Programmato per uccidere/ Diretta streaming e trailer del film con Steven Seagal

- La Redazione

Programmato per uccidere, il film in onda su Rete 4 oggi, martedì 8 novembre 2016. Nel cast: Steven Seagal e Keith David, alla regia Dwight H. Little. La trama del film nel dettaglio

Foto-Mediaset_new
film

” è un thriller girato nel 1990 che si caratterizza per la presenza del popolare Steve Seagal, uno degli attori del cinema action più celebri degli anni Novanta. La pellicola verrà trasmessa su Rete 4 oggi, martedì 8 novembre 2016 alle ore 21:15. Il trailer, che potete vedere qui, mostra John Hatcher è un poliziotto della narcotici che con il suo operato incorre nelle ire di una pericolosa gang giamaicana, capitanata dal folle e crudele Screwface. Il delinquente odia Hatcher con tutto il cuore ed ordina ai suoi sgherri di uccidere il poliziotto e tutta la sua famiglia. Quando la sua nipotina dodicenne verrà ferita gravemente nell’attentato e rischierà di perdere la vita, il nostro protagonista rispolvera tutta la sua abilità nelle arti marziali e tutta la sua determinazione per assicurare alla giustizia questo efferato criminale. Chi vuole accedere alla sua diretta streaming, invece, la potrà trovare sul sito www.mediaset.it, cliccando qui.

Programmato per uccidere è il film che andrà in onda su Rete 4 oggi, martedì 8 novembre 2016, in prima serata. Una pellicola d’azione e poliziesca che è stata diretta da Dwight H. Little. Steven Seagal al termine delle riprese ha presentato un esposto all’associazione degli sceneggiatori americani. L’attore desiderava essere accreditato come unico autore del copione del film dato che sosteneva di aver riscritto più del 93% del soggetto in questione. Alla fine, però, il verdetto è stato emesso in favore di Michael Grais e Mark Victor, ufficialmente gli unici autori della sceneggiatura.

Programmato per uccidere è il film in onda su Rete 4 oggi, martedì 8 novembre 2016 alle ore 21.15. Una pellicola d’azione che è stata prodotta nel 1990, per quanto riguarda la regia di questa produzione, essa è stata affidata a Dwight H. Little, si tratta di un autore cinematografico statunitense nato a Cleveland nel 1956. Ha realizzato alcune celebri serie cinematografiche (“Prison Break”, “Bones”, “X-Files”) e diversi film piuttosto popolari come, ad esempio, “Drago d’acciaio”, “Murder at 1600 – Delitto alla Casa Bianca” e “Deep Blue”. Venendo a parlare, invece, degli attori che compongono il cast di questo film, il protagonista assoluto è l’ottimo Steven Seagal, maestro di Aikido che ha usato questa sua grande abilità per sfondare nel mondo dello spettacolo hollywoodiano, senza dubbio alcuno, questo interprete è uno dei più rilevanti attori del cinema action degli anni Novanta. Al suo fianco possiamo trovare altri nomi noti, come non citare, per esempio, Keith David, attore statunitense che nel corso della sua carriera ha lavorato con alcuni dei più celebri registi degli ultimi decenni come, ad esempio, Oliver Stone, John Carpenter, Sam Raimi e Darren Aronofsky. Ma scopriamo nel dettaglio la trama del film.

John Hatcher (Steven Seagal) è un agente della DEA che torna negli Stati Uniti dopo una missione in Colombia, l’operazione a cui ha partecipato è finita nel peggiore dei modi, dato che Chico, uno dei suoi colleghi, è stato ucciso da un gruppo di narcotrafficanti. L’avvenimento sconvolge il nostro protagonista a tal punto che l’uomo decide di lasciare il lavoro e si ritira nella sua vecchia casa di famiglia nella periferia di Chicago. Qui incontra il suo vecchio compagno d’armi Max (Keith David), diventato allenatore della squadra locale di football. Proprio mentre i due vecchi amici decidono di festeggiare la loro reunion con una bella bevuta, una gang giamaicana irrompe nel locale e semina il terrore tra gli avventori. John, ovviamente, decide di intervenire e riesce a catturare uno dei criminali, scrivendo così la parola fine alla sparatoria. Il suo gesto non passerà però inosservato, il leader della banda, uno psicopatico e sadico delinquente di nome Screwface (Basil Wallace), non può tollerare che qualcuno si intrometta nelle sue faccende e decide quindi di dare un segnale chiaro. Manda una delegazione ad uccidere John proprio nella casa che l’uomo divide con sua sorella Melissa (Elizabeth Gracen) e con Tracey (Danielle Harris), la sua nipotina dodicenne. A farne le spese, sarà proprio la ragazzina, verrà colpita da un proiettile vagante e dovrà essere ricoverata in ospedale appesa in un filo tra la vita e la morte. Il nostro protagonista, ovviamente, non è tipo da accettare supinamente questa situazione. Inizia immediatamente ad indagare ed arriva a mettere le mani su un criminale giamaicano di nome Jimmy, l’uomo reagisce e cerca di eliminare John che allora si trova costretto ad eliminarlo. Poco dopo, sulla scena del crimine giunge il giovane Nesta, un altro uomo della banda di Screwface, il nostro protagonista lo sottomette facilmente per farsi raccontare tutto quello che sa sul suo boss. Hatcher decide allora di rientrare in servizio per riuscire a svolgere le indagini del caso assieme al suo amico Max. Sa, inoltre, che dovrà fare in fretta, sul tappeto della sua abitazione, infatti, ha trovato uno strano simbolo voodoo scritto con il sangue. Il detective Leslie (Joanna Pacula) della polizia di Chicago gli riferisce che è il segnale che generalmente Screwface usa come dichiarazione di guerra.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori