Killing season/ Diretta streaming e trailer del film con Robert De Niro in onda su Rai4

- La Redazione

Killing Season, il film in onda su Rai 4 oggi, martedì 22 novembre 2016. Nel cast: Robert De Niro e John Travolta, alla regia Mark Steven Johnson. La trama del film nel dettaglio

rai_4_logo_R439
film prima serata

È un thriller realizzato nel 2013 che si contraddistingue per la presenza di ottimi attori come Robert De Niro e John Travolta, il film verrà trasmesso oggi, martedì 22 novembre su Rai 4 alle ore 21:05.Il trailer disponibile qui ci mostra un soldato serbo che da anni cerca di rintracciare un colonnello della NATO che ha preso parte al conflitto balcanico. Lo troverà mentre si sta godendo la pensione nella sua baita collocata sui monti Appalachi, ovviamente non sarà una visita di cortesia. Il serbo vuole vendicarsi ad ogni costo e quindi costringerà il nostro protagonista ad una particolare battuta di caccia, il colonnello avrà il duro compito di fare da preda mentre il suo persecutore lo inseguirà armato di arco e frecce.  La diretta streaming sarà, invece, fruibile sul sito www.rai.tv, cliccando qui.

Killing Season è il film che andrà in onda su Rai 4 oggi, 22 novembre 2016, in prima serata. Una pellicola d’azione thriller che stata diretta da Mark Steven Johnson con la sceneggiatura curata da Evan Daugherty e la produzione firmata da Paul Breuls, Ed Cathell III, Antony Rhulen e John Thompson. Inizialmente il ruolo del protagonista doveva essere interpretato da Nicholas Cage. L’intento della produzione era quello di ricreare l’atmosfera di “Face/Off – Due facce di un assassino”, film del grande John Woo interpretato da Cage e da John Travolta. Solo quando l’attore diede forfait a causa di impegni precedentemente presi, il ruolo venne affidato a Robert De Niro.

Killing Season è il film in onda su RAi 4 oggi, martedì 22 novembre 2016 alle ore 21.05. Una pellicola dal genere thriller che è stata prodotta nel 2013 per la regia di Mark Steven Johnson, regista statunitense che nel corso della sua carriera ha realizzato opere piuttosto popolari come “Daredevil”, “Ghost Rider” e “La fontana dell’amore”. Per quanto riguarda, invece, il cast che sarà possibile apprezzare, il protagonista del film è il grande Robert De Niro, attore newyorchese che ha vinto l’Oscar per ben due volte, grazie alle sue performance in “Il padrino – Parte II” di Francis Ford Coppola e in “Toro scatenato” di Martin Scorsese. Comprimario d’eccezione è l’ottimo John Travolta, tutti ricordano la sua partecipazione a film del calibro di “La febbre del sabato sera”, “Pulp Fiction” e “Grease – Brillantina”. Citiamo infine la presenza del giovane e tenebroso Milo Ventimiglia, noto al grande pubblico per aver interpretato il turbolento Jesse Mariano nella serie televisiva “Una mamma per amica” o per aver prestato il volto al super-eroe Peter Petrelli nel telefilm “Heores”. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

Emil Kovac (John Travolta) è un soldato serbo che da anni si danna per riuscire ad avere informazioni riguardo un colonnello della NATO che ha incontrato anni prima, il nome del militare è Benjamin Ford (Robert De Niro). Dopo anni di onorato servizio l’uomo ha abbandonato i gradi e si è ritirato nella sua casa collocata sui monti Appalachi dove vive un’esistenza ritirata e solitaria coltivando le sue grandi passioni, caccia e fotografia. L’uomo ha pochi rapporti persino con suo figlio Chris (Milo Ventimiglia), incurante del dolore che provoca al ragazzo, Benjamin rifiuta persino di prendere parte al battesimo del suo primo nipote pur di non incontrare l’uomo con cui la sua ex-moglie è sposata da più di vent’anni. Un giorno, il nostro protagonista si ritrova in difficoltà quando la sua auto si ferma nel bel mezzo del bosco. Un turista straniero cerca di prestargli soccorso e riesce a fare breccia nella dura corazza del nostro protagonista, si tratta proprio di Kovac, il soldato serbo che ha cercato Benjamin per molto tempo. Il nostro protagonista sente il bisogno di sdebitarsi e quindi invita a cena il suo nuovo amico, i due si scambiano racconti di guerra e viene fuori che Ford ha partecipato al conflitto nei Balcani, soffrendo in modo molto intenso per le terribili scene che è stato costretto a vedere. Benjamin scopre che Emil è un cacciatore esperto e decide, allora, di partecipare con lui ad una battuta di caccia, per consolidare la loro nascente amicizia. Armati di arco e frecce i due si inoltrano nei boschi, Emil invita il nostro protagonista ad uccidere un maestoso cervo reale, ma il militare in congedo si ritrova ad avere scrupoli morali e sceglie di lasciarlo vivere. Kovac, allora, scopre le sue carte e gli rivela che durante il conflitto erano dalla parte opposta della barricata. Ora il serbo vuole vendicarsi e mette in scena una piccola guerra personale, ingiusta e violenta, Ford se vorrà sopravvivere sotto i colpi delle sue frecce dovrà scappare come una lepre, perché il balcanico non avrà nessuna pietà per lui. Emil si rivela per essere un cacciatore spietato ed inesorabile, quasi subito riesce a ferire gravemente il colonnello Ford ad una gamba. L’istinto di sopravvivenza del militare statunitense, però, lo porta a non arrendersi, Benjamin riesce a sfruttare al meglio la sua meticolosa conoscenza della zona per nascondersi in una chiesa in rovina e per cercare di capire come sfuggire alla furia omicida del suo persecutore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori