REAZIONE A CATENA/ Le Cocche di Nonna vincono 2mila euro. Chi le sfiderà oggi, sabato 5 settembre 2015?

Reazione a catena, 5 settembre 2015: ieri le Cocche di Nonna hanno vinto ancora una volta, portandosi a casa altri 2mila euro. Chi proverà a sfidarle oggi? Riassunto e ascolti di ieri

05.09.2015 - La Redazione
Reazione_a_catena_Fb_r439
Reazione a catena

Anche oggi, sabato 5 settembre 2015, ritroveremo Amadeus su Rai Uno alla guida di Reazione a catena, il programma in onda alle 18.50 circa sulla prima rete del servizio pubblico. In attesa di scoprire chi giocherà oggi contro le campionesse, Le cocche di nonna, vediamo il riassunto e gli ascolti della puntata di ieri. Il game show è stato seguito da 4.497.000 telespettatori, totalizzando il 27.45% di share. Ne l’Intesa Vincente è stato invece registrato il 23.74% di share grazie a 3.114.000 telespettatori. Ecco cos’è successo nello show condotto da Amadeus che vede protagonista, quasi da dieci giorni, le Cocche di Nonna, campionesse con portafoglio che salutano immediatamente le loro nonne. Jessica, Giulia e Lucrezia si preparano ad affrontare tre ragazzi che provengono dalla Puglia, che fanno dello sport il loro modo di vivere: si tratta di Bobo, Francesco e Michele. Gli ultimi due sono fratelli, mentre il primo è cugino di loro: il trio si fa conoscere col nome di Extralarge, in quanto sono tutti abbastanza alti, e Bobo raggiunge i due metri. Stessa musica all’inizio della trasmissione, ovvero le campionesse riescono a indovinare quasi tutte le parole, dimostrando di meritare il loro lungo regno come campionesse e, secondo Amadeus, questo potrebbe durare ancora parecchio. I tre sportivi però fanno vedere di che pasta sono fatti, riuscendo a recuperare il terreno perso nella seconda parte della prima gara. Gara semplice nel gioco musicale: la prima catena musicale viene passata dalle campionesse agli sfidanti, che tentano di indovinare il brano: per il trio dei ragazzi Extralarge il brano è quello del compianto Lucio Dalla, ovvero Attenti al Lupo. Errore che costa del denaro al trio di sportivi, i quali non sono riusciti ad indovinare il vero titolo, ovvero Ma l’amore no di Arisa, uscito nel 2010. Situazione opposta nella risoluzione della seconda catena musicale: i ragazzi riescono ad indovinare il brano, intitolato Inevitabile e cantato dal duo formato da Eros Ramazzotti e Giorgia. Gli sfidanti ovviamente sentono la possibilità di poter tentare il sorpasso, e Bobo riesce ad indovinare subito la parola che si cela dietro al gioco successivo, ottenendo ottomila euro per la sua squadra, nonché gli applausi da parte del pubblico e da Amadeus, che non si aspettava una reazione tale da parte degli sfidanti. Le campionesse non si fanno spaventare, e compiono la stessa operazione con le due parole successive: Giulia spiega anche, in maniera goffa e confusa, il perché ha scelto il termine Parrucchino, facendo sorride anche le sue compagne di squadra, oltre che gli avversari ed il pubblico in studio. Nella gara dell’Una tira l’altra, le campionesse adottano una strategia differente in entrambe le catene: riescono infatti a concludere quella principale ma, per evitare di regalare del denaro ai loro avversari, decidono di passare la catena finale, che i loro avversari non riescono a chiudere in maniera corretta, regalando in be due occasioni del denaro alle loro avversarie. Saranno i maschi a partecipare, come prima squadra, alla sfida dell’Intesa Finale: purtroppo però, indovinano solo due parole, visto che Bobo e Francesco non riescono a formulare la frase corretta per far capire a Michele la parola esatta, che si arrabbia parecchio con loro. La faccia di Michele diventa scura quando vede che le campionesse eguagliano il loro record di quattordici parole: gli sfidanti abbandonano lo studio quasi sconsolati, lasciando spazio alle campionesse. Le tre ragazze di Bari, studentesse di ingegneria, appaiono inizialmente fuori forma nella sfida finale, visto che usano subito i bonus e non indovinano alcune parole ma, ancora una volta, un guizzo di genio di Jessica permette al trio di portare a casa altri due mila euro, frutto della corretta parola indovinata che chiude la catena finale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori