DAYLIGHT-TRAPPOLA NEL TUNNEL/ Le curiosità sul film con Sylvester Stallone ed Amy Brenneman

- La Redazione

Daylight – Trappola nel tunnel, il film in onda su Rete 4 oggi, sabato 8 ottobre 2016. Nel cast: Sylvester Stallone ed Amy Brenneman, alla regia Rob Cohen. Il dettaglio della trama. 

Foto-Mediaset_new
film

, è il film che nadrà in onda su Rete 4 oggi, sabato 8 ottobre 2016. Una pellicola che mette insieme il drammatico, l’azione, l’avventura e il thriller ed è stata affidata alla regia di Rob Cohen con il soggetto che è stato scritto da Leslie Bohem che ha esteso anche la sceneggiatura, il montaggio invece è stato realizzato da Peter Amundson con le musiche della colonna sonora che sono state composte da Randy Edelman, il compositore statunitense che ha prodotto molti album di canzoni che successivamente furono registrati dai The Carpenters, Barry Manilow, a metà degli anni ’80 scrisse il tema principale e le musiche di sottofondo per gran parte degli episodi di MacGyver qualche anno dopo invece al fianco di Ivan Reitman iniziò a scrivere colonne sonore per film molto famosi quali Ghostbuster II, I gemelli, Angels e Un poliziotto alle elementari. La scenografia del film è stata gestita da Benjamin Fernandez mentre la fotografia è stata curata da David Eggby. Il film è stato prodotto negli Stati Uniti d’America e in Italia nel 1996 e la sua durata è pari a 114 minuti. Nel 1997 il ha ricevuto dei riconoscimenti tra cui la nomination al Premio Oscar per il miglio montaggio sonoro e vinto il premio Motion Picture Sound Editors.

, il film in onda su Rete 4 oggi, sabato 8 ottobre 2016 alle ore 21.15. Una pellicola d’azione che è stata diretta dallo statunitense Rob Cohen, regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e sceneggiatore, tra i film più famosi da lui diretti citiamo: Dragon – La storia di Bruce Lee, Dragonheart e Il ragazzo della porta accanto tra tanti altri ancora. Il cast è davvero stellare con la presenza di Sylvester Stallone, Amy Brenneman, Viggo Mortensen e Sage Stallone. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film. 

Il protagonista della storia è Kit, un tassista, con la vita segnata da un incidente occorsogli durante una missione di salvataggio finita male nel periodo in cui lavorava alle dipendenze dei Servizi Medici di primo soccorso. Dopo quell’incidente decise infatti di abbandonare il lavoro e per tirare avanti si è messo a fare il tassista. Un giorno si trova per caso nel mezzo di un grave incidente stradale causato da un gruppo di giovani spiantati. A causa di questo incidente si verifica un’esplosione di gas di natura tossica e dodici persone si ritrovano a non poter uscire dal tunnel sottomarino che si sviluppa nelle acque dell’Hudson. Una zona del tunnel è ancora in via di sgombramento e Kit una volta giunto sul posto vi trova alcuni suoi ex compagni nel vecchio lavoro. Riesce a convincere il capo delle operazioni di salvataggio a farlo andare nel tunnel per cercare una via d’uscita attraverso cui salvare le persone ferite. Kit ha l’intuizione di passare attraverso i condotti dell’aria di una stazione idrica e alla fine riesce ad arrivare in prossimità delle persone bloccate nel tunnel, tuttavia appena arrivato avviene un crollo in cui perdono la vita due di loro, ricordando a Kit il fallimento nella missione che lo ha convinto anni addietro ad abbandonare il lavoro. Ma non c’è davvero troppo tempo per pensare a quel che è stato, visto che il tunnel comincia a collassare e l’acqua dell’Hudson si comincia a fare sempre pù minacciosa, alzandosi pericolosamente all’interno del tunnel. A questo punto Kit si trova costretto a ricorrere ad uno stratagemma assolutamente estremo per cercare di gestire la situazione. Fa infatti detonare degli esplosivi per cercare di bloccare in parte l’incedere dell’acqua. In questa operazione però rimane gravemente ferito un membro delle forze dell’ordine, che resosi conto di non potersi salvare impone a Kit di non preoccuparsi di lui, chiedendogli però di dare a sua moglie un braccialetto che ha un significato speciale. A questo punto Kit sembra riuscire a trovare una via d’uscita che porta nelle stanze dove gli operai che hanno reso possibile il tunnel si riposavano. Arrivati qui Kit deve però fare i conti con la morte di un’altra delle persone bloccate nel tunnel a causa dell’esplosione, la vede morire tra le braccia del consorte. A questo punto è la natura a venire in soccorso di Kit, che decide di affidarsi all’istinto di sopravvivenza dei topi per trovare modo di uscire dal tunnel, la scelta si rivela vincente, ma lui non riesce a lasciare il tunnel perchè per salvare il cane di un anziano che era tra i superstiti cade nelle acque del fiume che ormai sono arrivate al livello del soffitto del tunnel. Kit impone a tutti i superstiti di non preoccuparsi per nulla al mondo di lui e di pensare a mettersi in salvo. Provocando un’altra esplosione riesce a far saltare una parte del tetto del tunnel e a ritornare sulla superficie del fiume. Riesce a trarre in salvo anche una ragazza che si era attardata rispetto agli altri per cercare di salvarlo. Kit viene quindi ricoverato in ospedale e qui riesce ad incontrare la moglie del poliziotto, a cui consegna il braccialetto. Alla fine decide di tornare a fare il paramedico e inizia una storia con la ragazza che aveva provato a salvarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori