FARGO 2 / Anticipazioni del 14 ottobre 2016: Lou ed Hanzee alle calcagna di Ed

- La Redazione

Fargo 2, anticipazioni del 14 ottobre 2016, su Rai 4. Dodd invia Virgil ad uccidere Ed; Bear cerca di liberare Charlie, assediando la Centrale. Mike strappa delle informazioni a Simone.

fargo_2_facebook
Fargo 2, in onda su Rai 4

Nella seconda serata di Rai 4 di oggi, venerdì 14 ottobre 2016, verranno trasmessi due nuovi episodi di Fargo 2. Saranno il quinto e sesto, dal titolo “Il dono dei Magi” e “Rinoceronte“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Floyd (Jean Smart) prende le redini dell’attività di famiglia e discutono ancora della possibilità di cedere. Dodd (Jeffrey Donovan) non è però d’accordo e preferirebbe colpire la mafia di Kansas City, ma la madre preferisce essere piuttosto la seconda ad iniziare la guerra. Nel frattempo, Bulo (Brad Garrett) ribadisce a Mike (Bokeem Woodbine) che è necessario trovare Rye (Kieran Culkin) prima dei Gerhardt, mentre Lou (Patrick Wilson) scopre che l’impronta sull’arma che ha ucciso la giudice appartiene a Rye. Arrivato a Fargo, Lou viene messo in guardia sulla famiglia Gerhardt. Sulle tracce di Rye, Hanzee (Zahn McClarnon) si affida a Simone (Rachel Keller) per ottenere alcune informazioni, data la sua conoscenza degli spacciatori della città. Scopre infatti che Rye ha un nascondiglio e le impone di accompagnarlo. Intanto, a Larsson (Ted Danson) viene messa la pulce nell’orecchio sulla possibilità che Rye sia stato investito, particolare che spinge Peggy (Kirsten Dunst) ad intervenire prima che parli troppo. La donna preleva poi il marito e gli suggerisce di far riparare l’auto, Hanzee rapisce Skip (Mike Bradecich) e lo porta dai Gerhardt. Lou ed il collega di Fargo si recano invece dalla famiglia per riuscire ad avere qualche informazione e Dodd si ferma dal reagire perché avvisato da Hanzee delle informazioni di Skip. Quella notte, Hanzee e Dodd, senza aver ottenuto nulla, seppelliscono vivo Skip. Nel passato, Dodd uccide il primo uomo per difendere il padre, all’interno di un cinema. Nel presente, Dodd cerca di istruire Charlie (Allan Dobrescu), il nipote, su come si sta al mondo. Lo porta in una pasticceria dove sa che si trovano gli uomini di Bulo e li uccide. Nel frattempo, Lou scopre che il cancro della moglie si sta diffondendo sempre di più e decide di sottoporla ad una cura sperimentale. Ed (Jesse Plemons) e Peggy cercano invece di mandare avanti la propria vita, facendo finta che l’omicidio di Rye non sia mai avvenuto. In quel momento, Hanzee perlustra di nuovo il perimetro che circonda la tavola calda e trova dei frammenti di vetro. Risale poi al meccanico, che lo minaccia fino a farlo andare via. L’uomo avvisa quindi Lou della visita di Hanzee. Mike invece prova ad ottenere delle informazioni da Simone, che fa l’errore di dirgli che quel pomeriggio il nonno verrà portato ad una visita. Quando Larsson e Lou raggiungono il meccanico, scoprono dell’esistenza della macchina dei Bloumquist e dell’interesse di Hanzee sul mezzo. Dopo che Mike ha cercato di uccidere il marito, Floyd decide di passare ai fatti: la guerra ha inizio. 

Dodd ed Hanzee scoprono che Ed è colpevole e riferiscono a Floyd che il macellaio è al soldo di Kansas City. Virgil viene inviato quindi per uccidere Ed, mentre Peggy, impaurita, convince il marito a fuggire dalla città. Quando Virgil li raggiunge, Ed riesce ad ucciderlo, mentre Charlie rimane ferito e viene ricoverato. La macelleria intanto va a fuoco.

La Polizia fa delle analisi della macchina di Ed, mentre Dodd dà ordine ai suoi uomini di liberare Charlie ed uccidere Ed. La famiglia si divide e Bear cerca di prelevare il figlio dalla Centrale, accerchiando il posto. L’avvocato riesce però a convincerli a non procedere con la forza. Ore dopo, Lou riesce a far fuggire Ed, che tuttavia scappa non appena ne ha le possibilità. Il poliziotto inizia quindi a seguirlo, mentre Ed cerca di fuggire attraverso i boschi. Sulle tracce del macellaio, c’è anche Hanzee, subito dietro di loro. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori