STRISCIA LA NOTIZIA/ Max Laudadio e le difficoltà abitative a Milano. Riassunto ultima puntata (oggi, 16 gennaio 2016)

- La Redazione

Il tg satirico Striscia la Notizia torna stasera, sabato 16 gennaio 2016, alle 20.40 su Canale 5 con l’irriverente conduzione di Enzo Iacchetti e Ezio Greggio

striscia_scrittar_r439
Striscia la notizia

Torna questa sera, 16 gennaio 2016, con un nuovo appuntamento il tg satirico di Antonio Ricci Striscia la Notizia. Come al solito al timone di comando ci sono gli irriverenti Enzo Iacchetti ed Ezio Greggio. Prima di vedere i servizi di oggi andiamo a vedere cosa è accaduto nella puntata di ieri. Diverse le battute sui fatti di cronaca da parte di Greggio, che spaziano dal rapporto tra Renzi ed il Parlamento Europeo fino alla nuova introduzione del cartellino verde nel campionato italiano di serie B, che promuove il fair play. Arriva in studio anche Iacchetti, che introduce Alice e Acciuga Ekkekesler, due gemelle tutt’altro che uguali e coordinate nel ballo, che vengono cacciate da Greggio.

Il primo protagonista è il Premier Matteo Renzi, che lo vede giocare in una sala giochi in diversi videogame: durante la partita, mentre elimina dei zombi, egli nomina alcuni parlamentari e funzionari pubblici che vorrebbe eliminare dal mondo politico. Mr Neuro si trova a Pitti Uomo, dove indaga sul made in Italy: purtroppo per l’inviato, molti abiti risultano essere fabbricati in Cina, Vietnam ed in altri luoghi, ma non sul suolo italiano. L’inviato intervista Emanuele Filiberto, che spiega che l’etichetta non spesso è sinonimo di realtà visto che, i produttori di altri paesi, inseriscono la loro etichetta, facendo intuire che l’articolo non è stato realizzato in Italia. Successivamente, si passa al problema che ha colpito Enrico Mentana durante il TG di LA 7: il direttore ha avuto diversi problemi alla gola e non è riuscito a condurre il giornale in maniera precisa come suo solito. Vengono poi mostrate le immagini di un Mentana in forma, con insulti e urla contro ospiti e staff. Valerio Staffelli indaga su un canile, situato nei pressi di Milano, che promette di prenotare dei cuccioli, con pagamento anticipato, senza però consegnare l’animale al cliente. La razza di cane è la Boston Terrier, che vengono pagati dai mille ai tremila euro: diverse persone hanno inviato la loro testimonianza e molte di esse mettono in risalto che, il servizio assistenza, non risponde alle telefonate che vengono effettuate da parte dei clienti stessi. L’inviato assolda alcune persone per effettuare dei controlli, per verificare se i cuccioli sono presenti: essi effettivamente sono nelle gabbie del canile, ma la signora intende vendere l’attività. Staffelli si reca quindi nei pressi del canile, chiedendole di restituire il denaro o di consegnare i cani, ma la signora, dopo aver chiamato la polizia, tenta la fuga, dopo aver dato la ragione all’inviato. Grazie alla sua insistenza, Staffelli si fa promettere di restituire il denaro alle persone truffate: l’inviato intende quindi radunare tutte i clienti imbrogliati per poter fare in modo che, questi, possano ottenere il denaro o il cane acquistato.

Max Laudadio si trova nel quartiere Adriano a Milano, dove vivono delle persone in condizioni malsane: l’inviato mostra i letti, formati da mattoni e tavole, una cucina dove vi è un piccolo tavolino e una griglia per cuocere il poco cibo presente nella casa. L’inviato trova anche l’abitante di tale “appartamento”, di origine algerine che, in lacrime, spiega che vive come un cane ed è solo, venendo consolato però da Laudadio, che si appella al buon cuore delle persone di Milano per aiutare l’uomo. Dopo la rubrica Che Satira Tira, Rajae si reca a Crotone su segnalazione del proprietario di una ditta di traslochi che mostra come, il piazzale della sua azienda sia diventata una sorta di accampamento dei profughi. Questi spiegano che, ogni volta che si recano presso l’ufficio immigrazione, essi vengono mandati via, con promesso di rinnovare loro il permesso per soggiornare in Italia. Il proprietario della ditta traslochi mostra “l’abitazione” dei profughi: essi dormono appunto nel piazzale, espellono i loro bisogni fisiologici in una piccola zona di campagna e cucina dove vi sono le cisterne col carburante per rifornire i mezzi di trasporto della sua azienda. L’uomo sostiene che ha denunciato il tutto, ma trattandosi di un problema privato, visto che la sua ditta non è pubblica, l’amministrazione non può intervenire. Per i Nuovi Mostri si parte con una maxi rissa nel parlamento ucraino, il ballo di Barbara D’Urso a Pomeriggio Cinque, il litigio tra il Presidente della Camera Boldrini ed un deputato. Si passa poi a Caterina Balivo alle prese con un gruppo di cowboy, un imitatore non proprio identico ai personaggi che imita e gli spettacoli di Tina Cipollari e di alcuni ospiti a Che Aria Che Tira.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori