HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE/ Le curiosità del film con Daniel Radcliffe, Rupert Grint ed Emma Watson

- La Redazione

Harry Potter e la pietra filosofale, il film in onda su Italia 1 oggi, sabato 22 ottobre 2016. Nel cast: Daniel Radcliffe, Rupert Grint ed Emma Watson, alla regia Chris Columbus. 

Foto-Mediaset_new
film

, è il film che andrà in onda su Italia 1 oggi, sabato 22 ottobre 2016. Una fantastica pellicola arricchita dal’avventura e dall’azione che è stata diretta con grande maestria da Chris Columbus con il soggetto che è stato tratto dal romanzo scritto da J.K. Rowling mentre la sceneggiatura è stata realizzata da Steve Kloves. La produzione è stata resa possibile grazie a David Heyman con Michael Barnathan, lo stesso regista Columbus, DuncanHenderson e Mark Radcliffe produttori esecutivi. Le case di produzione che hanno aderito al progetto sono invece Warner Bros, Heyday Films e 1492 Pictures. Il montaggio della pellicola è stato effettuato da Richard Francis-Bruce con gli effetti speciali sviluppati da Robert Legato, Nick Davis, Roger Guyett, John Richardson, Industrial Light & Magic, Moving Picture Company, Snow Business International e Sony Pictures Imageworks tra molti altri ancora. la fotografia è stata invece gestita da John Seale e la scenografia ideata da Stuart Craig. La pellicola è stata prodotta nel Regno Unito e in USA nel 2001 con il titolo in inglese Harry Potter and the Philosopher’s Stone con la durata nella versione estesa di 159 minuti.

È il film in onda su Italia 1 oggi, sabato 22 ottobre 2016, alle ore 21.10. Riparte una delle saghe cinematografiche più famose della storia del cinema, quella di Harry Potter. Vedremo infatti il film tratto dal primo libro di J.K Rowling dedicato al maghetto inglese “Harry Potter e la pietra filosofale“. Attore principale di tutta la saga è Daniel Radcliffe, accanto a lui Rupert Grint, Emma Watson e Maggie Smith. Dietro la macchina da presa troviamo invece Chris Columbus. la pellicola è di genere fantastico favolistico ed è stata prodotta negliStati Uniti d’America nel 2000. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film. 

Rimasto senza padre e madre, il piccolo Harry Potter viene affidato agli zii materni. Questa scelta è presa dai docenti della più importante istituzione scolastica di magia e stregoneria, quella di Hogwarts. La vita per Harry è difficile, perchè non è benvoluto da chi lo dovrebbe accudire e viene fatto vivere in condizioni molto difficili. Ben presto però si rende conto di poter fare accadere cose senza volerlo. Poco prima di compiere undici anni riceve quella che è la prima lettera nella sua giovane vita, ma i parenti fanno di tutto per non fargli leggere il contenuto. Le lettere aumentano di giorno in giorno e gli zii decidono di portarlo lontano affinchè Harry non possa più riceverle. Ma la lettera arriva comunque a destinazione proprio nelle mani del giovane per mezzo di un grande e alquanto bizzarro Hagrid, scopre cos’ì di essere figlio di maghi e che lui stesso ha questo privilegio. In questo modo Harry inizia la sua nuova vita con l’omone che accompagna spostandosi con la magia fino ad arrivare nel luogo dove ha avuto inizio la sua vita, ovvero alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Qui suscita subito un certo interesse e stringe un forte legame con Ron e una ragazzina che proviene da una famiglia senza poteri magici, il cui nome è Hermione. I tre arrivano quindi al primo giorno di scuola e hanno la fortuna di dover frequentare le stesse lezioni, dove Harry si distingue subito. Con il passare del tempo i tre scoprono che in una delle costruzioni facenti parte della scuola, si trova la famosa “Pietra Filosofale”, la quale ha due caratteristiche, tramuta tutto nel metallo più prezioso e regala qualcosa a cui tutti tendiamo, ovvero la vita eterna. Harry e i suoi amici, fomentandosi a vicenda, si convincono che il docente incaricato di istruirli su una materia complessa come le pozioni voglia farla propria. Tuttavia sono in errore, perchè a volerla per poi darla a colui che è responsabile dell’essere orfano di Harry, risulta essere un maestro di cui nessuno sospetterebbe mai, ovvero quello impegnato nell’insegnamento delle “Arti Oscure”. Il “Signore Oscuro” che ora non è più un’entità fisica concreta, ma qualcosa di non visibile che si serve del corpo altrui per vivere. Dopo una serie di eventi, Harry e i suoi due amici trovano finalmente il modo di arrivare alla pietra filosofale e dopo una battaglia durissima in cui spetta ad Harry il compito di proteggere la scuola, gli amici e anche il mondo, arriva la sconfitta del Signore Oscuro, che deve alzare bandiera bianca e dileguarsi. Per la vittoria in questo scontro risulta decisivo un incantesimo che la madre del maghetto aveva messo in pratica per proteggere il suo unico figlio. Alla fine, quella che si può definire la pietra dello scandalo, ovvero la pietra filosofale, viene distrutta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori