LA VITA IN DIRETTA/ Il ricordo di Mike Bongiorno e il caso di Guerrina Piscaglia. Riassunto e ascolti ultima puntata (oggi, 9 settembre 2015)

- La Redazione

La vita in diretta torna sul piccolo schermo di Rai 1 anche oggi, mercoledì 9 settembre 2015, con una nuova puntata all’insegna dei temi sociali e della cronaca. Ecco il riassunto di ieri

liorni-parodi-vita-in-diretta
Marco Liorni e Cristina Parodi

Cristina Parodi e Marco Liorni tornano sul piccolo schermo di Rai 1 anche oggi, mercoledì 9 settembre 2015, con una nuova puntata de La vita in diretta, il contenitore pomeridiano della rete ammiraglia nazionale. In attesa di scoprire di che cosa si occuperanno oggi, ecco come è andata ieri e gli ascolti. La trasmissione ha raggiunto il 13.81& di share nella prima parte, con un milione e 686 mila telespettatori, raggiungendo il 19.08% nella seconda parte con un milione e 769 mila spettatori. Ancora un buon risultato, così come al debutto di lunedì: vediamo che cosa è successo e di che cosa si è discusso. In Inghilterra è stata aperta un’asta record per la torta della regina. Una sola fetta varrebbe ben 500 sterline.

Tutti attendono ormai il compleanno di colei che è stata la sovrana finora più longeva del regno inglese. La città di Venezia è da qualche giorno al centro del glamour e del cinema. Ecco dunque che non si poteva non commentare in studio il nuovo aspetto di Johnny Depp. Giampiero Mughini lo ha definito un “mostro”, sottolineando però che i divi di Holliwood tendono a ingrassare e dimagrire per esigenze di lavoro e questo sicuramente è il motivo alla base del cambiamento di immagine dell’attore. Con Marco Liorni si è tornati a parlare di sicurezza, perché il ministro Alfano ha dichiarato che sono diminuiti i reati in Italia. Eppure sono sempre molti i criminali improvvisati, che possono diventare molto pericolosi. A Milano ad esempio c’era un rapinatore che aveva preso i tassisti come suoi obiettivi e che per fortuna ora è stato arrestato. L’invito ai cittadini è quello di usare sempre senso civico e denunciare. Sono passati sei anni dalla morte di Mike Bongiorno e sua moglie Daniela è intervenuta in diretta telefonica per ricordare colui che è stato un vero e proprio mito della televisione italiana. Si è parlato poi di ragazze madri, donne coraggiose che scelgono di crescere da sole i propri figli. Mario Adinolfi ha voluto sottolineare la forza di queste donne.

Cristina Parodi ha presentato poi il caso di Irene, una ragazza che dal momento in cui ha scoperto che era incinta ha potuto subito contare sull’assistenza della sua famiglia. Così ha avuto il piccolo Lorenzo, a soli 20 anni. Lo stesso papà ha definito la figlia molto coraggiosa ad affrontare questa sua condizione. In collegamento c’era anche Barbara, una ragazza che si è vista invece abbandonata dai entrambi i padri dei suoi due figli. E’ vero che il 28 aprile ci fu un incontro tra Mirko, Lorenzo, il fratello di Mirko e Padre Graziano, come racconta il sacerdote congolese? E’ possibile che Guerrina volesse davvero fuggire da casa? Padre Graziano dice di aver incontrato Guerrina in compagnia del famoso zio Francesco il 3 maggio, cioè due giorni dopo la scomparsa della donna. Evidentemente Padre Graziano continua a non dire la verità, perché di questo signore non ci sono tracce. Intanto a La vita in diretta c’è stato uno scontro verbale tra Mirko e l’avvocato difensore di Padre Graziano. Mirko infatti nega di quella visita in canonica il 28 aprile e dice che tra lui e Guerrina andava tutto bene.

Anche quest’oggi Mirko è intervenuto in diretta continuando a smentire le affermazioni di Padre Graziano. Elena De vincenzo è andata a Bologna per ascoltare Maria, la nipote di Guerrina, molto legata a sua zia. Maria ha voluto parlare in tv per la prima volta perché non sopporta più di sentire cose non vere e commenti sgradevoli su sua zia. In chiusura si è discusso in studio di una notizia che sta facendo discutere. Pare infatti che Scattone avrà una cattedra e andrà a insegnare psicologia alle scuole superiori a Roma. Era il 1997 quando all’Università La Sapienza Marta Russo perse la vita, colpita alla testa da un proiettile sparato proprio da Scattone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori