MATTINO 5/ Ecco come far parte del pubblico del programma condotta da Panicucci e Novella. Riassunto ultima puntata (oggi, 14 settembre)

- La Redazione

Mattino 5 torna in onda anche oggi, lunedì 14 settembre 2015, con una nuova puntata condotta da Federica Panicucci e Federico Novella. Ecco come fare per far parte del pubblico in studio

mattino5
Mattino 5
Pubblicità

Come ricorda anche la pagina Twitter ufficiale della trasmissione (clicca qui per vedere il tweet), Mattino 5 torna in onda oggi – lunedì 14 settembre 2015 – con una nuova puntata a partire dalle 8.45. Alla conduzione troveremo ancora una volta Federica Panicucci e Federico Novella: sulla pagina social viene ricordato che è possibile andare in trasmissione come pubblico. Per farlo, è necessario chiamare il numero 320.9631729 (clicca qui per vedere il tweet con tutte le indicazioni). In attesa che cominci la puntata di oggi, ecco come si è chiusa la settimana: il direttore Maurizio Belpietro ha aperto la puntata con un collegamento telefonico con il segretario della Lega Nord Matteo Salvini. L’argomento principale dell’intervista è stato quello della possibile apertura della Lega alla collaborazione con altri partirti, come Forza Italia ad esempio, per risollevare l’Italia.

Pubblicità

Meno probabile sembrerebbe essere invece un accordo con il Movimento Cinque Stelle. Salvini si è detto disponibile a una trattativa anche in vista di prossime elezioni, ma vuole che siano messe in cantiere cose concrete. A Bergamo ha avuto inizio proprio oggi il processo a carico di Massimo Bossetti. E’ atteso per questa mattina l’interrogatorio dei genitori di Yara Gambirasio, che parleranno per la prima volta in aula. Verranno sentite anche la sorella di Yara e la sua amica che ha ricevuto l’ultimo sms inviato dalla ragazzina prima che il suo cellulare cessasse di funzionare. Quello che i giudici vogliono cercare di capire è se effettivamente Yara potrebbe essere salita in macchina con Bossetti oppure no. La mamma della ragazzina ha sempre sostenuto infatti che sua figlia non sarebbe mai andata in auto con un perfetto sconosciuto e questo andrebbe a sostegno della difesa di Massimo Bossetti. Si sono tenuti a Napoli i funerali di Genny, il ragazzo diciassettenne ucciso in una sparatoria. In molti hanno reso parte a quest’ultimo saluto, riabilitando la memoria del giovane.

Pubblicità

Purtroppo a Napoli stanno aumentano sempre di più le faide, costituite tra l’altro da ragazzi molto giovani che sparano utilizzando armi come se fossero giocattoli. Ormai sembra chiarissima la dinamica che Genny sia stato colpito involontariamente e che non era lui la vittima. Chi lo conosceva lo descrive come un bravo ragazzo. Sembra ormai chiaro che egli stesse cercando di allontanarsi proprio mentre si è iniziato a sparare. Il padre del ragazzo ha detto che suo figlio è morto non è solo colpa del killer ma anche dello Stato, che non riesce a gestire la situazione. Federica Panicucci è tornata a parlare della morte di Eligia, la donna incinta che all’ottavo mese di gravidanza ha perso la vita, assassinata nella sua abitazione. Oggi sono stati invitati nuovamente in trasmissione lo zio Fabrizio e la sorella Luisa, in collegamento in diretta c’era anche il padre di Eligia, Agatino. Le notizie che arrivano parlano di un uomo, suo marito Cristian, che medita di trasferirsi all’estero e continuare lì la sua vita.

Il suo avvocato è stato intervistato dalla Panicucci e ha detto che non ha nulla da aggiungere a quanto è già stato messo agli atti. Eppure qualcosa non quadra, come l’orario in cui è stata chiamata l’ambulanza, pare molto in ritardo. L’avvocato nega questo aspetto e solleva anche dubbi legati all’ora della morte. Lo zio di Eligia ha invece raccontato di aver sentito Cristian dare una spiegazione molto dettagliata del pugno che avrebbe causato le ecchimosi trovate sul corpo di Eligia. L’avvocato ha risposto che non sapeva di questo particolare e che tutto andrà comunque verificato davanti al giudice. Luisa ha chiesto all’avvocato come egli suppone che sia morta Eligia e lui ha risposto che sarebbe stata una morte naturale e che hanno in mano un’ipotesi di lavoro da sottoporre ai magistrati ma che non può essere anticipata in televisione. Se ne riparlerà dunque in tribunale, per cercare di fare giustizia non solo per Eligia ma anche per la piccola Giulia che le è morta in grembo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori