MARIE BRAND E IL CONTO IN SOSPESO/ Su Rai 2 il film diretto da Florian Kern: un appuntamento più cupo rispetto agli altri della serie

- La Redazione

Va in onda oggi pomeriggio alle 14 su Rai 2 il film tv Marie Brand e il conto in sospeso, diretto da Florien Kern e con Mariele Millowitsch, Thomas Heinze, Nicole Marischka. La trama

logorai_R439
Il film in onda su Rai 2

Il film per la tv in onda alle 14.00 di oggi su Rai 2 intitolato Marie Brand e il conto in sospeso torna ad affrontare il passato della protagonista interpretata da Mariele Millowitsch. In questo nuovo capitolo della serie tedesca, le vicende vengono però trattate con un tono decisamente più cupo rispetto a quanto visto negli altri episodi: si torna a parlare dellomicidio del padre del commissario, che dopo il delitto aveva deciso di lasciare la squadra omicidi. Lassassino torna in libertà e chiede il suo aiuto per risolvere definitivamente il caso della figlia Miriam, morta tredici anni prima in circostanze misteriose. Lei rifiuta ma lui è comunque intenzionato a farsi giustizia da solo

Va in onda oggi pomeriggio alle 14 su Rai 2 il film per la tv Marie Brand e il conto in sospeso, diretto da Florien Kern e con Mariele Millowitsch, Thomas Heinze, Nicole Marischka e Olga von Luckwald. Nonostante sia in vacanza, la protagonista dovrà nuovamente fare i conti col suo triste passato. Per lei si prospettano tre lunghe settimane di relax che trascorrerà nei luoghi della sua infanzia, ovvero quelli dove giocava e fingeva di risolvere dei casi di omicidio, proprio come suo padre. Marie scopre però che l’assassino di suo padre, Markus Rombach, è stato rilasciato dal carcere dopo diciassette anni di reclusione. L’uomo decide subito di recarsi presso la vecchia abitazione dei Brand, e li trova sia Marie che il fido Simmels: dopo un breve momento di timore, il killer del padre si inginocchia ai piedi della donna e le chiede di perdonarlo per quello che ha commesso, aggiungendo che ha vissuto col rimorso per tutto quel tempo. Il killer, che era anche un collega del padre in polizia, spiega poi il perché della sua visita: non solo per chiedere perdono a Marie, ma anche per chiederle di indagare sulla morte della figlia, avvenuta diversi anni prima. Marie, con sguardo quasi disgustato, gli spiegherà che si tratta di un caso chiuso, che non vi sono prove e che non intende affatto aiutare l’uomo che l’ha privata delle persona alla quale voleva più bene. Markus, comprendendo i sentimenti di Marie, le spiega che deciderà di procedere a modo suo, anche perché vuole scoprire la verità sulla morte della figlia. Rapisce così la figlia diciassettenne di Bruckner, un becchino della zona, che lui considera responsabile insieme a un altro complice…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori