LILYHAMMER 3/ Anticipazioni puntata 27 gennaio 2016: Roar nei guai, Alex viene rapita

- La Redazione

Questa sera, mercoledì 27 gennaio, su Sky Atlantic andrà in onda il quinto episodio della serie tv Lilyhammer 3, intitolato “Tommy”. Ecco le anticipazioni.

lilyhammer_R439
Lilyhammer 3

Questa sera, mercoledì 27 gennaio, su Sky Atlantic andrà in onda il quinto episodio della serie tv Lilyhammer 3, intitolato “Tommy”. La serie racconta la storia del mafioso Frank Tagliano, interpretato da Steven Van Zandt, che tenta di incominciare una nuova vita a Lillehammer in Norvegia.  Prima di scoprire le anticipazioni di questa sera, vediamo dove siamo arrivati la settimana scorsa. Torgeir (Trond Fausa) si prepara per le Olimpiadi che Lillyhammer ospiterà durante l’inverno, ma un brutto infortunio lo rallenta. Tuttavia decide che i suoi sogni sono più importanti di qualsiasi malessere e così cambia disciplina, ma rimane comunque intenzionato ad andare avanti. Più tardi, partecipa con gli altri soci in affari a un seminario sulla consapevolezza al Flamingo, ma ovviamente solo lui è entusiasta della tecnica. Intanto, Frank (Steven Van Zandt) contatta Alex (Maria Joana) e le riferisce di essere rimasto turbato da un passerotto che ha visto fuori dalla propria finestra. Il Boss entra nel locale mentre si trova ancora al telefono con l’amante, ma ovviamente con Torgeir finge di aver risposto a qualcuno che ha sbagliato numero. In prigione, Jan (Fridtjov Såheim) si prepara finalmente ad uscire e fa un ultimo tentativo di attrarre la terapeuta, ma cade nel vuoto come gli altri. Non appena esce dal carcere, due uomini lo avvicinano spacciandosi per chi lo deve sorvegliare durante la libertà condizionata. Al locale, Torgeir scopre che ogni possibilità di partecipare alla gara è ormai persa ma Frank si offre di parlare con l’organizzatore per rimediare. Nello stesso momento, Jan si accorge che nel cruscotto della macchina c’è una mitraglietta e si butta dall’auto in corsa. Si rifugia poi in una Chiesa ma i due uomini lo recuperano e lo tramortiscono con una croce. Al suo risveglio, Raschid (Farack Abbas) ed i suoi uomini lo sottopongono ad alcune torture perché li porti da Frank. Frank invece raggiunge Lars Olafsen (Henrik Mestad) ma l’organizzatore rifiuta di riprendere Torgeir nel team. Nello stesso istante, Roar (Steinar Sagen) riceve la visita del Brasiliano che gli ha procurato molti guai e per difendersi gli punta contro il phon. Gabriel Garcia (Emilio Dantas) lo tranquillizza e gli riferisce invece di volerlo come attore in una delle sue telenovelas. Alla fine Frank riesce ad aiutare Torgeir, soprattutto dopo aver scoperto che Lars non ha mai scalato l’Everest come dice ma che è stato portato giù dalla montagna da un vecchietto. Poco dopo incontra Jan e l’amico lo convince a seguirlo riferendogli che ha nascosto molti soldi prima di partire in Iraq. Il Boss ovviamente capisce il suo inganno e fa in modo di attirare Rashid ed i suoi scagnozzi in una baita dove li fa saltare in aria. Roar decide di partire per Rio con l’unico intendo di incontrare di nuovo la donna che ama. Frank è molto infelice all’idea che rincontri Alex ma alla fine accetta di lasciarlo andare. La recitazione nelle telenovelas è più divertente di quanto Roar si aspettasse ma ovviamente il suo unico pensiero è Alex. Infatti si presenta sotto casa sua suonando l’organetto ma la ragazza fa finta di non essere in casa. Una donna, infastidita dalle sue urla, decide di vendicarsi e gli getta del letame di gallina per fargli capire il suo disappunto. Roar racconta la sua disavventura a Gabriel ma sono costretti ad andarsene via a causa dell’odore. Poco dopo, una donna li avvicina e li invita ad una festa nelle vicinanze. Arriva il giorno delle Olimpiadi ma Torgeir è molto nervoso per il salto che deve fare. Incolpa ovviamente la tuta troppo stretta ma la sua ragazza intuisce ogni cosa e si offre di aiutarlo a scaricare la tensione in modo molto particolare. Alla fine Torgeir riesce a fare il grande salto che attendeva da anni, mentre Roar finisce di nuovo nei guai. La donna infatti porta lui e Gabriel in una zona malfamata dove il brasiliano viene picchiato. Christine si avvicina subito dopo e rivela a Roar di essere la proprietaria del milione che lui ha perso durante la retata della Polizia. La donna gli mostra anche di aver catturare Alex e che è stata picchiata a dovere. Lars invece si convince a tornare in Oriente dove rincontra il suo maestro, un monaco Buddhista. 

Nell’episodio “Tommy” ancora una volta Roar si è messo nei guai. Lo scagnozzo del Boss non riuscirà tuttavia a chiedere aiuto così facilmente questa volta. Sempre alla ricerca di nuove idee, Frank invece viene attirato da un traffico particolare. Decide quindi di mettersi in affari e di iniziare un business con il vino che sembra particolarmente interessante. Purtroppo questa volta non tutto andrà per il meglio e avrà delle difficoltà con un attivista locale. Tempo dopo, riceve la visita del nipote di Sal che gli dice di avere estremamente bisogno del suo aiuto. L’uomo è un mafioso americano in visita in Scandinavia e la sua vita è minacciata da un suo noto nemico. Per questo, Tommy non può far altro che rivolgersi a Frank che potrebbe in qualche modo parlare con l’altra famiglia mafiosa. Cosa farà Frank quando scoprirà che Roar è di nuovo in difficoltà? Il Boss potrebbe non sopportare di dover correre di nuovo ai ripari, ma il rapimento di Alex, la sua amante, potrebbe convincerlo del tutto a partire un’altra volta. Inoltre Frank avrà anche i propri problemi da gestire, come farà a risolvere tutte le situazioni aperte?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori