NOMAD – THE WARRIOR/ Diretta streaming, su La7 il film di guerra con Kuno Becker e Jay Hernandez. Trailer

- La Redazione

Questa sera, giovedì 20 agosto 2015, La 7 trasmette alle 21.10 ‘Nomad – The Warrior’, un film di guerra con Jason Scott e Lee Kuni Becker ambientato del Kazahstan del XVIII secolo. La trama

la7-logo
Il film è in onda su La7 in prima serata

Tra pochissimo tempo La 7 trasmette ‘Nomad – The warrior’, una pellicola drammatica di Ivan Passer e Sergej Bordov girata in due versioni, una inglese e una Kazakha. La storia narra del Kakhistan del XVIII secolo. INteressante la scelta dello sceneggiatore, noto in occidente per le pellicole di Nikita Mihaikov. Si dice che il film fu fortemente voluto, in quanto favola epica che esalta il paese, dall’ex repubblica Socialista Sovietica del Kazakhistan. Vi ricordiamo che sarà possibile seguire ‘Nomad – The warrior’ su La 7 alle 21.10 oppure in diretta streaming sul sito dell’emittente TV cliccando qui.

Questa sera La 7 trasmette in prima serata ‘Nomad – The warrior’, una pellicola girata nel Kazakhistan nel 2005. La storia è una favola epica che racconta della vita du Mansur, un eroe che mira a riunire le tribù nomad delle sue terre per liberarle dagli occupanti Ungari. Come in tutti i miti non mancheranno le profezie che si avvereranno malgrado il volere dei cattivi, eroi, un bambino rapito che scoprirà di essere figlio del Re, un guerriero forte e giusto e un antagonista pronto a tutto. Il film, già accattivante per trama e contenuti, ha riscosso successo per i costumi ed i colori. Ecco il trailer:

Del film ‘Nomad – The warrior’ protagonista indiscussa è la celeberrima colonna sonora, che venne descritta da molti come intensa e piacevole e, soprattutto, adatta ad ogni tipo di situazione ritratta sullo schermo. Le musiche riscossero un successo tale da candidare ‘Nomad- The warrior’ al Golden Globe del 2007. Il film è stato girato anche in una versione per il Kazakhstan dal regista Temenov che, spesi 40 milioni di dollari per produrre la pellicola, la rese la più costosa del cinema del suo paese. Ha riscosso, in questa versione, il settantanovesimo ‘Accademy Awards’ come Miglior film Straniero.

Nomad – The Warrior, in onda questa sera alle 21.10 su La7,  è conosciuto col semplice titolo ‘Nomad‘, ed è un film che riprende i fatti storici accaduti attorno al XVIII secolo dopo Cristo nella zona del Kazakhstan, quando su quella zona ci furono tantissime guerre tra le varie popolazioni presenti in quella zona. Per poter riuscire a ricreare le atroci battaglie e per creare anche una trama avvincente, che permettesse ai telespettatori di potersi appassionare alle vicende narrate durante il film, il regista Ivan Passer e Sergej Brodov fecero affidamento su una vasta gamma di attori di fama internazionale. Tra di essi spiccano i nomi di Jason Scott Lee e Kuno Becker, i quali rivestiranno il ruolo dei protagonisti principali della storia. La pellicola venne realizzata nel 2005, e ottenne un grande successo nelle sale cinematografiche: in televisione venne proposto diverse volte, ultima delle quali oggi 20 agosto 2015, su La7. Un film di un periodo storico tragico.

Il film Nomad – The Warrior, narra le vicende che accaddero attorno al diciottesimo secolo del Kazakhstan. Durante questo periodo, Mansur ed Erali lottano per evitare che il loro paese possa essere sottomesso dai perfidi invasori, i quali sono gli Dzungar, popolazione tutt’altro che pacifica. L’esercito guerriero viene guidato da un discendente di Genghis Khan, il quale deve cercare di proteggere, a costo della vita, il palazzo fortezza presente nella zona centrale del Turkistan. Sono diverse e tante le imprese che vedranno il protagonista affrontare l’esercito nemico, ma ovviamente durante la guerra, molte persone care a Erali perdono la vita. Questo non fa altro che aumentare la sua furia durante la battaglia: più uomini periscono nel suo esercito, maggiore è la foga che lo assale e che lo porta ad eliminare i suoi tanti nemici, che cercheranno sempre di più di entrare nella fortezza protetta dall’esercito di Erali, il quale teme una disfatta totale.

Ovviamente, il discendente del prode guerriero fa tutto questo per proteggere anche la donna della quale si è innamorato, ovvero Guakhar, che sembra anch’essa ricambiare i suoi sentimenti, dopo aver vissuto in condizioni tutt’altro che facili da affrontare. Il prode guerriero prometterà alla sua amata, nonché nobile donna, di essergli sempre fedele, e di fare tutto il possibile per poterla proteggere. Azione infinita, nonché tradimenti e combattimenti, modificheranno la vita del prode guerriero, che dovrà dunque cercare di fare il possibile per poter evitare che la sua terra possa essere invasa dai nemici.  

Dall’altra parte invece, l’esercito nemico dei Dzungar comandato da Barak e da altri generali, pianifica delle strategie sempre più perfide e letali che permetteranno loro di poter finalmente eliminare la popolazione nemica. La sfida finale dunque giungerà al termine quando i due leader delle fazioni opposte collideranno, ma il vincitore potrà non essere tanto felice dell’esito della battaglia, visto che il sangue verrà sparso su tutto il territorio, e usare il termine vittoria è solo ed esclusivamente un termine che viene adoperato, in quanto dalla battaglia saranno entrambi i protagonisti ad uscire come sconfitti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori