L.A. CONFIDENTIAL / Diretta streaming del film su Iris con Kim Basinger e Kevin Spacey: video trailer le scene salienti del film pieno di star

- La Redazione

L.a. confidential, in onda stasera (7 gennaio 2016) su Iris, a partire dalle ore 21,00. Un film che narra di una vicenda effettivamente avvenuta e nota come il Natale di Sangue.

mediaset
La prima serata Mediaset di oggi

Iris manderà in onda alle 21.00, dunque fra pochissimo, il film poliziesco “L.A. Confidential”, con Kim Basinger, Kevin Spacey, Russell Crowe, Danny DeVito, Guy Pearce, James Cromwell, David Strathairn. L.A. Confidential è tratto dal romanzo di James Ellroy e vede come protagonisti tre agenti della squadra omicidi di Los Angeles, Jack Vincennes, Bud White e Ed Exley. I tre sono rispettivamente interpretati da Kevin Spacey, Russell Crowe e Guy Pearce.. Come si può vedere nel trailer ufficiale, i tre uomini hanno diversi modi di approcciarsi alla giustizia e diversi punti di vista su quello che fanno; ciò causerà non pochi scontri. Vi ricordiamo che il bel film è disponibile in diretta streaming video con il servizio gratuito del portale Mediaset, nella pagina dedicata a Iris, cliccando semplicemente qui. Ecco il trailer le scene salienti del film pieno di star.

Scopriamo qualche notizia interessante sulla pellicola in onda oggi su Iris alle ore 21,00, ‘L.a. confidential’. Nonostante alcune scene restino perfettamente aderenti nelle due versioni della storia, quella cinematografica differisce in più punti dal libro di Ellroy. Ecco le principali differenze: Nel romanzo Dick Stensland non viene ucciso al Nite Owl ma dopo essere stato cacciato dalla polizia commette una serie di furti e rapine in una delle quali ucciderà degli ostaggi. Verrà dunque condannato a morte e la pena capitale sarà eseguita sotto gli occhi di Bud White. Al Nite Owl nel romanzo al posto di Stensland viene ucciso Duke Cathcart o meglio un suo sosia. Si tratta di un personaggio che nel libro è fondamentale per collegare la pornografia al Nite Owl. Nel romanzo i fatti si svolgono dal ’48 al ’58. Nel film in pochi mesi. Nel romanzo Lynn Bracken e Pierce Patchett compaiono molto dopo il Nite Owl; non c’è l’incontro fuori dal negozio di liquori. Deuce Perkins, che nel film risulta uno degli scagnozzi dedito al traffico di stupefacenti per conto di Mickey Cohen viene ucciso quasi subito, nel libro è invece un serial killer di prostitute su cui indaga White in un’indagine secondaria. Susan Lefferts nel libro non ha alcun legame con Patchett. Nel romanzo la Mercury del ’49 rosso scura con i fucili viene ritrovata diverso tempo dopo la cattura dei tre neri accusati della strage. Nel romanzo Ed Exley spara deliberatamente ai neri evasi per vendicare Inez Soto, la ragazza stuprata dai tre, che gli aveva dato del codardo. Nella pellicola la morte del padre di Exley a causa di un assassino mai identificato lo ha spinto ad entrare in polizia ed anche ad approfondire il caso Nite Owl per scoprire la verità. Nel romanzo il padre di Exley è vivo ed è un celebre ex investigatore. Ed Exley è quasi ossessionato dalla figura paterna al punto da trovarsi inconsciamente a gareggiare con suo padre per dimostrare di essere un investigatore migliore. Inoltre nel romanzo, un celebre caso risolto dal padre, il caso Atherton, sembra intrecciarsi con il Nite Owl ed Ed Exley rimarrà a lungo indeciso tra il riaprire il vecchio caso o ignorare tutto per salvare la reputazione di suo padre. Nel romanzo Vincennes muore colpito da un detenuto mentre sventava un’evasione organizzata da Dudley, non viene ucciso personalmente da quest’ultimo. Nel romanzo Sid Hudgens non viene ucciso da Dudley Smith. Nel romanzo i tre effettivi fautori della strage sono degli scagnozzi di Dudley appartenenti alla malavita. Non sono, come nel film, lo stesso Dudley e due agenti del LAPD. Nel romanzo, Ed Exley raggiunge il grado di capitano e viene assegnato alla Divisione Affari Interni, mentre nel film diviene tenente assegnato alla Squadra Omicidi. Nel romanzo, inoltre, concorre per il grado di ispettore. Nel romanzo il capitano Dudley Smith sopravvive, mentre nel film viene ucciso da Ed Exley con un colpo di fucile sparato alla schiena. Nel romanzo Ed Exley ha una relazione con Inez Soto e Bud White ne instaura una con Lynn Bracken (quest’ultima, a differenza della prima, viene riproposta anche nel film). Nel romanzo, inoltre, le due relazioni si intrecciano quasi continuamente (Exley e White hanno ripetuti incontri sessuali rispettivamente con Lynn e Inez), mentre nel film il personaggio di Inez Soto è molto marginale. Nel romanzo viene rivelato il vero nome di Bud White: Wendell. Nel film, il nome di battesimo viene pronunciato soltanto una volta da Dudley Smith durante uno degli incontri al Victory Motel. Nel romanzo, Bud White raggiunge il grado di sergente.

La pellicola in onda stasera su Iris alle 21,00 è un film del 1997, diretto da Curtis Hanson. L.A. Confidential è una pellicola tratta dall’omonimo romanzo di James Ellroy. Presentato al Festival di Cannes, il film si snoda lungo l’arco di 132 minuti in cui racconta una vicenda effettivamente avvenuta e nota come il Natale di Sangue. La vicenda raccontata inizia nel 1952 a Los Angeles, ove Ed Exley (Guy Pearce) e Bud White (Russell Crowe), due agenti della squadra omicidi, sono soliti condurre le loro indagini con modi molto differenti. Mentre Ed Exley, il cui padre detective è stato ucciso da un certo Rolo Tommasi prova a ricalcare le orme del genitore, Bud White, ha visto il padre uccidere la madre a sprangate quando aveva solo dodici anni ed è quindi spinto ad aiutare le donne, a costo di ricorrere a sua volta alla violenza quando si tratta di proteggerle.

Bud non nasconde la sua avversione per Exley, responsabile di aver testimoniato contro il suo partner Dick Stensland (Graham Beckel) nel processo che ha fatto seguito al Natale di Sangue. I due sono però costretti a convivere forzatamente al fine di cercare di risolvere un’altro caso molto complicato, quello del Nite Owl, una caffetteria ove si è verificata una strage, con la morte di ben sei persone tra cui proprio Stensland. Ad affiancarsi a loro sarà Jack Vincennes (Kevin Spacey) un investigatore della narcotici il quale arrotonda lo stipendio lavorando in qualità di consulente tecnico per una serie televisiva, Lampi di gloria. Il suo compito è a sua volta quello di trovare l’assassino di uno degli attori della fiction, trovato cadavere nella sua abitazione. Tra coloro che hanno perso la vita nel Nite Owl, c’è Susan Lefferts (Amber Smith), una ragazza che lavora agli ordini di Pierce Morehouse Patchett (David Strathairn), che è solito truccare le prostitute come dive del cinema. Tra le sue compagne c’è anche Lynn Bracken (Kim Basinger), che dopo essersi innamorata di White, non avrà eccessivi scrupoli a tradirlo con Exley, scavando ulteriormente il fossato tra i due.Ad essere messi sotto accusa per la strage del Nite Owl sono tre afroamericani, che però, dopo essere stati uccisi a colpi di arma da fuoco, si rivelano in realtà stupratori. Nelle indagini che vanno avanti, si verrà ben presto a capire il ruolo decisivo di un altro poliziotto, il capitano Dudley Smith (James Cromwell), il quale non ha esitato ad inviare William Carlisle (Michael McCleery) e Michael Breuning (Tomas Arana) a giustiziare Dick Stensland. Il motivo della spedizione risiede nel fatto che lo stesso agente ucciso si era impadronito di un carico di eroina uccidendo un suo ex collega, Leland Meeks (Darrell Sandeen). Il carico apparteneva però al gangster Mickey Cohen e Smith per entrarne in possesso non esita a far uccidere tutti coloro che si mettono sulla sua strada. Il primo a cadere sotto i suoi colpi è Vincennes, seguito da due colleghi. Gli stessi White e Exley si ritrovano ben presto sotto attacco e quindi costretti a riappacificarsi per non favorire il loro avversario. Nello scontro finale, i due riescono ad uccidere tutti i sicari inviati da Dudley, che però nel concitato finale riesce a ferire Bud, prima che Exley riesca ad ucciderlo. I comandi della polizia di Los Angeles decideranno infine di non divulgare i crimini di Dudley, per non discreditare l’intero corpo affermando invece che il poliziotto è deceduto nel tentativo di salvare l’ultimo superstite della sparatoria. Exley verrà a sua volta premiato con una medaglia, prima di salutare definitivamente Bud e Lynn che se ne vanno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori