Emmy Awards 2015 / Video, vincitori e premi, tutte le categorie. Trionfa “Il Trono di Spade”: lo storico discorso di Viola Davis

- La Redazione

Emmy Awards 2015, vincitori, premi, categorie e diretta streaming: la cerimonia di premiazione, presentata da Andy Samberg, sarà visibile in diretta su Rai 4 a partire dall’una di notte

Andy_Samberg
Andy Samberg (Infophoto)

Successo incredibile agli Emmy Awards 2015 di questa notte americana in cui sono stati i premi Oscar alla televisione internazionale; successo incredibile per “Le regole del delitto perfetto” e per la sua protagonista Viola Davis. Ma soprattutto successo storico a suo modo il discorso di accettazione dell’ambito premio: è su questo che oggi in America tutti parlano, con un commovente parlato sulla situazione delle discriminazioni di vario genere che le donne sono costrette a subire. Ha vinto come Migliore Attrice protagonista di una serie tv drammatica, trionfando e dopo stupendo gli Emmy Awards: Vogue ha definito il suo discorso “il più potente di tutti” e incarna perfettamente il ruolo che ricopre nella serie, volitiva, determinata e sanguigna. «Non puoi vincere un Emmy per un ruolo che non esiste, afferma la Davis, sostenendo che ancora oggi negli Stati Uniti non è usuale che le donne di colore rivestano ruoli da protagoniste, neanche nella Tv (lei è la prima attrice di colore per questo premio particolare). L’applauso a scena aperta l’ha conquistato poi con questa decisivo attacco: «la sola cosa che separa le donne di colore da tutte le altre è l’opportunità. Ecco Viola Davis in questo video nell’intero discorso di ringraziamento.

Gli Emmy Awards, ovvero gli Oscar della televisione internazionale, anche in questo 2015 registrano una tendenza se vogliamo anche sociologica: cosa guarda la gente, quella normale che vede magari la tv ogni sera e il cinema lo vede col binocolo sì e no una volta al mese. Sicuramente con questi Emmy è più semplice capire cosa alla gente piace e la tendenza di quest’anno si sposta sempre di più verso il politicamente scorretto: lo dimostra ad esempio il trionfo nel settore Commedia di Veep. La simpatica serie sulla vice presidente d’America più incompetente della storia con la bravissima protagonista Selina Mayer (la bella e brava Julia Louis-Dreyfus) trionfano tanto quanto Il Trono di Spade nella categoria drammatico. Migliore serie comica, rubando la scena a Modern Family vincitore negli ultimi cinque anni, la Dreyfus migliore attrice e Tony Hale ha ottenuto il suo secondo Emmy come migliore attore non protagonista in una commedia. Insomma, per essere “incompetenti” questi ragazzi ci sanno proprio fare.

Grande spettacolo nella notte americana di Los Angeles per l’annuale appuntamento con gli Emmy Awards, gli Oscar della Tv internazionale arrivati all’edizione 2015. Oltre al trionfo di Games of Thrones e in generale di moltissimi programmi cosiddetti politically un-correct, interessanti anche i singoli premi per gli attori che sempre più conquistano lo star system non con film incredibili ma con delle piccole ma geniali serie tv. il caso di Jphn HamM che ha vinto l’Emmy per il miglior attore protagonista in una serie drammatica: con Mad Men ha sbancato la concorrenza in una delle serie più viste al mondo. Per HamM, 44 anni e una carriera passata in tv con piccoli ruoli, è il momento della consacrazione: ha battuto Kevin Spacey, il perfido protagonista di House of Cards e anche Jeff Daniel, interprete di The Newsroom. Quasi imbarazzato per cotanta riconoscimento, l’attore americano ha stupito tutti in sala per la sua simpatia e timidezza al tempo stesso: eccolo nel momento in cui ringrazia per l’Emmy.

Ormai la dimensione di “Cult” non gliela leva nessuno dopo la celebrazione degli Emmy Awards, gli oscar della Tv internazionale: stravince Games of Thrones con 12 statuette record per un’unica edizione. 8 statuette “tecniche” già vinte in precedenza e ben 4 ottenute nella notte americana, tra cui migliore serie, miglior attore non protagonista (il mitico Peter Dinklage), miglior regia e miglior sceneggiatura. La saga dei romanzi di George R.R. Martin ha conquistato tutti, con quel sapore a metà tra epopea e intrighi di relazioni: il solito tritatutto, la saga di Games of Thrones ha portato a casa 12 statuette su 24 nominations, mica male come media. I 19mila appartenenti all’Academy of Televisione Arts & Sciences sono un pilastro della serialità televisiva che riceve oggi la totale e definitiva consacrazione, da noi va in onda su Sky Atlantic e rappresenta un mondo di scorrettezze e poche virtù che evidentemente molto attrae il pubblico contemporaneo, letteralmente impazzito per i segreti e i tradimenti di questa epica serie tv.

Sul palco degli Emmy Awards abbiamo assistito a una carrellata di volti noti per annunciare i vari vincitori delle varie categorie. Da  Jaimie Alexander, di recente vista nelle serie Blindsport e The Brink, fino ad attori famosissimo come Adrien Brody, Joan Cusack, Jamie Lee Curtis, Amy Schumer tra gli altri. Era presente poi addirittura il grandissimo Mel Brooks che ha emozionato i presenti con il suo solito carisma. C’era anche il volto noto Fred Savage già ospite dei Premi Emmy nel 1989 quando aveva appena 13 anni quando era diventato famossimo per la sua parte ne Il Piccolo mago dei videogames. Sul palco sono saliti poi anche Lena Headey, James Corden, Liev Schreiber tra gli altri.

Ha fatto la sua figura sul red carpet anche Laura Prepon. L’attrice di Watchung vestiva un lungo vestito rosso che metteva in mostra tutte le sue sinuose curve. La donna aveva poi le spalle coperte da un coprispalle color argento. I capelli erano tutti raccolti per esaltare e lasciare spazio al suo stupendo volto (Clicca qui per la foto). Laura Prepon è stata protagonista delle nomination degli Emmy Awards 2015 per aver interpretato il ruolo di Alex Vause nella serie drammatica Orange is the new black. La serie è giunta alla sua terza edizione e ha collezionato ben 41 puntate da cinquanta minuti l’uno. Questa è stata creata da Jenji Kohan per la Lionsgate Television e trasmessa su Netflix online.

Lana Parrilla ha voluto fare i suoi migliori auguri su Twitter a due colleghe Tatiana Maslany e Christina Hendricks. La prima sarà protagonista agli Emmy Awards 2015 con Orphan Back, mentre l’altra parteciperà alla serata per Mad Man. Lana Parrilla è la protagonista, la Regina, in C’era una volta. Ecco la sua cinguettata: “La migliore fortuna per le talentuose e bellissime Tatiana Maslany e Christina Hendricks per stasera agli Emmy Awards 2015. Io sono con voi ragazze”. Clicca qui per il tweet. Segui la diretta dell’evento in diretta streaming su Rai 4, clicca qui.

Tatiana Maslany si presenta con la nomination di miglior attrice protagonista con i suoi ruoli in Orphan Back. La Maslany è un’attrice canadese davvero bellissima che compierà 31 anni il 22 settembre prossimo. Ha esordito nel 2004 nel film di B. Sullivan Licantropia Apocalypse, il ruolo che l’ha resa famosa però è l’apparizione nella serie Orphan Black che gli ha dato grande successo nel corso del tempo. Sul carpet si è presentata molto semplice con una lunga gonna rosa e una magliettina nera e trucco leggero che risalta il suo splendido viso. Per vedere la foto clicca qui.

Gli Emmy Awards 2015 sono stati anticipati dai Primetime Creative Arts Emmy Award lo scorso 12 settembre sempre presso il Microsoft Theatre di Los Angeles. Sono stati assegnati quattro premi durante questa manifestazione. Reg E. Cathey ha vinto il premio come miglior attore guest star in una serie drammatica per il ruolo di Freddy Hayes in House of Card – Gli intrighi del potere. Margo Martindale quella come attrice guest star per Claudia in The Americans. Bradley Whitford ha vinto il premio Miglior attore guest star in una serie commedia con il ruolo di Marcy in Transparent, mentre Joan Cusack quella come attrice con Sheila Jackson in Shameless.

Il programma più nominato per gli Emmy Awards 2015 è Game of Thrones con addirittura otto nomination. Da noi italianizzato ne Il trono di spade è una serie di genere fantasy che è stata ideata da D.B.Weiss e David Benioff. Dal suo lancio nel 2011 l’abbiamo visto evolversi in cinque stagioni per cinquanta episodi da 50 minuti l’uno. La serie è diventato un vero e proprio cult anche nel nostro paese diventando programma citatissimo anche in programmi televisivi e in cartoni animati di ogni genere, oltre che bersaglio delle solite parodie. I riconoscimenti dagli Emmy sono già arrivati prima di incoronare i vincitori, perchè come andrà otto nomination rimangono un successo.

La cerimonia degli Emmy Awards 2015 sarà presentata da Andy Samberg. Questi è un comico di Berkeley di 37 anni. Questi ha una breve carriera da attore cinematografica ferma al 2013 quando ha recitato nel suo, al momento, ultimo film Un weekend da bamboccioni 2. Il suo debutto è da fissare al 2007 quando recità in Hot Rod – Uno svitato in moto per la regia di Akiva Schaffer. Sono molte anche le apparizioni in tv dove è diventato famoso con la serie televisiva Arrested Development – Ti presento i miei del 2005. Nel 2009 ha inoltre condotto gli Mtv Movie Awards direttamente dall’Universal City della California.

Questa notte, ora italiana, andranno in onda gli Emmy Awards 2015 che saranno trasmessi da Rai 4 per il nostro paese. Verranno premiate diverse categorie  e la cerimonia sarà presenziata da Andy Samberg. Il 23 novembre prossimo invece andrà in scena la 43ma edizione degli International Emmy Awards e si svolgerà dall’Hilton Hotel di New York. Un evento atteso in tutto il mondo perchè gli Emmy sono considerati dagli addetti ai lavori della televisione alla stregua dell’Oscar per il cinema. Un evento che quindi interesserà molti paesi nel mondo e che con la manifestazione di oggi avrà molto in comune per diversi fattori.

Andiamo a rivedere quali furono i vincitori categoria per categoria della kermesse del 2014. La migliore serie drammatica è stata Breaking Bad, vero e proprio fenomeno della scorsa stagione. Per Miglior Serie Commedia ha vinto Modern Family. Il premio della Miglior Miniserie se l’è aggiudicato Fargo reinterpetazione del capolavoro dei fratelli Coen. Il migliore film per la televisione è stato The Normal Heart. The Amazing Race ha vinto la categoria Talent Show, The Colber Report quella Varietà. Tra gli attori è stato un vero e proprio trionfo per Jim Parsons, Sheldon Cooper di The Big Bang Theory.

Questa notte, ora italiana, andranno in scena gli Emmy Awards 2015. Questi vedranno luogo al Microsoft Theatre di Hollywood a Los Angeles negli Stati Uniti. Sono diverse le serie che anche in Italia hanno avuto un discreto successo. Vi ricordiamo di seguito le categorie e relative nomination: Miglior Serie Drammatica – Betteer Call Saul, Downton Abbey, Homeland Caccia alla Spia, House of Cards gli intrighi del potere, Mad Men, Orange is the new black, Game of Thrones; Miglior Serie Commedia – Louie, Modern Family, Parks and Recreation, Silicon Valley, Transparent, Unbreakable Kimmy Schmidt, Veep Vicepresidente incompetente; Migliore miniserie – American Crime, American Horror Story: Freak Show, The Honourable Woman, Olive Kitteridge, Wolf Hall; Miglior talent show – The Amazing Race, Dancing with the stars, Project Runway, So you think you can dance, The voice, Top Chef; Miglior talk show – The Colbert Report, The Daily Show, Jimmy Kimmel Live!, Last Week Tonight with John Oliver, Late show with David Letterman, The tonight show starring Jimmy Fallon; Migliore sketch – Drunk History , Inside Amy Schumer, Key & Peele, Portlandia, Saturday night live. Ci sono poi tantissime nomination anche per Regia, Sceneggiatura e Attori.

Potrebbe essere un momento cruciale per Orphan Black. Il drama arriva questa sera alla sua ennesima cerimonia per gli Emmy Awards 2015  e i fans sperano che sia questa la volta giusta per la serie e i suoi protagonisti. Orphna Black ha portato a casa Critic’s Choice Awards e Tca Awards, riuscirà questa sera a portare a casa anche un Emmy? I fans lo sperano così come lo spera Tatiana Maslany in corsa per la sezione di miglior attrice protagonista in una serie drammatica.

I protagonisti di questa edizione degli Emmy Awards 2015 sono già entrati nel clima della cerimonia ieri sera quando hanno sfilato sul red carpet della vigilia. Tra questi c’è anche Michael Kelly, grande protagonista di “House of cards – Gli intrighi del potere”. L’attore ha postato qualche ora fa sul suo profilo Twitter una foto che lo ritrae sorridente mentre in auto con la moglie si dirige verso il tappeto rosso: “La sera prima degli Emmys. Con l’amore della mia vita” (clicca qui per vedere la foto). Michael Kelly e House of cards porteranno a casa il premio per la miglior serie drammatica? Lo scopriremo stasera.

Stasera andranno in scena gli attesissimi Emmy Awards 2015 e le star delle serie tv hanno già sfilato sul red carpet alla vigilia dell’evento. Tra questi c’era anche Mandy Patinkin, che in Homeland – Caccia alla spia interpreta una delle colonne portanti della serie tv, Saul Berenson. Homeland è tra i candidati a uno dei premi più importanti, quello per la miglior serie drammatica e, pur essendo tra i favoriti, deve battere altri importanti avversari come “Better call Saul”, “Il trono di spade” e “House of cards – Gli intrighi del potere”. In una foto pubblicata su Twittter dall’account si Showtime, il canale che ospita Homeland, vediamo il selfie scattato da Mandy sul red carpet, con fotografi e curiosi intenti a fotografarlo alle sue spalle. Clicca qui per vedere lo scatto.

Il weekend degli Emmy Awards 2015 e sul red carpet c’era anche l’affascinante Whitney Carson, ballerina professionista che ha ricevuto la nomination per la sua partecipazione a Dancing with the stars, la versione americana del nostro Ballando con le stelle. Nella foto pubblicata su Twitter da Toiphotogallery vediamo la biondissima Whitney sul tappeto rosso con dietro la locandina dell’evento: la carson indossa un lungo abito color carne con un ampio spacco che mette in mostra le bellissime gambe. Clicca qui per vedere la foto.

Oggi, domenica 20 settembre 2015, presso il Microsoft Theatre di Hollywood (Los Angeles) andrà in scena – sotto labile guida di Andy Samberg del Saturday Night Live – la premiazione della 67 edizione dei Primetime Emmy Awards, le cui candidature sono state annunciate il luglio scorso al Pacific Design Center. Qui in Italia, sarà possibile gustarsi sul piccolo schermo tutta la cerimonia grazie alla messa in onda di Rai 4: il quarto canale nazionale, infatti, proporrà gli Emmy Award a partire dalluna di notte, e ovviamente la kermesse sarà disponibile anche in diretta streaming sul sito di Rai.tv.

Tante le categorie che vanno a comporre gli Emmy Award e tante anche le candidature di serie televisive che sono arrivate fin qui in Italia: tra quelle che hanno ricevuto il maggior numero di nomination, impossibile non nominare Game of Thrones e Transparent. In particolare, verranno premiate: Miglior serie drammatica (tra i nominati anche Orange is the New Black e House of Cards), Miglior serie commedia (Transparent e Veep), Miglior miniserie (The Honourable Woman) e Miglior Talent Show (sempre tra i nominati, Project Runaway), Miglior varietà talk show e Miglior varietà di sketch. Si passerà poi ai premi per la recitazione, con Miglior attore e attrice protagonisti in una serie drammatica (neanche questanno mancano Kevin Spacey e Robin Wright con House of Cards, e Viola Davis per il ruolo in How to Get Away With Murder), commedia e miniserie; e Miglior attore o attrice non protagonista in una serie drammatica (menzioniamo Lena Headey per il ruolo di Cersei Lannister e Peter Dinklage per quello di Tyrion Lannister), commedia o miniserie. Si passerà infine alla categorie riguardanti la sceneggiatura e la regia.

Alcune delle novità introdotte questanno riguardano proprio le categorie. Per esempio, per quanto riguarda Miglior serie drammatica il numero di nomination si è alzato da sei a sette. Invece, la categoria miniserie è stata ristretta a trasmissioni della durata limitata (circa 150 minuti) e che in ogni caso non presenteranno una stagione successiva ai primi appuntamenti proposti. Infine, come si può leggere sopra, la categoria Miglior varietà è stata divisa in talk show e sketch comici.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori