LA PROVA DEL CUOCO/ Ricette puntata 21 novembre 2016: i supplì fritti di porri e mortadella e la lasagna di Nonna Papera

- La Redazione

La prova del cuoco, le ricette della puntata del 21 novembre 2016: i supplì fritti di porri e mortadella, la lasagna di Nonna Papera e la bran cake con insalata di frutto di stagione

antonellaclerici
Antonella Clerici, conduce La Prova del Cuoco

Antonella Clerici andrà in scena anche oggi, martedì 22 novembre 2016, con un nuovo appuntamento insieme a La prova del cuoco su Rai 1 a partire dalle 11.50: in attesa di vedere quali ricette verranno presentate dagli chef, diamo uno sguardo a quanto successo ieri sul piccolo schermo. Si parte come al solito con la ricetta sprint, ovvero i supplì fritti di porri e mortadella. Cuciniamo prima il riso, facendolo scolare per bene. Poi cuciniamo il porro e tagliamolo a fettine, aggiungendo ovviamente la noce di burro per insaporire meglio il tutto. Prendiamo poi i 150 grammi di mortadella e tagliamo a filettini: preparato il tutto aggiungiamo anche il riso e il porro, aggiungendo anche l’uovo e il formaggio. Diamo la forma ai nostri suppli e ripassiamo il tutto per creare la panatura: friggiamo il tutto nell’olio portato precedentemente a temperatura e serviamo, facendo prima scolare l’olio in eccesso. Dopo la ricetta sprint si parte subito con la sfida odierna, ovvero quella della pizza. Da una parte Sorbillo e Improta, per la pizza fritta napoletana, dall’altra Gabriele Bonci e Renatone per la pizza al forno alla romana. La pizza fritta si prepara impastando lievito acqua e farina, cercando di far poi lievitare bene l’impasto successivamente. Dopo aver fatto riposare il tutto si frigge l’impasto e si aggiunge il condimento: i due pizzaioli napoletani scelgono la scarola e la colatura di alici in una e verdure miste con bufala e parmigiano, creando il tipico street food napoletano.

I due pizzaioli romani propongono una lavorazione simile, ma leggermente differente. Anche qui bisogna sciogliere il lievito e impastare con la farina e il sale. Una volta sistemate le dovute proporzioni si lascia a riposo. Le pizze presentate dai due sono con carciofi, amatriciana e pollo e peperoni, ingredienti tipici della cucina romana. Ovviamente bisogna prima cucinare gli ingredienti e poi aggiungerli all’impasto cotto al forno. Immancabile nel finale una spruzzata di pecorino, tipico formaggio della tradizione romana. La sfida della pizza prosegue, ma anche la puntata. Scende in campo anche l’eclettica Anna Moroni, che porta in tavola la lasagna di Nonna Papera. Si parte con la sfoglia già pronta, da cucinare in acqua salata: una volta lessata si fa asciugare in un contenitore bagnato, su cui poggeremo uno straccio anch’esso bagnato. Il consiglio di Anna è proprio questo, per non far seccare troppo la sfoglia: si ripone il tutto condendo con il sugo di funghi, burrata e pancetta. Per chi volesse può aggiungere anche la passata di pomodoro. Una volta terminata la costruzione degli stati si mette in forno a circa 200°C per oltre mezz’ora.

Ma dopo un mix di piatti davvero sostanziosi, si passa anche ai centrifugati di Evelina Flachi, che non manca di dare il proprio consiglio sul consumo di carne rossa. La nutrizionista infatti cerca di sfatare il mito che la carne rossa fa male e che va comunque consumata (sempre moderatamente) per alcune proteine fondamentali. La stessa Antonella dà il suo punto di vista, spiegando come un eccesso di tutto sia poco salutare. L’importante rimane comunque la cottura. Il centrifugato di oggi è invece composto da kiwi, arancia, melagrana, spinaci e zenzero fresco, per combattere i radicali liberi. La puntata di oggi si chiude con il solito dessert presentato da Natalia Cattellani, che prepara un dolce salato, ovvero bran cake con insalata di frutto di stagione. Frullando tutti gli ingredienti otteniamo il classico composto, a cui andremo ad aggiungere il lievito e anche dei pezzettini di cioccolato. Una volta versato il composto nella teglia, mettiamo in forno per circa cinquanta minuti a 170° C. Un dolce particolare con cui fare colazione e non sentirsi in colpa per aver mangiato qualcosa di gustoso. Infatti viene soprannominato proprio il dolce della salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori