MADAM SECRETARY / Anticipazioni del 6 ottobre 2016: Bess tornerà in Afghanistan?

- La Redazione

Madam Secretary, anticipazioni del 6 ottobre 2016, in prima Tv assoluta su Rai 2. Henry deve far diventare un altro studente una spia russa; Bess ignora un consiglio di Dalton. 

Madame_Secretary_Facebook_r439
Madam secretary 2

Alle 17:10 di oggi, giovedì 6 ottobre 2016, Rai 2 trasmetterà l’ultimo episodio di Madam Secretary 2, in prima Tv assoluta. Si tratta della seconda puntata, dal titolo “Persuasione“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati:il vice Presidente Delgado (Alex Fernandez) incontra il Ministro Chen (Francis Jue), ma viene colto da un forte malore e viene ricoverato. Intanto, Matt (Geoffrey Arend) intona una canzone di fronte a Bess (Téa Leoni), che lei stessa dovrà cantare ad un evento politico. Henry (Tim Daly) invece riceve la visita del Direttore dell’NSA (Jill Hennessy), che gli manifesta un forte interesse per uno dei suoi studenti, un russo di nome Ivan Kolashkov (Dennis Staroselsky), perché intendono farne una spia americana. Henry però nutre delle riserve, dato che non crede che un alunno di Etica Militare possa essere adatto, ma le richieste sono in realtà ordini. Più tardi, Jason (Evan Roe) rivela ai genitori di aver preso un voto mediocre a scuola, solo perché ha basato il saggio di Educazione Civica su una nota criminale. Alison (Kathrine Herzer) invece annuncia di essere stata nominata mediatrice degli studenti, ma i genitori sono molto perplessi. Bess però vuole sapere la loro opinione sulla propria abilità canora, ma i figli rimangono ammutoliti. Per evitarle una figuraccia, Jason le dice apertamente che non ha orecchio e non serve a nulla che Henry affermi di adorare come canta. Ore dopo, Jackson (Zeljko Ivanek) avvisa il Segretario che l’Air Force One non si trova più sotto il controllo dei radar e che non possono comunicare in alcun modo con il personale a bordo. Per prendere tempo, la Casa Bianca ha informato i media che hanno perso solo il contatto radio, ma i vertici del governo sono tutti d’accordo che serve al più presto un sostituto di Dalton (Keith Carradine). Viene designato quindi il Decano, ma durante il giuramento, Bess scopre che si è appena dimesso. Viene quindi passato il testimone al Senatore Gates (James Murtaugh), ma si accorgono subito che non è lucido. E’ convinto infatti che il Presidente sia ancora Reagan e quindi il giuramento viene fatto da Bess che diventa così Presidente degli Stati Uniti. Nel frattempo, Harrison (Jason Ralph) e Stevie (Wallis Currie-Wood) si trovano in albergo a consumare la loro passione, ma l’idillio scema subito. Stevie scopre infatti che Harrison ha nella giacca una bustina di eroina ed anche se il ragazzo afferma di essere pulito, non riesce a credergli. Poco dopo, i Servizi Segreti irrompono nella stanza perché devono portare entrambi in un luogo sicuro. Nonostante la nomina, Jackson puntualizza a Bess che il suo incarico è solo temporaneo e di non adagiarsi troppo nel nuovo ruolo. L’ex Segretario chiama poi il suo staff per infomare tutti della novità, ma ricorda solo in quel momento dell’accordo commerciale estero e della canzone che dovrà intonare. Chiede loro di non lasciarla da sola, convinta che sarà una totale umiliazione. Viene informata poi che tutta la sua famiglia è stata portata nei sotterranei, per via del protocollo di sicurezza. Viene informata anche dell’estro della figlia e di Harrison, ma concorda con Henry di dover mantenere una facciata di tranquillità per non destare clamore. Fortunatamente, dopo qualche tempo, i caccia riescono ad individuare l’aereo presidenziale e che Dalton è ancora vivo. Prima, però, Bess fa una figuraccia clamorosa di fronte a tutti gli americani cantando la famosa canzone. 

Bess riceve dei consigli dall’ex Segretario Madeleine Albright ed ignora la raccomandazione del Presidente Dalton su come negoziare con l’Afghanistan il ritorno sicuro di un dipendente del Dipartimento di Stato. L’uomo è stato infatti rapito di recente mentre si trovava nel Paese. Intanto, Henry inizia ad avere dei problemi a convincere il suo studente Dmitri di spiare il governo russo per conto degli Stati Uniti. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori