INNOCENTI BUGIE/ Su Italia 1 il film con Cameron Diaz e Tom Cruise. Trailer

- La Redazione

Stasera, venerdì 4 settembre 2015, su Italia 1 va in onda il film d’azione “Innocenti bugie”, con i mitici Cameron Diaz e Tom Cruise. Vediamo la trama della pellicola

Foto-Mediaset
Mediaset

Questa sera alle 21.10 Italia 1 trasmetterà ‘Innocenti bugie’, un film d’azione americano del 2010 girato da James Mangold ed interpretato da Tom Cruise e Cameron Diaz. La trama racconta di June, una giovane donna che incontra, su un aereo diretto in Cansas, l’agente segreto Roy Miller. Dopo un breve ma intensisimo dialogo, mentre la donna è in bagno, la spia viene coinvolta in una sparatoriaed è costretto, per proteggerla, a scappare con June, che suo malgrado viene coinvolta nella misteriosa missione di quell’ancor più misterioso ed attraente compagno di volo. Ecco il trailer del film.

Innocenti Bugie, film in onda stasera su Italia 1, è un film commedia del 2010 diretto da James Mangold, su sceneggiatura di Patrick ONeil, mentre i produttori sono Todd Garner, Cathy Konrad, Steve Pink e Joe Roth. Le case di produzione sono la New Regency Pictures, la Road Rebel, Regency Enterprises, Tree Line Films, Twentieth Century-Fox Film Corporation e anche la Wintergreen Productions. La fotografia è stata curata da Phedon Papamichael, mentre il montaggio è di Quincy Z. Gunderson e Michael McCusker. La scenografia è infine opera di Andrew Menzies. Oltre a Tom Cruise e Cameron Diaz, fanno parte del cast Peter Sarsgaard, Paul Dano, Jordi Mollà, Maggie Grace, Marc Blucas e Viola Davis.

Nel 2010 James Mangold riporta sulle scene una coppia d’attori che non si ritrovava fianco a fianco dai tempi di Vanilla Sky del 2001, Cameron Diaz e Tom Cruise, per un’avvincente commedia dal titolo Innocenti Bugie, uscita negli USA come Knight and Day, in onda stasera su Italia 1. La trama del film. June si scontra con Roy per ben due volte in aeroporto, e poco dopo, quando arriva il momento d’imbarcarsi, le dicono che dovrà prendere un volo successivo. A farlo è stato l’agente Fitzgerald, che la crede in combutta con Roy. Sull’aereo lei si fa prendere da Roy, che l’ammalia col suo fascino e la parlantina, al punto da andare in bagno per darsi una sistematina. Quando torna trova tutti morti, fatti fuori da Roy, che riesce a portare l’aereo a terra, per poi drogarla e dirle che, una volta svegliatasi, non dovrà fidarsi degli agenti che tentaranno di portarla via con loro. Lei va al matrimonio della sorella, ma viene portata via da alcuni agenti di Fitzgerald. Roy arriva e la salva, ma sembra un rapimento.

June chiama il suo ex, Rodney, che la porta via ma non crede a una parola di quanto raccontato da lei. Roy allora arriva, minaccia tutti con una pistola e la porta via come ostaggio. Una volta rimasti soli, lui prova a spiegarle di come sarà più al sicuro con lui. June accetta di seguirlo e insieme si mettono sulle tracce di Simon Feck, un inventore che ha creato una batteria rivoluzionaria di nome Zephyr. Vanno a Brookly ma qui scoprono che l’uomo è fuggito, lasciando un indizio nel magazzino dove lavorava. A questo punto vengono attaccati dagli scagnozzi di un trafficante d’armi spagnolo, Quintana. June viene drogata e catturata, per poi venir trasportata in Spagna. Miller riesce a portarla in salvo anche in questo caso, conducendola in una sorta di safe house. June però accetta una telefonata da sua sorella, il che rende il suo cellulare rintracciabile nuovamente. Quintana non impiega molto nel trovarla. I suoi uomini tentano in tutti i modi di farli fuori entrambi. L’unico mezzo per scappare via è un elicottero, ma June ha il terrore di volare.

Proprio per questo Roy si vede costretto a metterla fuori gioco prima di poterla far salire e trascinarla via. Roy riesce a scovare Feck, e insieme a June salgono su un treno diretto in Austria. June viene attaccata da Bernard, un assassino inviato da Quintana. Ne nasce uno scontro e il killer viene ucciso da un altro treno. I tre arrivano a Salisburgo, dove Roy incontra il braccio destro di Quintana, Naomi, così da trovare un accordo. June lo segue e travisa le sue parole, credendo che lui non tenga a lei. A questo punto viene portata via da Fitzgerald e da Isabel, direttrice della CIA, che le dicono che Roy l’ha usata per tutto il tempo, e che è un traditore intenzionato a vendere la batteria a Quintana. June consente allora alla CIA di trovare Roy, ma questi riesce a fuggire. Gli agenti riescono a colpirlo, e così, privo di sensi, cade nel fiume. Feck viene preso in custodia e portato in Germania da Fitzgerald, che è il vero traditore. June va a un indirizzo che ricorda d’aver visto sul telefono di Roy, trovando i suoi genitori. Il suo vero nome è Matthew Knight. Loro lo credono morto nell’esercito. Lui li ha aiutati per tutto questo tempo. June chiama Quintana, si fa catturare e spera Roy arrivi. Ciò avviene e Quintana viene ucciso da un toro vagante per le strade di Siviglia. Alla fine è June a drogare Roy, portandolo via da tutto e tutti. Si risveglierà nella GTO di suo padre. I due potranno dunque ricominciare insieme da qualche parte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori