Gigi Proietti/ L’attore e regista italiano parla del suo Decamerino (Che fuori tempo che fa, sabato 16 gennaio 2016)

- La Redazione

Questa sera l’attore, doppiatore, comico e regista italiano Gigi Proietti sarà ospite di Fabio Fazio a “Che fuori tempo che fa”, in onda su Rai 3 alle ore 20.10

fabio_fazio
Fabio Fazio

Tra gli ospiti della puntata di Che fuori tempo che fa in onda stasera ci sarà anche Gigi Proietti. L’attore ha da poco dato alle stampe il libro “Decamerino. Novelle dietro le quinte”. Presentandolo di recente alla Feltrinelli di Roma, Proietti ha rilasciato alcune dichiarazioni ad Askanews, cui ha spiegato che nel volume si “parla del camerino come luogo fisico ma anche luogo della mente, un po’ metaforico, dove si pensa, si canta, si fanno progetti”. All’interno “ci sono annotazioni satire, sonetti satirici, versi sciolti, c’è di tutto, uno Zibaldone”, ha aggiunto.

Stasera l’attore, doppiatore, comico e regista italiano Gigi Proietti sarà ospite di Fabio Fazio a Che fuori tempo che fa, in onda su Rai 3. Vediamo chi e cosa ha fatto nel corso della propria carriera Gigi Proietti. Nato a Roma il 2 novembre 1940 in una famiglia in cui il padre originario dell’Umbria e di mamma laziale trasferitisi a Roma, Gigi Proietti ha sempre avuto una incredibile passione per il mondo dello spettacolo oltre che delle eccezionali qualità sceniche. Dopo aver terminato il proprio percorso formativo scolastico presso il Liceo Augusto, decide di continuare gli studi iscrivendosi alla facoltà di Giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma per un percorso che non porterà mai più a termine nonostante fosse arrivato ad un ottimo punto (gli mancavano soltanto sei esami per laurearsi).

Gigi Proietti era amante di musica e di teatro tant’è che impara a suonare diversi strumenti tra cui il pianoforte, la chitarra, la fisarmonica e il contrabbasso. Questa sua passione lo porta ad indirizzarsi verso la commedia musicale. I primi anni di carriera, negli anni sessanta, si rivolge soprattutto al teatro, per poi avere un impennata di successo agli inizi degli anni settanta quando improvvisamente viene chiamato a sostituire Domenico Modugno nella parte di Ademar nella commedia musicale Giovannini alleluja brava gente. Da qui in avanti è un crescendo di successi con Gigi Proietti che si dedica non solo al teatro ed alla commedia musicale ma anche prendendo parte a pellicole cinematografiche di grande successo divenute degli evergreen e a fiction televisive. Nonostante diverse partecipazioni con ruoli di contorno in alcune pellicole già dagli anni sessanta come Se permettete parliamo di donne di Ettore Scola,un primo successo l’ottiene nel film Brancaleone alle crociate di Mario Monicelli recitando al fianco di un grandissimo Vittorio Gassman.

Grande successo Gigi Proietti riesce ad ottenerlo anche nell’ambito del film di genere commedia Meo Patacca per la regia di Marcello Ciorciolini ma non c’è dubbio che la consacrazione arriva con un capolavoro mai passato di modo: Febbre da cavallo, per la regia di Steno e con Enrico Montesano e Francesco De Rosa. Successo clamoroso tant’è che a distanza di diversi anni ne viene previsto il seguito sempre con Gigi Proietti nelle vesti dello storico personaggio Bruno Fioretti detto Mandrake. Tra gli altri film ricordiamo Mi faccia causa, Un’estate al mare, La vita è una cosa meravigliosa, Indovina chi viene a Natale? e tanti altri ancora. Nella televisione è straordinario il successo soprattutto con la fiction Il Maresciallo Rocca e L’ultimo Papa Re mentre recentemente è stato protagonista nelle vesti di giudice dell’ultima stagione dello show Tale e quale show in onda su Rai Uno. Nella vita privata, è sposato dal 1967 con l’ex guida turistica di origini svedesi Sagitta Alter dalla quale ha avuto due figlie. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori