TANGO PER LA LIBERTÀ / Finale ultima puntata e commento alla fiction di Rai 1. Buoni gli ascolti, share al 19.69%

- La Redazione

Tango per la libertà, la fiction su Rai 1 si è conclusa con la seconda e ultima parte. Dopo il finale un commento alla miniserie con Alessandro Preziosi e Rocio Munoz Morales

rocio-munoz-moralesR439
Rocio Munoz Morales

Ottimo risultato per la seconda e ultima puntata di Tango per la libertà, la fiction con Alessandro Preziosi andata in onda ieri sera su Rai Uno. L’ultimo appuntamento con questa miniserie ha infatti registrato un exploit in termini di ascolti, passando dal 18.50% di share della prima puntata al 19.69% . Anche i telespettatori sono aumentati: se infatti martedì erano 4.768.000 quelli sintonizzati su Rai Uno, ieri la fiction ha incollato davanti al televisore ben 5.191.000 persone.

Ieri sera, mercoledì 13 gennaio 2016, si è conclusa la miniserie “Tango per la libertà”, dedicata alla storia di Enrico Calamai. Il pubblico di Rai 1 ha molto apprezzato la fiction che trattava un tema delicato come la drammatica vicenda dei “desaparecidos” in Argentina. Su Twitter si leggono molti commenti di apprezzamento: “Mi è piaciuto! Anche se sono angosciata da quanta follia c’è nell’uomo. Ai Desaparecidos #tangoperlaliberta”, scrive un utente. E ancora: “#tangoperlaliberta questo film sulla diplomazia e questa parte della storia Italiana e Argetina è interessentantissimo”. Un altro utente fa riferimento alla storica fiction su Giorgio Perlasca, interpretato da Luca Zingaretti: “Era dai tempi di Perlasca che @RaiUno non mi teneva incollato alla tv. Grande Fiction sui #decaparecidos. @RocioMMorales #tangoperlaliberta”. Ancora una volta una miniserie ispirata a fatti storici ha riscosso un grande successo!

Conclusasi con la seconda parte, qualche commento in più sulla fiction Tango per la libertà, trasmessa su Rai 1, si può fare. Va detto che l’ultima puntata ha avuto un ritmo decisamente migliore della prima. Non ha annoiato, specie nella prima ora, quando le ricerche di Anna e i “depistaggi” di Diego erano in pieno svolgimento. Forse si sarebbe potuto dare più spazio alla parte “documentaristica” del terribile periodo vissuto dall’Argentina. Tuttavia si può anche immaginare che l’intento principale della miniserie non fosse quello della ricostruzione e della fedeltà storica. Ma neanche sul fronte della trama da pura fiction ci si può ritenere soddisfatti, specie per la parte finale. Resta la buona prova attoriale di Alessandro Preziosi, come di Giorgio Marchesi, che il pubblico di Rai 1 era abituato a vedere in ruoli non certo di anti-eroe. Roco Munoz Morales è riuscita a emozionare il pubblico, stando ai commenti pubblicati su Twitter. Anna Valle è stata forse tenuta un po’ troppo nell’angolo, ma si è fatta in ogni caso notare nonostante il poco tempo davanti alla camera. Vedremo se sulla Rai si tornerà a parlare dei desaparecidos argentini: forse, come avvenuto in altri occasioni, sarebbe stato il caso di dedicare la puntata di Porta a porta, successiva alla fiction, proprio al tema.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori