UNA BOTTA DI VITA/ Su Rai 3 il film con Alberto Sordi, attore e artista poliedrico

- La Redazione

Oggi, mercoledì 9 settembre 2015, Rai 3 trasmette ‘Una botta di vita’, un film commedia interpretato dal famosissimo Alberto Sordi, nei panni di un pensionato. Ecco la trama del film

logorai_R115
Il film in onda su Rai 3

Una botta di vita, in onda oggi pomeriggio su Rai 3, è una commedia famosa per la fantastica interpretazione di Alberto Sordi, famosissimo attore e comico italiano. Nella sua vita l’artista non si limitò a recitare, ma prese in mano la macchina da presa come regista e si rese abile come sceneggiatore. La sua carriera venne arricchita dalle sue performance come cantante, doppiatore e compositore. Nonostante le sue mille sfaccettature, Sordi è ricordato oggi come una delle colonne portanti del cinema italiano, insieme a Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman, Nino Manfredi e Marcello Mastroianni. Sordi, chiamato il ‘mostro della commedia italiana’, si fece promotore, per il grande schermo, della oggi tanto usata ‘Romanità’. Ha  recitato anche in film drammatici, per una filmografia che comprende quasi 160 titoli.

Oggi, mercoledì 9 settembre, Rai 3 trasmette alle 16:00 Una botta di vita, una commedia del 1988 diretta da Enrico Oldoini. Il cast è composto da Alberto Sordi e Bernard Blier. Vediamo la trama: Elvio Battistini (Alberto Sordi) e Giuseppe Mondarini (Bernard Blier) sono due pensionati che vivono in un paesino. estate, le loro famiglie sono lontane e i due non hanno voglia di trascorrere il Ferragosto a casa da soli come sempre. Così decidono di optare per “una botta di vita” e di partire insieme con la macchina di Mondardini. Come prima tappa i due amici decidono di andare a Bordighera a trovare un amico di Giuseppe. Durante il viaggio le differenze tra i due pensionati risaltano subito e suscitano ilarità: mentre Mondardini è un uomo affascinante, mediamente ricco, acculturato e gran conquistatore, Elvio Battistini è un uomo di bassa estrazione sociale, parla in modo rozzo e a tratti volgare e ha un modo di ragionare che non tiene mai conto delle conseguenze di ciò che fa. Inoltre, Elvio ha un handicap: durante la guerra ha perduto la gamba destra mentre tentava di salvare un bambino da una bomba.

Proprio per colpa di questo suo difetto fisico, secondo quanto racconta, sua moglie lo ha abbandonato; per questo motivo non vuole più sentire parlare di donne, contro le quali nutre un certo disprezzo e un totale rifiuto. Quasi come per compensare alla mancanza di affetti, Elvio mangia in continuazione qualsiasi cosa riesca a trovare. Arrivati a Bordighera, i due pensionati scoprono che lamico di Mondardini è morto, così decidono di proseguire il loro viaggio verso Portofino. Durante il tragitto incontrano una ragazza che chiede loro un passaggio perché è stata abbandonata dai suoi amici. La giovane seduce Mondardini mentre arrivano a Saint Tropez. Battistini non si accorge dellintesa tra i due, perché durante il viaggio dorme molto; quando alla fine si sveglia e scopre di essere in Francia si arrabbia con il suo amico e lo costringe a riportarlo subito in Italia, adducendo come motivo il suo disprezzo per la Francia.

Ma ormai è tardi e Mondardini non può guidare di notte perché non vede bene, così i due sono costretti a trascorrere una notte lì. Battistini si arrende e ne approfitta per trascorrere una notte folle a Saint Tropez: dopo una lauta cena, i due ritrovano la ragazza alla quale avevano dato un passaggio e si uniscono ai suoi amici per una grigliata sulla spiaggia. La serata si conclude con Mondardini e Battistini che riflettono sulle proprie vite fumando hashish, fino ad addormentarsi. Al mattino una brutta sorpresa li attende: sono circondati da bagnanti nudi, essendo quella una spiaggia di nudisti. I due sono così costretti ad andarsene perché, sebbene a Giuseppe non dispiaccia l’idea di spogliarsi, Elvio non ne ha alcuna intenzione. E da quel momento il viaggio prosegue, tra strani incontri, notti brave, imprevisti e mangiate. In particolare, i due incontreranno Germaine, una donna che conquisterà Giuseppe, e poi un cuoco di nome Riccardo, un uomo che Elvio conosce bene. Alla fine, infatti, si scoprirà che la moglie di Battistini lo aveva lasciato per scappare proprio con il cuoco e non per il suo handicap. Quando la verità viene fuori, Elvio litiga furiosamente con Mondardini perché non riesce a sopportare l’idea che l’amico abbia scoperto il suo segreto. Così i due proseguono il viaggio di ritorno ognuno per conto proprio, tra mille peripezie. Alla fine, però, si ritrovano e capiscono quanto siano importanti l’uno per l’altro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori