CICCIOLINA / Ilona Staller a Domenica Live: processo per frode, fino morso cane? Lo scontro avvocato-D’Urso (ultime notizie oggi 31 gennaio)

- La Redazione

Cicciolina, Ilona Staller imputata a processo per frode: finto morso di un cane? Ne parla a Domenica Live con Barbara D’Urso, tutte le verità e la versione dell’attrice a luci rosse

Barbara_DUrso
Barbara D'Urso (Infophoto)

Scontro in studio a Domenica Live tra l’avvocato di Ilona Staller-Cicciolina e Barbara D’Urso sulla questione del processo per frode assicurativa: l’attrice a luci rosse racconta la sua versione sul morso di cane subito che nel 2011 le ha fatto saltare alcuni mesi di lavoro e per cui ha chiesto un risarcimento danni. Il problema è sorto nel momento in cui l’assicurazione ha messo in dubbio il certificato della sospensione dal lavoro, fatto con bollettino medico firmato da un falso medico. La versione di Cicciolina è che il medico l’avrebbe raggirata fingendosi un vero dottore e che poi i giornalisti hanno ricostruito il tutto in maniera non vera; l’avvocato poi si è scagliato contro i giornalisti di Mediaset per “brutta prova di giornalismo, falsa e tendenziosa”. Furioso con la D’Urso che con pazienza regale prova a rimanere calma davanti alle accuse dell’avvocato; il morso del cane sembra vero, il problema è del certificato. Di fatto la ricostruzione dei fatti non è stata possibile per via dello scambio accesissimo tra la D’Urso e il legale di Ilona Staller. Un brutto momento di tv, con la padrona di casa che comunque si è comportata con grande classe.

A Domenica Live si parla di Cicciolina, con presente… proprio Ilona Staller, l’ex attrice a luci rosse che è indagata in un processo per frode assicurativa come potete vedere qui sotto nel dettaglio. In studio da Barbara D’Urso racconta il suo passato e con il caso del morso presunto del cane che le avrebbe impedito un periodo di lavoro e per il quale ha chiesto un risarcimento all’assicurazione. Il problema è che la stessa compagnia ha condotto un’indagine verificando che il medico che avrebbe fornito il certificato, dottor Giancarlo Strani in realtà non era un vero medico e che dunque l’intero impianto della storia era da considerarsi una truffa. Ilona Staller oggi racconta in studio a Pomeriggio 5 la sua versione specie rispetto al mistero attorno all’amico dottore. Il pm all’epoca dei fatti ha verificato la richiesta danni di Cicciolina scoprendo che quel dottore presunto non faceva e non aveva mai fatto parte dell’albo dei Medici. Ora il processo è nel vivo, e per la Staller oggi vi è l’occasione di raccontare finalmente come sono davvero andati i fatti: Cicciolina racconta come quel medico finto in realtà l’ha ingannata alcuni anni fa. Come stanno davvero le cose? Ecco tutto in diretta a Domenica Live.

E dopo mesi di silenzio, Cicciolina – Ilona Staller – rompe il silenzio sul processo per frode in cui è imputata: l’attrice a luci rosse, in arte Cicciolina, interviene in diretta a Domenica Live con Barbara D’Urso dove tra pochi minuti svelerà tutti retroscena e la sua versione su un fatto davvero singolare. Il morso misterioso di un cane ha messo nei guai, nei mesi scorsi, l’ex regina e attrice ungherese Ilona Staller: è finita sotto processo perché avrebbe chiesto alla Vittoria Assicurativa di risarcirle il danno provocata da un dentata di un cane. Il problema è che ha presentato un falso certificato medico, sembrerebbe, perché firmata da un finto dottore, Giancarlo Strani (fonte Corriere della Sera, 9 novembre 2015). L’amico Strani è amico della diva a luci rosse e anche lui sotto accusa per esercizio abusivo della professione; frode assicurativa, questa l’accusa completa per cui Cicciolina è sotto processo ma che risale ad un fatto del 2011. Aggressione risalirebbe a quel periodo, con un morso sul mignolo della mano sinistra di cui non c’è mai stato un segno visibile. Il pm Mario Pesci ha reagito alla richiesta di risarcimento della Staller (che lo richiedeva perché diceva di non poter lavorare per mesi) e l’ha portata sul banco degli imputati: a breve conosceremo tutte le novità di questa fatto processuale davvero insolito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori