FALCO 2/ Anticipazioni puntata 4 agosto 2015: indagine su un presunto rituale religioso

- La Redazione

Falco 2, anticipazioni puntata 4 agosto 2015: Falco, insieme anche ad Eva e Chevalier, indaga sull’omicido di una donna, che sembra legato ad alcuni strani rituali religiosi

falco
Sagamore Stevenin nei panni dell'agente Falco

La seconda stagione di Falco torna ad occupare la seconda serata di Canale 5 soltanto oggi, martedì 4 agosto 2015, avendo lasciato spazio a Top Secret ieri, giorno di abituale messa in onda. Prima di scoprire qualche anticipazione, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Falco (Sagamore Stevenin), rientrando nel proprio appartamento, si rende conto che qualcuno ha fatto irruzione al suo interno mettendo tutto sotto sopra. Falco non ha dubbi che si tratti di Jean Paul (Arno Chevrier) in quanto i documenti con cui avrebbe potuto incastrarlo sono stati trovati e portati via dal punto nel quale lo stesso Falco li aveva nascosti. Falco quindi chiama immediatamente Chevalier (Clement Manuel) per metterlo al corrente della cosa e soprattutto per vedere se riesce ad intercettare dove si trova. Il giorno seguente arriva in centrale e tenendo fuori dalla vicenda Eva (Alexia Barlier), chiede a Chevalier se abbia notizie su Jean Paul. Chevalier rimarca come il loro commissario sappia molto bene come muoversi per cui sarà pressoché impossibile rintracciarlo, per cui gli chiede di lasciar cadere la questione oppure in alternativa far iniziare unindagine ufficiale, denunciando quanto scoperto.

Falco si dice contrario ad entrambe le soluzioni facendo presente come da un lato non abbino le prove per incastrarlo e dallaltro lui non vuole assolutamente far cadere la questione come se nulla fosse successo. Nel frattempo, arriva Eva rimarcando come ci sia un caso di cui si devono occupare ed ossia di un uomo di nome Michel, trovato morto nella casa dalla figlia diciottenne praticamente in una pozza di sangue. I tre si recano immediatamente sul luogo dellomicidio, mentre invece Philippe (Frank Monsigny) raggiunge Carole (Mathilde Lebrequier) al commissariato di polizia per alcune novità riguardanti il caso della sua aggressione. Nello specifico, le vengono mostrate delle immagini in cui si vede un uomo armato che minaccia colui che viene ipotizzato possa essere il proprio aggressore. Luomo armato è Falco ma Carole decide di non denunciare la cosa proteggendolo, sapendo molto bene come lui abbia fatto tutto questo per lei.

Philippe non è daccordo con quanto deciso dalla propria compagna ma decide di assecondarla. Intanto, Falco incomincia a fare le prime riflessioni sul caso ed in particolare si rende conto che dal posizionamento del cadavere si possa trattare di una sorta di regolamento dei conti. Ne parla con la figlia diciottenne che lha trovato, la quale non sa proprio come possa essere spiegata una cosa del genere, rimarcando come il padre sia una bravissima persona incapace di fare a qualcuno. Inoltre, stando a quello che lei ha sempre saputo, lui era un orfano nativo della Grecia che da circa venti anni si è trasferito in Francia per via di questioni legate al lavoro.

Prima di continuare con le indagini, Falco si reca dalla figlia Pauline (Marie Beraud) per pranzare insieme scoprendo che il giorno precedente lei abbia passato del tempo insieme a Jean Paul. Falco valuta la cosa come una sorta di avvertimento e per questo chiede alla figlia di evitare di incontrare nuovamente luomo. Falco a questo punto va a parlare con la figlia di Jean Paul, Eleonore (Romane Portail), la quale dice di non avere più dei contatti con il padre ormai da oltre venti anni. Nel frattempo il caso di omicidio diventa sempre più complesso giacchè si scopre che la vittima in realtà di origine slave ed è stato nel corso della guerra civile scoppiata nellex Jugoslavia, un criminale di guerra. Un passato dal quale la figlia è stata tenuta completamente alloscuro e che di certo lascia pensare che lassassino debba essere stato qualcuno che lha riconosciuto e per questo si è voluto vendicare. Grazie a delle intercettazioni telefoniche si arriva ad un altro ex combattente anche lui criminale di guerra che si assume la responsabilità dellomicidio in quanto allepoca dei fatti venne praticamente obbligato a diventare un criminale.

In realtà, a commettere lomicidio è stata una donna che lavora per un associazione con sede a Parigi che ha come obiettivo quello di smascherare tutti i criminali di guerra. La donna ha commesso lomicidio in quanto la persona in questione ha ucciso senza pietà tutta la sua famiglia. Intanto, Jean Paul e Falco arrivano alla resa dei conti con il primo che spiega come per tantissimi anni abbia vissuto nel tormento per quello che ha fatto, e che inoltre è stato praticamente costretto in quanto hanno minacciato di fare del male alla figlia. Jean Paul si dice costretto anche in questo caso a sparargli, ma Falco non crede che lui possa averne il coraggio guardandolo negli occhi. Ad un certo punto si sente un sparo: il fratello del pregiudicato coinvolto nella vicenda e che è stato ucciso da Jean Paul ora si è vendicato sparando a questultimo. Falco immediatamente spara ed uccide lassassino per poi promettere a Jean Paul in punto di morte di proteggere la figlia. Infine, Chevalier si rende conto che Joy, seppur bizzarra nellaspetto, possa effettivamente essere la donna della propria vita.

Nella puntata di Falco 2 in onda stasera, la quinta dal titolo La morte addosso, il protagonista – oltre a cercare di capire chi stesse minacciando Jean Paul – si deve occupare con laiuto di Chevalier ed Eva del ritrovamento del corpo di una donna che sembra essere stata vittima di un rituale di natura religiosa. Sarà effettivamente così?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori