BEVERLY HILLS COP – UN PIEDIPIATTI A BEVERLY HILLS/ Su Italia 1 il film con Eddie Murphy e un cameo di Russell Crowe. Trailer

- La Redazione

Questa sera, giovedì 6 agosto 2015, Italia 1 trasmette in prima serata ‘Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills’, un divertente film poliziesco con Eddie Murphy. Ecco la trama

Foto-Mediaset
Mediaset

Questa sera alle 21.1′ Italia 1 trasmette ‘Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills’, interpretato dal celebre Eddie Murphie. La storia narra di Axel Foley, un poliziotto di Detroit che si trasferisce a Beverly Hills per indagare sulla morte del suo amico Mickey. Ad aiutarlo Bully e John, due detective opposti ma ugualmenti dediti alla causa. Ecco il trailer del film.

La comicità di Eddie Murphy, protagonista del film di stasera ‘Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills è stato uno degli elementi cinematografici più dirompenti degli anni ottanta, e il film è uno degli esempi maggiormente riusciti, tanto da dare vita ad una vera e propria saga. Oltre alle battute, la risata inconfondibile e alla fisicità incontenibile dell’attore, la sua attitudine alle trame d’azione ne fanno un protagonista assoluto della scena a stelle e strisce sul grande schermo, all’epoca della realizzazione del film Eddie Murphy godeva già di grande popolarità grazie alle sue apparizioni televisive nel ‘Saturday Night Live’. La produzione di ‘Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills’ lo scelse per sostituire Sylvester Stallone, che venne scritturato quasi a sorpresa per il ruolo di protagonista, ma lasciò alla fine la produzione per incomprensioni sulla sceneggiatura. Tra le curiosità principali della pellicola, anche un’apparizione lampo della futura star di Hollywood, protagonista de ‘Il Gladiatore’, Russell Crowe nelle sequenze iniziali del film. La pellicola ha avuto una nomination agli oscar come migliore sceneggiatura originale.

Nella prima serata di oggi, giovedì 6 agosto 2015, Italia 1 trasmette il film ‘Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills‘, pellicola che, oltre ad essere ormai un classico della comicità americana, rappresenta uno dei più grandi successi al botteghino del cinema degli anni ottanta. Il film, interpretato da Eddy Murphy, è il primo di una trilogia: dopo il primo film diretto dal regista Martin Brest, infatti, verranno realizzati altri due capitoli, sotto la direzione di Tony Scott e alla fine di John Landis, che sarà uno dei principali mentori che del talento di Eddy Murphy.

Il protagonista di ‘Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills’ è il detective Axel Foley (Eddie Murphy), in servizio a Detroit ma costretto a spostarsi verso le colline di Beverly Hills, a Los Angeles, a causa di un fatto capace di sconvolgere la sua vita: la morte del suo amico Michael Tandino (James Russo), ucciso durante unaggressione ai loro danni durante la quale Axel era stato, fortunatamente, solo tramortito. Axel, sconvolto, scopre che a Beverly Hills Tandino aveva trovato lavoro all’interno di una galleria d’arte, grazie a Jenny (interpretata da Lisa Eilbacher), un’amica di vecchia data di entrambi. Il poliziotto, convinto che ci sia un collegamento, ricorda che Michael aveva da tempo problemi con la giustizia, e ipotizza che lamico possa dunque essere finito in qualche giro poco raccomandabile sulle colline di Los Angeles. Le prime indagini di Foley non vanno però per il verso giusto: Jenny lo indirizza dal capo della polizia locale, Victor Maitland (interpretato da Steven Berkoff), che tratta in malissimo l’agente di Detroit, e alla fine del convulso colloquio lo accusa di aggressione e lo mette in stato di arresto.

Troverà però un aiuto più che inaspettato da due agenti della polizia di Los Angeles, assolutamente agli antipodi per il loro carattere. Si tratta di Billy Rosewood (interpretato da Judge Reinhold), un agente giovane, alle prime armi e molto volenteroso, e di John Taggart (interpretato da John Ashton), un poliziotto quasi in pensione dotato di grande esperienza sul campo, ‘compensata’ però da un carattere intrattabile, burbero e scontroso. Rosewood e Taggart diventano dunque i principali alleati di Axel nel cercare la verità sulla morte di Michael. E’ il tenente Andrew Bogomil (interpretato da Ronny Cox) ad occuparsi del coordinamento delle operazioni, per evitare che Foley si cacci in ulteriori guai dopo lo scontro avvenuto con Matland. Mentre la strana coppia Rosewood – Taggart conduce le indagini ufficiali e cerca di portare a galla il maggior numero di elementi utili, Axel inizia nei sobborghi sommersi di Beverly Hills un’indagine parallela, muovendosi di nascosto e sotto copertura, cercando di mettere insieme tutti i tasselli che hanno portato al mosaico della morte di Michael.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori