LORELLA CUCCARINI VS HEATER PARISI / Le nemiche amatissime affilano le armi in vista del ritorno in tv (oggi, 14 ottobre 2016)

- La Redazione

Lorella Cuccarini vs Heater Parisi: le due dive torneranno in tv a dicembre con uno show dal titolo “La mia nemica amatissima” ma, in attesa dello spettacolo, hanno già iniziato a… 

Lorella_Cuccarini_r439_LaPresse
Lorella Cuccarini (Lapresse)

A pochi mesi dal debutto televisivo che le vedrà di nuovo insieme in uno show, Fra Heater Parisi e Lorella Cuccarini lo scontro sembra essere più vivace che mai. Le due ex rivali, infatti, saranno le protagoniste di uno spettacolo che Rai 1 manderà in onda a dicembre, dal titolo “La mia nemica amatissima” e sembra che in vista dell’evento le due abbiano già iniziato ad affilare le armi. Il settimanale “Oggi” è recentemente tornato su una vecchia polemica e lo ha fatto attraverso le parole di Heater Parisi. Pare infatti che nel lontano 1986, la diva americana, dietro le quinte di uno spettacolo abbia volutamente ignorato Lorella Cuccarini, che sentendosi messa da parte avrebbe reagito avvertendo il tutto come un vero e proprio trauma. “Le ricordo che dopo quella sera ci sono stati ben quattro programmi in cui abbiamo lavorato e ballato insieme – ha replicato Heater Parisi nella sua intervista – Lorella, se continui così ti si allungherà il naso come Pinocchio!”. La diva americana ha poi parlato della lontananza dalle scene: “In questi anni ho ricevuto proposte di ogni genere e non avrei mai accettato se non avessi avuto la certezza che questo programma sarà qualcosa di diverso dalla classica operazione nostalgia, ci saranno contenuti importanti, anche sociali e avrò carta bianca per evitare di cadere negli stereotipi che perseguitano le donne dello spettacolo”, così come riporta Dagospia. Questa rivalità fra le due protagoniste nasce dalla volontà di promuovere lo show o sotto sotto c’è qualcosa di vero? Recentemente, Heater Parisi è tornata sulla questione anche sul suo profilo Instagram, pubblicando un breve sfogo: “Vorrei lavorare contro alcuni pregiudizi ancora molto diffusi verso omosessualità, immigrazione e in genere nei confronti della diversità, se mi si chiede di fare le stesse cose di trenta anni fa, mi chiamo fuori”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori