THE FOLLOWING 3/ Anticipazioni puntata 28 settembre 2015: Ryan si discolpa dalle accuse fatte da Clarke

The Following 3, anticipazioni puntata 28 settembre 2015: Ryan partecipa a una conferenza stampa per discolparsi dalle accuse di menzogna fatte da Clarke, Kyle e Daisy iniziano a dubitare

28.09.2015 - La Redazione
the-following-R439
The Following 3, in prima Tv su Top Crime

Stasera, lunedì 28 settembre 2015, torna la terza stagione di The Following sul piccolo schermo di Premium Crime. Andranno in onda il terzo e il quarto episodio, dal titolo Smascherato e La casa. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: un anno dopo larresto di Joe Carrol (James Purefoy), Ryan (Kevin Bacon) partecipa ad un ricevimento di nozze di alcuni amici con la nuova compagna Gwen (Zuleikha Robinson) ed in cui è presente anche Mike (Shawn Ashmore), appena tornato da una lunga assenza. Ryan brinda agli sposi ma le sue parole vengono interrotte da un uomo che gli lancia del sangue addosso chiamandolo assassino per aver ucciso la figlia Sherry. Il giorno dopo in centrale Ryan ascolta la relazione di Mike riguardo alle ultime novità su Mark (Sam Underwood) mentre in un albergo Daisy (Ruth Kearney) e Kyle (Hunter Parrish) uccidono una coppia rubandone lidentità. Ancora ignaro Ryan risale allindirizzo dei Miller per fare ammenda ma scopre che luomo visto la sera prima non è il padre di Sherry.

Intanto Andrew Jacobs (Michael Irby) ha raggiunto infatti Daisy per dare un messaggio di sangue a Ryan. Poco dopo quindi Andrew aggancia una nuova vittima in un gruppo di auto-aiuto per familiari in lutto. Mike riesce ad ottenere una traccia di Andrew in unabitazione abbandonata ma quando la squadra arriva sul posto si trova di fronte ad un triplice omicidio diretto questa volta a Max (Jessica Stroup). Vedendo la scena Mike ha una sensazione di deja vu e infatti Ryan capisce che si tratta di una rappresentazione del momento in cui Max uccise Luke (Shan Agish) e che quindi il messaggio proviene direttamente da Mark e dai suoi nuovi seguaci. Ryan intuisce anche che Mark sta inscenando le morti dei familiari e che quindi il prossimo bersaglio sarà una sosia della madre Lily (Connie Nielsen). LFBI individua il locale in cui si trova Mark in quel momento ma Ryan arriva troppo tardi e al suo posto si imbatte solo in Andrew. Durante lallenamento mattutino Ryan viene informato che il governo ha trovato una corrispondenza con il sangue che Andrew gli ha lanciato contro al ricevimento. Nel frattempo Mark si sta preparando ad un nuovo crimine facendo sparire la macchina di Andrew e supervisionando larma con cui questa volta vuole uccidere un agente dellFBI.

I suoi seguaci stanno cominciando a nutrire forti dubbi sulla salute mentale del leader ma Daisy suggerisce di continuare ad assecondarlo per evitare che li uccida. In centrale Ryan risale alla vera identità di Andrew scoprendo che la moglie ne ha denunciato la scomparsa nel giorno in cui luomo ha ricevuto una chiamata raggiungendo lo stesso luogo da cui Mark era fuggito. Mike mette alle strette Andrew parlandogli della famiglia ma lui svela che si trattava di una copertura e Ryan capisce che Lily lo aveva scelto come potenziale padre per i suoi figli. Andrew suggerisce loro di confessare prima che sia troppo tardi e infatti in quel momento Kyle ha trovato una nuova vittima. Grazie ad unintuizione di Ryan lFBI riesce a rintracciare il furgone di Andrew per poi risalire al nuovo rifugio di Mark ma mentre la squadra ingaggia una sparatoria con un seguace Mark ha tutto il temo di fuggire. Nel garage Ryan trova le foto di Anna (Joy Osmanski) e capisce che Mark la vuole usare per arrivare a Jeff Clarke (Felix Solis). LFBI riesce ad arrivare in tempo per salvare Anna da una morte per soffocamento ma di Clarke non cè nessuna traccia. Mark si mette in contatto con lFBI tramite Skype intimando a Ryan di indire una conferenza stampa per dire la verità ed evitare che Jeff muoia. Mendez (Valerie Cruz) scopre che Andrew è in realtà un seguace di Joe e che hanno in comune un professore che Ryan interroga senza successo. Jeff riesce a mettersi in contatto con Ryan e a farsi localizzare ma l’FBI arriva troppo tardi.

Negli episodi di The Following 3 in onda stasera, Ryan partecipa a una conferenza stampa per discolparsi dalle accuse di menzogna fatte da Clarke. In questoccasione spiega ai giornalisti che la sua confessione è stata fatta sotto costrizione e che Mark e i suoi seguaci sono responsabili della sua morte. Kyle e Daisy mettono in dubbio la loro collaborazione con Mark nel momento stesso in cui Ryan fornisce un loro identikit alla stampa tramite cui fa sapere loro di contattarlo. In seguito i due ragazzi ricevono un file da Julianna su Mark contenente i codici per lallarme suggerendo che rimangano con loro. Intanto Mark rapisce due reporter e ne uccide uno per costringere laltro ad intervistarlo per dare la sua versione dei fatti ma luomo cerca di fuggire e Daisy lo uccide. LFBI scopre che il responsabile della morte di Andrew è Neil che localizzano grazie al GPS installato sul padre malato di demenza. Appena lo catturano Neil minaccia di sparare a Ryan ma Max lo ferma prima. Mark e i suoi seguaci uccidono alcuni pompieri allinterno della loro caserma e il giorno dopo Daisy e Kyle forniscono allFBI alcune immagini sullabitazione di Mark che riesce tuttavia a fuggire capendo che i suoi adepti lo hanno tradito. Nellabitazione del leader Ryan si rende conto che il suo prossimo obiettivo è la figlia di un giudice coinvolto nel processo Strauss. In città scoprono successivamente che Daisy e Kyle stanno per essere uccisi ma riescono a salvarli entrambi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori