COSTANTINO DELLA GHERARDESCA/ Il conduttore torna in tv. Ecco chi sono le sue preferite (Pechino Express, prima puntata 7 settembre)

- La Redazione

Costantino Della Gherardesca: il conduttore torna in televisione con lo show a cui è più affezionato. Oggi, lunedì 7 settembre 2015, debutta su Rai 2 la quarta edizione di Pechino Express

pechino_express_costantino_Baru_R439
Costantino Della Gherardesca alla sua prima partecipazione a Pechino

Il conduttore di Pechino Express, parlando in esclusiva con la redazione di Panorama dopo la presentazione di questa quarta edizione in partenza proprio stasera – lunedì 7 settembre 2015 – ha anche ammesso quale delle coppie è riuscita ad aggiudicarsi il posto tra le sue preferite: si tratta della Persiane, madre e figlia, ovvero Giulia Salemi e Fariba Therani. Questanno sono particolarmente legato alle Persiane, cioè Giulia Salemi e la madre Fariba spiega Costantino Della Gherardesca lei è un personaggio outsider, per niente ruffiano o scontato. Un po come Alessandra Angeli lo scorso anno, che infatti già la adora. E mi sta simpatica la coppia degli Espatriati: Pascal ha dovuto combattere per affermarsi in Kazakistan e quando mi ha raccontato la sua storia, mi sono commosso.

Costantino Della Gherardesca, con il suo sarcasmo velato, la sua ironia e professionalità, torna finalmente sul piccolo schermo per la nuova edizione delladventure game Pechino Express, sbarcato questa volta nel Nuovo Mondo. Il conduttore, classe 1977 noto soprattutto per il suo ruolo in Boss in Incognito e Hair (il talent show per parrucchieri in onda su Real Time), ha portato a termine le riprese di questa quarta edizione tornando ancora come leader indiscusso del reality: la prima edizione, lo ricordiamo, lha vissuta dallaltro lato – come concorrente, classificandosi terzo – ma in seguito il suo ruolo si è ben definito, e ora le vesti da padrone di casa gli calzano davvero a pennello. In unintervista esclusiva a Panorama rilasciata qualche giorno fa, Costantino ha voluto confermare che Pechino è in assoluto la trasmissione a cui è maggiormente affezionato, dal momento che grazie a Pechino ho conosciuto culture che probabilmente non avrei mai conosciuto. Per quanto sembri unovvietà, lesperienza del viaggio ti cambia la vita, apre la mente e ti costringe a superare i tuoi limiti. Il presentatore, inoltre – dopo aver trascorso le vacanze visitando lIran – ha anche rivelato che non gli dispiacerebbe arrivare a girare unedizione di Pechino proprio nei paesi mediorientali: Cè il rischio che prima o poi Pechino venga ambientato nei paesi mediorientali spiega Sarei felice di portare il programma in paesi dove ci sono molti pregiudizi, spesso fomentanti dalla politica, per far vedere che la situazione è molto diversa da come viene raccontata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori