto reputava il padre la causa della paranoia della madre, ed inoltre era innamorato della ragazza con la quale il padre tradiva la madre. Per questo li ha uccisi ed è stato arrestato, così come sua sorella, che ha provato a coprire il fratello ed a rubare le foto dal detective ingaggiato dalla madre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori