Vento selvaggio/ Su Rete 4 il film con Ray Milland e John Wayne, il cast tecnico della pellicola

- La Redazione

Vento selvaggio, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 21 novembre 2016. Nel cast: Ray Milland e John Wayne, alla regia Cecil B. De Mille. La trama del film nel dettaglio

Foto-Mediaset_new
film

Vento selvaggio è il film che verrà trasmesso su Rete 4 oggi, lunedì 21 novembre 2016, nel pomeriggio. La pellicola d’avventura e drammatica è stata affidata alla regia di Cecil B. De Mille con il soggetto scritto da Thelma Strabel, mentre per la sceneggiatura sono stati diversi gli artisti che hanno dato il loro contributo partendo dalla stessa Strabel, senza dimenticare Charles Bennett, Alan Le May, Jeanie Macpherson e Theodore St. John. Il film è stato prodotto dalla casa cinematografica della Paramount Pictures, vi hanno collaborato anche Victor Milner e William V. Skall che si sono occupati della fotografia, Anne Bauchens che ha realizzato il montaggio, Farciot Edouart che ha curato gli effetti speciali, mentre le musiche della colonna sonora sono state composte da Victor Young. La scenografia invece è stata ideata da Roland Anderson ed Hans Dreier con i costumi di scena che sono stati prodotti da Natalie Visart, mentre il trucco dei personaggi è stato gestito da Wally Westmore.

Vento selvaggio è il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 21 novembre 2016 alle ore 16.05. Una storica pellicola western dal titolo originale Reap the Wild Wind, realizzata nel lontano 1942 in America durante la Seconda Guerra Mondiale, per una durata di poco superiore alle due ore (123 minuti), con la regia del grande Cecil B. De Mille che ha firmato diversi capolavori del mondo del cinema come Cleopatra, La conquista del West, Gli invincibili, Il più grande spettacolo del mondo ed I dieci comandamenti. Nel cast sono presenti Ray Milland, John Wayne, Paulette Goddard, Raymond Massey, Robert Preston, Lynne Overman, Susan Hayward e Charles Bickford. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

Siamo in prossimità della Florida, il veliero comandato dal capitano Jack Stuart (John Wayne) sta solcando i mari quando va incontro ad un improvviso naufragio. Il veliero così si trova sulle coste della Florida. La notizia di questo strano e di sicuro inaspettato naufragio giunge immediatamente alle orecchie dell’armatore il quale è stranito dall’accaduto, ma soprattutto non se ne spiega il motivo. Tutto questo spinge allora l’armatore a voler cercare le cause di questo disastro e soprattutto nel voler capire in che modo il capitano Jack Stuart avrebbe potuto evitarlo e se ne è quindi il diretto responsabile. L’uomo decide quindi di avvalersi dell’aiuto e della consulenza dell’avvocato Sullivan, il quale si mette immediatamente ad indagare sull’accaduto e sulle possibili cause nonché sulle presunte responsabilità. Dopo una serie di accertamenti e documentazioni, Sullivan informa l’armatore su quanto scoperto. L’avvocato, infatti, ritiene che le colpe sarebbero tutte da addossare al capitano Stuart. Una simile rivelazione non può far altro che far rimuovere il capitano Stuart dal suo incarico e di questa situazione se ne occupa personalmente proprio l’avvocato Sullivan. Il capitano Jack, seppur amaramente, deve accettare la punizione, ma questa situazione non gli piace molto poiché sa di non aver alcuna colpa del naufragio. La rabbia però di quanto successo porteranno il capitano Jack Stuart in una situazione poco chiara. Infatti, l’uomo verrà contattato dall’avvocato Cottler e si mette a lavorare per lui. Così dapprima riesce ad impadronirsi di una nuova nave, successivamente proprio in seguito ai contatti avuti con l’avvocato Cottler ed i suoi uomini, il capitano Stuart diventa complice di una banda di affondatori di navi e questo cambierà per sempre la sua vita. Infatti quello che doveva essere un semplice naufragio si trasforma in qualcosa di molto più tragico. A bordo della nave naufragata c’è una donna clandestina che perderà la vita proprio a causa del naufragio. L’episodio segnerà per sempre la vita del capitano Jack Stuart e sarà per lui l’inizio della fine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori