MATTEO/ Riuscirà a migliorare la sua tecnica ed usare maggiore concentrazione questa sera? (Bake Off Italia 2015, quarta puntata 25 settembre)

- La Redazione

Matteo, il concorrente del talent di cucina in onda su Real Time non ha un ottimo rapporto con i giudici e deve migliorare le sue capacità (Bake off Italia 2015, quarta puntata 25 settembre)

Benedetta-Parodi
Benedetta Parodi

Oggi, venerdì 25 settembre 2015, va in onda su Real Time la quarta puntata di Bake off Italia il talent show, condotto da Cristina Parodi. Prima di scoprire le nuove ricette di questa sera, vediamo chi è il concorrente Matteo. Matteo è stato lunico fra i pasticceri di questa edizione di Bake off Italia ad avere contrasti con i giudici fin dal primo giorno. La sua performance gli ha comunque dato ragione in qualche caso ma come avevamo già evidenziato precedentemente, leccesso di sicurezza per questo concorrente potrebbe compromettere del tutto la sua possibilità di proseguire.

In questa puntata Matteo si è dimostrato da subito molto tranquillo soprattutto durante la spiegazione della ricetta del Crumble in cui si sentiva molto preparato. Matteo per questa sfida creativa ha optato per un Crumble alla cannella, mele e mirtilli mentre il secondo Crumble lo ha farcito con pere e cioccolato. Quando i giudici gli si sono avvicinati per osservare la sua tecnica nella preparazione del dolce, Matteo si è posto di nuovo in opposizione a Knam, soprattutto quando il giudice gli ha chiesto a quale età avesse cominciato a fare il primo dolce. Per lassaggio Knam sceglie il Crumble pere e cioccolato giudicandolo troppo asciutto nel complesso e trovando linterno ancora crudo nonostante la torta presentasse una crosta gratinata. Il giudice gli fa notare anche che il fatto di non aver usato nessun tipo di crema per legare fra loro le pere ha fatto sì che alla fine il dolce non fosse compatto. Knam ha voluto far comprendere al pasticcere limportanza di questo particolare chiedendogli appunto di assaggiare il dolce a sua volta. Matteo si è mostrato concorde nella critica ricevuta tirando anche un sospiro di sollievo perché la scelta dellassaggio era ricaduta alla fine sul Crumble che aveva realizzato meglio.

Nella sfida tecnica Matteo ha cominciato a mostrare qualche difficoltà anche se linizio poteva sembrare promettente tanto da fargli ricevere le lodi di Benedetta per la cura con cui stava stendendo il Pan di Spagna della torta Tobos. Subito dopo però il pasticcere subisce una battuta d’arresto perché dimentica il Pan di Spagna nel forno e lo brucia. Matteo tuttavia non demorde e corre ai ripari preparando una nuova base ma anche questa si brucia nuovamente. Matteo è quindi costretto a presentare un dolce incompleto sia perché alla torta mancava l’ultimo strato di caramello sia perché non era riuscito a mettere tutti i dischi che Knam aveva richiesto nella ricetta. Per Matteo questo è stato l’inizio della fine e il pasticcere non è riuscito a trattenere le lacrime nonostante il consiglio dell’amica Giulia di aspettare il verdetto finale. Al momento dell’assaggio della sua torta Tobos, Knam critica l’estetica del dolce preparato da Matteo ma lo giudica complessivamente buono. Grazie allerrore molto più grave di altri concorrenti, Matteo si riesce a salvare arrivando al quart’ultimo posto.

In questa nuova puntata Matteo sta cominciando sensibilmente a vacillare. Già negli scorsi episodi avevamo potuto notare come la sua eccessiva sicurezza lo porti poi a compiere degli errori anche piuttosto gravi durante la preparazione dei dolci. Il pasticcere ha quindi nel complesso un andamento altalenante in cui passa da una posizione di apparente vantaggio ad una di sicuro svantaggio. La forza di Matteo sta soprattutto nel fatto di essere un po’ più bravo rispetto agli altri concorrenti e di saper usare in maniera saggia i consigli di cuochi un po’ più ferrati come Giulia o Ida. Purtroppo se Matteo dovesse continuare così potrebbe dover dire addio alla possibilità di rimanere nel programma molto presto visto che Knam ha già annunciato che alzerà il livello di difficoltà.

Matteo dovrebbe anche migliorare il rapporto con i giudici, un reale tallone d’Achille per lui, ricordandosi che chi è solito dire di poter puntare in alto deve poi avere la sicurezza di non deludere le aspettative. Il pasticcere è sicuramente meno preparato nelle sfide tecniche dove lo abbiamo visto compiere dei grandi errori in tutte le puntate di questa edizione. La sua proverbiale fortuna lo ha aiutato tuttavia anche questa volta ed è proprio il caso di dire che è esclusivamente dovuta ad un evento non prevedibile.

Knam ha annunciato la sua volontà di portare i pasticceri ad un livello maggiore per le loro creazioni sia per le sfide creative che per quelle tecniche. Matteo deve sicuramente migliorare la parte tecnica ma soprattutto la concentrazione perché abbiamo potuto vedere come la tensione e lo stress compromettano del tutto la sua resa finale nella preparazione dei dolci. Matteo potrebbe essere sicuramente avvantaggiato rispetto agli altri se riuscisse a porsi con più umiltà nei suoi stessi confronti adottando un atteggiamento più da apprendista che da maestro. Quest’alta opinione che ha di sé, infatti, lo porta sempre a non dimostrare di essere all’altezza di ciò che ci si potrebbe aspettare da lui e di ciò che promette.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori