FESTIVAL DI VENEZIA 2015 / Diretta 72^ Mostra cinema: Leone d’Oro, chi ha vinto? Il Vincitore è Desde Allàs! Alla Golino la Coppa Volpi

- La Redazione

Festival del cinema di Venezia 2015, giornata finale: il programma del 12 settembre con i favoriti per il Leone d’Oro e la Coppa Volpi dell’edizione 72 della mostra del cinema

Leone_Oro_VeneziaR439
Mostra del cinema di Venezia (Infophoto)
Pubblicità

Prima dell’assegnazione del Leone d’Oro al Festival del Cinema di Venezia 2015 al film “Desde allàs” sono stati premiati molti altri film in concorso. Il Leone d’Argento per la miglior regia è stato vinto dall’argentino Pablo Trapero. Il premio speciale della Giuria è stato assegnanto ad “Abluka” di Emin Alper. La Miglior Sceneggiatura è andata Christian Vincent per il film “L’hermine”. Il giovane attore emergente, premiato da Elizabeth Banks in persona è stato invece Abraham Attah, interprete del film “Beasts of No Nation”. A vincere la Coppa Volpi come migliore attrice è stata la nostra Valeria Golino, visibilmente commossa per il premio ricevuto; l’equivalente maschile della Golino è stato Fabrice Luchini, autore di una prova magistrale in “L’hermine”. Uno dei premi più ambiti, quello della Giuria, è andato ad “Anomalisa” di Kaufman e Johnson.

Pubblicità

Il Leone d’Oro del Festival del Cinema di Venezia 2015 è stato vinto da “Desdè Allà” di Lorenzo Vigas. A consegnare l’ambitissimo premio è stato il Presidente della Biennale Paolo Baratta: un premio raccolto direttamente dal regista della pellicola, che prima non ha nascosto la “sorpresa” per questo riconoscimento, e poi ha voluto ringraziare la giuria per aver preso in considerazione il proprio lavoro; Vigas poi ha citato come spesso accade tutto il suo gruppo di lavoro, promettendo che avrebbe continuato ad impegnarsi con loro in altri film. Vigas ha sottolineato come in questo progetto sia stata fondamentrale l’interpretazione di Alfredo Castro, decisiva per far fare un “salto di qualità” alla pellicola sebbene questa sia nata in un paese complicato come il Venezuela. “Nonostante i problemi incontrati il team ha continuato a lavorare” ha rimarcato Vigas, prima di indirizzare dei ringraziamenti ancora più “personali”, al padre, alla madre e alla moglie. Vigas ha concluso il suo discorso di ringraziamento urlando:”Viva Venezuela!”.

La cerimonia di chiusura del Festival del Cinema di Venezia è in corso in questi minuti, e in attesa del pronunciamento su quello che sarà il film insignito del Leone d’Oro 2015 ecco che arriva una prima premiazione. Per quanto concerne il Concorso Orizzonti, il titolo di Miglior Film è stato infatti assegnato a “Free in Deed” con Jack Mahaffy, che ha ovviamente ringraziato la giuria per avergli regalato una soddisfazione enorme come premio del lavoro compiuto in cabina di regia. In questo momento è salita sul palco la giuria di Venezia 72: sale la tensione in attesa del responso finale!

Pubblicità

Nella giornata finale del Festival del Cinema di Venezia 2015 l’attesa è tutta per il Leone d’oro, ma alcuni premi minori sono già stati assegnati. Fra questi vi è ad esempio il Mouse d’oro, attribuito da alcuni siti internet dedicati al cinema: i blogger hanno premiato “Rabin, the Last Day” di Amos Gitai, mentre il Mouse dArgento al miglior film fuori competizione è andato a “Spotlight” di Tom McCarthy. Il Queer Lion 2015, riservato al “Miglior Film con Tematiche Omosessuali & Queer Culture” è andato a “The Danish Girl” di Tom Hooper con protagonista Eddie Redmayne grazie a una “rappresentazione semplice ed onesta dell’identità gender all’interno di un matrimonio, che grazie anche ad una confezione di prim’ordine porterà il proprio importante messaggio ad un pubblico vasto”, scrivono i giurati.

La coppa Volpi, premio assegnato al miglior attore e alla migliore attrice dei film in concorso al Festival del Cinema di Venezia, verrà assegnato anche quest’anno dopo la cerimonia del Leone d’Oro 2015. Fra i nomi in lizza per la vittoria in ambito femminile si fa sempre più insistente la candidatura di Valeria Golino, applauditissima al termine della proiezione del film “Per amor vostro” di Giuseppe Gaudino, che potrebbe bissare la vittoria del 1986 (quando vinse grazie al ruolo nel film “Storia d’amore” di Citto Maselli). Fra gli uomini i favoriti sono invece Martin Plummer, visto in “Remember”, e Guillermo Francella protagonista del film argentino “El Clan”. Ancora poche ore e sapremo se questi pronostici si riveleranno azzeccati!

In attesa della cerimonia di chiusura del Festival di Venezia salgono le quotazioni di “Per amor vostro” di Giuseppe Gaudino. La pellicola, che vede nel cast artisti del calibro di Valeria Golino e Adriano Gianni, è stata infatti accolta da 9 minuti di applausi al termine della proieizione. Gli spettatori in sala a venezia hanno deciso di tributare un lungo applauso al cast, rimanendo al proprio posto ben oltre i titoli di coda. A ricevere una vera e propria standing ovation è stata in particolare Valieria Golino, affiancata durante la proiezione di “Amor Vostro” dal compagno Riccardo Scamarcio.  

Questoggi, sabato 12 settembre 2015, viene proiettato nellambito della 72esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, il film A copy of my mind, diretto dal regista Joko Anwar e con la partecipazione nel cast di Tara Basro e Chicco Jerikho. Il film parla della storia damore che nasce tra Sari,una esperta estetista ed un uomo di nome Alek che nella vita inserisce sottotitoli per i film inseriti sui dvd pirata. I due sembrano essere felici insieme fino a che la donna per la sua mania dei dvd pirata finisce per cacciarsi nei guai, accedendo a delle importanti informazioni relative a dei traffici di droga che avvengono nella città di Giacarta.

Mancano ancora alcune ore alla cerimonia di chiusura della 72esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia e già impazza il toto-vincitori: quale pellicola riceverà l’ambitissimo Leone d’Oro? Facendo la media tra i voti assegnati ai film dalle riviste del settore, emerge chiaramente la leadership del film di Alexander Sokurov “Francofonia”, ma attenzione anche a “Rabin, The last day” di Amos Gitai, e ad “Anomalisa” di Kaufman. Va poi considerato che questa classifica parziale non tiene conto di “Behemot” di Zhao Liang e di “Per amor vostro” di Gaudino. Possibili outsider l’italiano Marco Bellocchio con “Sangue del mio sangue”, ed Emin Alper con “Abluka”. Ancora qualche ora e sapremo chi l’avrà spuntata! 

Questoggi, sabato 12 settembre 2015, nellambito della 72esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia il film fuori concorso Go with me, diretto dal regista Daniel Alfredson e con la partecipazione di Anthony Hopkins, Julia Stiles, Ray Liotta, Alexander Ludwig e Steve Back. Si tratta di un film di genere thriller in cui si parla della vicenda di una bella ed affascinante donna di nome Lillian che dopo la morte della madre, ritorna a vivere nella cittadina dove è nata. Qui incappa in un temuto criminale del luogo di nome Blackway, pronto a tutto pur di averla. La povera Lillian non potendo contare sullaiuto dello sceriffo locale, trova un prezioso supporto in un vecchio taglialegna di nome Lester.

Il giorno del Leone d’Oro è arrivato: oggi 12 settembre al Festival del cinema di Venezia 2015 verrà proclamato il vincitore. Una edizione, quella della 72esima mostra di Venezia che ha fatto parlare di sè soprattutto per la forma fisica di Johnny Depp, ma che comunque ha riservato come sempre al cinema lo spazio più importante. Molti bei film, come giudicato dai critici presenti, hanno fatto capolino fra quelli in concorso e quelli fuori, ma naturalmente la corsa al primo premio è quella più ambita. “Un’edizione molto positiva, mi sembra che tutti hanno sottolineato che questa è una delle selezioni forse migliori degli ultimi tre anni, io ero un po’ dubbioso, pensavo che il 2015 non fosse una stagione ricca di buoni titoli, però ci sono comunque film molto interessanti e l’apprezzamento non è mancato” ha detto il direttore della mostra Alberto Barbera in un’intervista per poi aggiungere: “Il fatto che il cinema e i cineasti di tutto il mondo tornino a riflettere su problemi reali della contemporaneità, a dare un’immagine di questa realtà così difficile e complessa credo sia un forte richiamo a un senso di responsabilità e un aiuto agli spettatori per capire come porsi davanti a questi problemi”. Fra i favoriti per la vittoria finale alla 72esima mostra del cinema di Venezia il film Behemoth del cinese Liang Zhao, dato al primo posto da molti addetti ai lavori.

Intanto anche oggi 12 settembre un programma ricco per il festival del cinema di Venezia, ecco il calendario delle proiezioni odierne: alle 21:00 in Sala Grande il film di chiusura LAO PAO ER (MR SIX) di Guan Hu (Cina, 135, v.o. cinese s/t inglese/italiano) con Feng Xiaogang, mentre dalle 13:00 al Palabiennale A COPY OF MY MIND di Joko Anwar (Indonesia, Corea del Sud, 116, v.o. indonesiano s/t inglese/italiano) con Tara Basro, Chicco Jerikho e alle 15:30 FREE IN DEED di Jake Mahaffy (Usa, Nuova Zelanda, 98, v.o. inglese s/t italiano) con David Harewood, Edwina Findley, alle 17:45 GO WITH ME di Daniel Alfredson (Usa, Canada, Svezia, 90, v.o. inglese s/t italiano) con Anthony Hopkins, Julia Stiles, Ray Liotta, Alexander Ludwig, Hal Holbrook, Steve Bacic, Lochlyn Munro.

Ma il momento cruciale arriverà quando attorno alle 19 inizierà la cerimonia di chusura del grande Festival del Cinema che sigillerà i battenti sulla Laguna dopo 10 giorni magnifici e ricchi di sorprese. Come ogni anno sarà possibile seguire il momento emozionante della premiazione delle varie categorie e soprattutto l’assegnazione del Leone d’Oro, uno dei premi più ambiti nell’ambito cinematografico. Con la conduzione della madrina della Mostra, la splendida elisa Sednaoui, ci sarà la diretta live sul canale Rai Movie sul digitale terrestre a partire dalle 18.30, oppure comodamente in streaming sempre sul canale Rai Movie ma visibile sull’app Rai Tv.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori