GENERATION WAR/ Anticipazioni e diretta streaming puntata 4 settembre 2015: su Rai 3 la prima parte della miniserie con Volker Bruch

- La Redazione

Generarion War, anticipazioni prima parte in onda oggi, venerdì 4 settembre 2015, su Rai 3: la miniserie vede Volker Bruch tra i protagonisti, insieme a Tom Schilling e Miriam Stein

logorai_R115
Il film in onda su Rai 3

Va in onda tra pochissimo la prima puntata di ‘Generation war’, la miniserie tedesca con Volker Bruche Tom Schilling che racconta le vicende della Seconda Guerra Mondiale raccontate dal punto di vista di cinque giovani amici tedeschi. In questo primo episodio la compagnia, fatta da due soldati, un ebreo, una crocerossina ed una aspirante cantante, fanno una festa d’addio e si danno appuntamento al Natale seguente, certi che la guerra sarà finita. Nel frattempo Charlotte, una di loro, sarà indecisa se dichiararsi al suo amato e Greta, la sua amica, sarà costretta a tenere in segreto la sua storia d’amore clandestina. Vi ricordiamo che sarà possibile seguire ‘Generation war’ su Rai 3 alle 21.00 oppure in diretta streaming sul sito di Rai TV cliccando qui.

Va in onda questa sera alle 21.00 su Rai 3 la prima parte della miniserie tv Generation War, un prodotto creato per la televisione tedesca, girato e sceneggiato da Philipp Kadelbach ed interpretato, tra gli altri, da Volker Bruch, Tom Schilling, Miriam Stein, Katharina Schüttler e Ludwig Trepte. La serie prevede due sole puntate, la seconda sarà trasmessa nelma prima serata di domani.

Ci troviamo nella Germania del 1941, la nazione tedesca è già in guerra e Hitler, che detta legge in quasi tutta l’Europa, sta dando segni di efferata violenza. Un gruppo di cinque amici ventenni, tutti giovani tedeschi, si ritrova nel retro di un bar per una festa gioiosa che celebri la partenza dei fratelli Winter e di Charlotte. I primi due eserciteranno come soldati al fronte, la donna invece militerà ad est come crocerossina negli ospedali di campo, che seguono silenziosamente e fedelmente i passi del Fhurer. Il maggiore dei fratelli, Wilhelm, è la voce narrante di tutta la storia: molto giovane, si è già distinto per il suo coraggio sui campi di battaglia di Francia e Polonia ed è benvoluto dai suoi soldati in quanto coraggioso e leale. Il minore, invece, Friedhelm, odia la guerra, che reputa inutile e dannosa a dispetto del parere del padre, che lo considera un debosciato e una nullità a confronto dell’eroe di casa, Wilhelm.

Charlotte, è segretamente innamorata di Wilhelm ma non ha il coraggio di confessargli la verità prima di partire per il fronte. La riunione degli amici è serena e festosa nonostante il velo di malinconia e paura per il destino che li aspetta. Del gruppo di amici fanno parte anche Viktor Goldstein, figlio di un sarto molto attaccato alla sua patria ma con l’ordine irrevocabile di non prendere parte alla guerra in quanto ebreo, e Greta Müller, la sua fidanzata segreta. La donna, decisa a stare con lui nonostante le leggi raziali lo impediscano, a salvarlo dalla follia omicida di Hitler e a divenire una cantante famosa, sarà disposta a qualunque cosa…Tra un bicchiere e l’altro, un frastuono spaventoso. Fa infatti irruzione nel locale una squadra di soldati tedeschi capitanati dal colonnello Dorm, chiamato da un cittadino insospettito dalla musica, dal movimento insolito e dalla presenza illegale di un ebreo.

Wilhelm, dopo aver opportunamente fatto nascondere Viktor, giustifica la baldoria come addio prima della loro partenza per il fronte. L’uomo, abbagliato dalla bellezza di Greta, la convoca per il giorno successivo allo scopo di un ulteriore chiarimento. La festa termina ma tutti si salutano con gioia. Sono infatti convinti che la guerra durerà poco e che l’Armata Rossa sarà sconfitta nel giro di sei mesi per far posto al dominio della Germania anche in Europa orientale.  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori