LA PROVA DEL CUOCO/ Ricette puntata 22 settembre 2015: torna la Clerici, trionfano i tortelli di bieta e cacio ricotta

- La Redazione

La prova del cuoco, le ricette della puntata di ieri 22 settembre 2015. Tornata Antonella Clerici in grande spolvero, trionfano i tortelli di bieta e cacio ricotta. Anticipazioni di oggi

la-prova-del-cuoco
La prova del cuoco: estrazione di Lotteria Italia

Antonella Clerici è tornata più in forma che mai e anche oggi alle ore 12 su Rai 1 attende i suoi ospiti culinari ne La prova del cuoco. Tra qualche minuto comincerà la sfida tra i concorrenti Simone e Dragos affrontano Ambra Romani, mentre il piatto del giorno Alessandra Spisni sono i tortelli di magro con burro e oro. Anna Moroni presenterà invece le sue melanzane in carrozza, mentre Luisanna Messeri preparerà il carpaccio con salsa universale. In attesa di scoprire quali altre prelibatezze verranno preparate, vi proponiamo le ricette presentate ieri, semmai ve le foste perse basta leggere qualche riga e potrete imparare nuovi deliziosi piatti originali.
Per prima cosa ieri Natalia Cattelani ha proposto una ricetta in quattro mosse: rotolini di roast beef ripieni. Questi gli ingredienti base: un bicchiere di orzo, due bicchieri di acqua, verdure di stagione a dadini, roast beef, mezzo bicchierino di succo di limone, dello Zenzero e poi ancora peperoncino, olio e sale. Come prima mossa va cotto l’orzo, versando un bicchiere di orzo e due bicchieri di acqua fredda in una pentola, poi va chiuso il coperchio, lasciando cuocere per 30 minuti: il sale va aggiunto solo a fine cottura. Seconda operazione prevede invece la preparazione delle verdure. In questo caso zucchine, peperoni e cipolla, ma va bene qualsiasi tipo di verdura, purché di stagione. Tagliamo le verdure a dadini e, strizzandole, facciamole saltare in padella con un filo d’olio. Terza mossa sarà poi quella di creare effettivamente i rotolini. In una ciotola, uniamo orzo e verdure: sarà il nostro ripieno gustoso per i rotolini. Adagiamo il ripieno sulle fettine di roast beef e arrotoliamo il tutto facendo attenzione a stringere bene. Quarta e ultima mossa, la salsa. Olio, mezzo bicchierino di limone, peperoncino, zenzero a pezzi e sale sono gli ingredienti per la nostra salsa. Shakeriamo il tutto in un vasetto e andiamo ad irrorare i nostri rotolini con la salsa. Cosa abbiniamo invece come bevanda con un piatto così? Non sempre il vino rosso è il miglior accompagnamento per la carne. Con una ricetta fresca come questa l’ideale è stappare un Sauvignon proveniente dai colli bolognesi, dal profumo delicato.
Ieri Anna Moroni ha poi preparato un dolce particolare, un plumcake con carote e arancia, ecco gli ingredienti di questa seconda ricetta: due carote, un’arancia, un vasetto di yogurt, due uova, un vasetto di zucchero, una buccia d’arancia grattugiata, un vasetto di farina, mezzo vasetto di farina di mandorle, una bustina di lievito e un pizzico di sale. La storica protagonista de La prova del cuoco ci insegna a creare un dolcetto con la polpa avanzata dal centrifugato di carote. Se non avete la centrifuga, potete realizzare ugualmente il plumcake utilizzando la carota grattugiata. Va tagliata a pezzi la carota e buttatanella centrifuga, poi aggiungiamo un’arancia a cui avremo preventivamente grattato via la buccia, che ci servirà successivamente per l’impasto. Mettiamo lo yogurt, le uova, lo zucchero e la buccia di arancia (non troppa altrimenti renderà l’impasto amaro) in una ciotola. In un’altra ciotola uniamo la farina normale, la farina di mandorle e le due carote. importante lavorare le parti liquide e quelle solide separatamente. Aggiungiamo una bustina di lievito e il sale. Successivamente uniamo il contenuto delle due ciotole, versando la ciotola dei liquidi all’interno di quella dei solidi. Solo se ce ne è bisogno (ossia se l’impasto è troppo secco), uniamo al tutto un po’ del succo della centrifuga. Infine prendiamo uno stampo da plumcake imburrato e infarinato, versiamoci dentro l’impasto e inforniamo. Come sempre quando si tratta di dolci che hanno bisogno di asciugare, la cottura deve avvenire in forno statico a 180 gradi per 40 minuti. Per accertarsi che il dolce sia a puntino, la Moroni consiglia di affidarsi alla prova “stecchino”: solo se lo stecchino esce asciutto il dolce è davvero pronto!
Le gare dei cuochi invece ieri tra il Pomodoro rosso e il Peperone verde ha visto la vittoria di quest’ultimo con un piatto speciale: ecco preparazioni e ingredienti delle varie ricette della sfida, partendo dal Pomodoro rosso: finocchietto selvatico, pomodorini datterini, controfiletto di manzo, cipolla di tropea e cicoria. Con essi la squadra del Pomodoro realizza delle tagliatelle con pomodorini al profumo di finocchietto selvatico e un cotto e crudo di manzo. Questo secondo piatto è formato da un filetto scottato su una padella ben calda (tre minuti per parte) e servito con un composto di bieta e cipolle di tropea, e un battuto di manzo crudo condito con olio, sale e capperi. Questi invece gli ingredienti della squadra del Peperone verde: petto di pollo, bieta, cacio ricotta, guanciale e un cetriolo. Con essi la squadra del Peperone verde realizza dei tortelli di bieta e cacio ricotta al sugo di guanciale e scalogno e degli straccetti di pollo adagiati su un’insalata di cetrioli e avvolti in una salsina preparata con panna, senape, limone, sale e pepe. Nulla da fare, i tortelli hanno sbancato e la vittoria viene assegnata al Peperone verde!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori