SICUREZZA ALIMENTARE & TTIP / Ogm e pesticidi killer: Nadia Toffa visita un ranch americano (Le Iene Show, 27 novembre)

- La Redazione

Sicurezza alimentare & Ttip: si va verso l’accordo fra Stati Uniti e Europa, cresce l’allarme per l’abolizione delle norme a tutela della salute europea (Le Iene Show, 27 novembre 2016). 

le_iene_show_martedi_R439
Le Iene Show, in onda su Italia 1

Alle Iene Show si parla del trattato Ttip, l’accordo commerciale tra l’Europa e gli Usa che consiste nel togliere dazi doganali e assemblare i regolamenti. L’ex presidente degli Stati Uniti D’America Barack Obama sta continuano a spingere in questa direzione, affinchè si possa chiudere l’accordo con Angela Merkel. Secondo Greenpeace e Wikileaks, il trattato agevolerebbe esclusivamente solo le grandi aziende. Oltretutto i regolamenti americani sono decisamente meno rigidi rispetto a quelli europei per quanto riguarda le norme igieniche. Ciò comporterebbe un serio rischio per la salute dei consumatori. Le statistiche parlano chiaro: in Europa c’è una persona intossicata ogni settecento individui, mentre negli usa il numero di intossicati sale a 6. La Toffa fa visita in un ranch americano e parlando con uno degli allevatori scopre l’uso esasperato di ormoni e cibi potenziati. Durante il servizio emerge che alcuni esponenti del governo Renzi sarebbero favorevoli al Ttip. Che piega prenderà questa vicenda?

Nadia Toffa, conduttrice ed inviata storica de Le Iene Show, nel corso del nuovo appuntamento di stasera tornerà ad occuparsi del delicato tema della sicurezza alimentare. L’accento sarà posto in modo particolare sul Ttip (Transatlantic Trade and Investment Partnership), il patto transatlantico relativo alla liberalizzazione dei commerci. Se fino alla scorsa estate sembrava che non ci fosse un accordo tra Vecchio e Nuovo Continente, in realtà il patto tra l’ex Presidente Usa, Barack Obama e la cancelliera tedesca Merkel era in corso, sebbene le trattative fossero in gran segreto. Greenpeace però, di recente ha reso pubblici alcuni documenti. Il patto vedrebbe ancora la divisione tra Europa e America in merito all”uniformazione delle regole globali anche alla luce delle grandi differenze esistenti tra i due Continenti in fatto di temi caldi come salute pubblica, sicurezza alimentare, informazione dei consumatori ed ovviamente ambiente. Preoccupazioni che non sono passate inosservate in Parlamento europeo e tra le associazioni che operano a tutela dei consumatori.

A mesi di distanza dall’uscita della Gran Betragna dall’Europa, sono molte le domande che si pongono i cittadini in materia di sicurezza alimentare, standard di qualità, metodi di produzione e tutela dei cosiddetti prodotti tipici. A causare maggiore preoccupazione è il Ttip, ovvero il patto transatlantico con cui Europa e Stati Uniti potrebbero trovare un accordo sulla liberalizzazione dei commerci. Non si tratta solo di abbattere prezzi, dazi ed il costo di import/export in generale, ma soprattutto delle normative e conseguenze nella quotidianità dei cittadini europei. Attualmente, le leggi in materia di uso di pesticidi e ogm sono molto restrittive per il nostro Paese così come in tutti quelli che fanno parte dell’Unione Europea. Dei freni che negli Stati Uniti operano in modo diverso, mediante il principio del cosiddetto rischio accettabile. Questa sera, domenica 27 novembre 2016, Le Iene Show e Nadia Toffa approfondiranno la tematica durante la nuova puntata del programma di Italia 1. Il Ttip riguarda a tutti gli effetti di due modi diversi di concepire la giurisprudenza. In Europa infatti, come sottolinea La Repubblica, vige il principio di precauzione. In pratica si cerca di prevenire eventuali problematiche e tragedie a tutela della salute dei cittadini. Facilitare i commerci potrebbe abbassare di molto i livelli di allarme, soprattutto per quanto riguarda l’etichettatura dei prodotti ogm. Negli USA questa norma non è prevista per esempio, così come l’uso di ormoni per l’allevamento che l’Europa vieta in assoluto e che invece vengono tollerati oltreoceano. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori