Z NATION 3 / Anticipazioni del 14 dicembre 2016: 10k sfuggirà a Will?

Z Nation 3, anticipazioni del 14 dicembre 2016, in prima Tv assoluta su AXN Sci Fi. Un nuova impresa di Murphy lo farà crollare verso il basso; 10k viene attaccato dai lupi. 

14.12.2016 - La Redazione
znation_facebook
Z Nation 3, in prima Tv assoluta su AXN Sci Fi

Nella prima serata di oggi, mercoledì 14 dicembre 2016, AXN Sci-fi trasmetterà un nuovo episodio di Z Nation 3, in prima Tv assoluta. La puntata sarà la quinta, dal titolo “Fuga dai boschi“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la scorsa settimana:  Warren (Kellita Smith) ed il resto del gruppo uccidono degli zombie e si imbattono in alcuni uomini che rivelano di essere sotto assedio da parte di un altro gruppo. Lo chiamano Mani Rosse, guidato da un certo Escorpion. Nel frattempo, Murphy (Keith Allan) prosegue il proprio progetto, mentre numerose persone iniziano a pregarlo di morderle per scongiurare malattia e morte. Faccia blu è nervoso perché la Merch (Lisa Coronado) non ha ancora trovato un vaccino, ma la scienziata gli rivela di aver creato una cura temporanea che gli dia un po’ di sollievo. Poco dopo, la Merch inietta sul collo di 10k (Nat Zang) una sostanza, che lo fa cadere a terra e gli provoca della schiuma bianca alla bocca. Al suo risveglio, gli rivela di avergli dato il vaccino originale per toglierlo dal controllo di Murphy e che ha bisogno del suo aiuto.

Un altro gruppo di civili chiede poi a Murphy di mordere una donna gravemente ferita, ma riceve un rifiuto. Crede infatti che sarebbe troppo rischioso per tutti e quando la donna muore di fronte ai suoi occhi, la soggioga perché si unisca alla sorveglianza. Nel frattempo, Addy (Anastasia Baranova), Sun (Sydney Viengluang) e Doc (Russell Hodgkinson) rimangono confinati in un’altra struttura. Addy ha un forte dolore al dente, ma sono costetti a trovare un riparo con l’arrivo di un gruppo armato. Warren e gli altri trovano invece una donna che fa parte di Mani Rosse (Nira Parker) e che rivela loro che sono circondati. Warren non si spiega come mai parlino di Escorpion, ma concorda con Hector (Emilio Rivera) che sia meglio continuare a tenere nascosta la verità. Alcuni sopravvissuti affermano di essere stati presi di mira perché Mani Rosse è folle, ma Warren sa che c’è un motivo preciso.

Ci sono infatti delle scritte che li accusa di aver rubato e scoprono infatti che hanno ucciso pur di ottenere del cibo che si trovava in un edificio. Sun nota che Addy rischia lo shock settico e decide di toglierle il dente, ma sono prima costretti a farla svenire. Più tardi, Warren nota che uno degli zombie è stato imbottito di tritolo e anche se riesce ad eliminarlo, un altro varca la soglia e l’esplosione la travolge. Intanto, 10k scopre che la Merch è stata di nuovo soggiogata, ma riece a rubare il vaccino ed a fuggire. Nel gettarsi dalla finestra, cade tuttavia sul furgone di Will Chaffin (Aaron Trainor) che inizia ad inseguirlo. Uno dei suoi uomini riesce a sbatterlo contro il muro, ma 10k si divincola e fugge altrove. Il gruppo di sopravvissuti invece nota il tatuaggio al braccio di Hector e capisce che si tratta di Escorpion, ma veengono eliminati non appena cercano di attaccarlo. Mentre 10k si getta nel mare in tempesta pur di sfuggire ai suoi inseguitori, la Merch decide di farla finita, si pugnala alla gola e si dà in pasto agli zombie.

Nel tentativo di sfuggire a Will, sempre più vicino alle sue tracce, 10k inizia a perdere sempre di più le forze, mentre si addentra nei boschi. Si ritroverà presto circondato da un branco di lupi piuttosto famelici e che dimostrano di non mangiare da un bel po’ di tempo. Nel frattempo, il culto creato da Murphy inizia ad allargare sempre di più gli adepti che lo venerano come una divinità. La cura tuttavia sembra ormai sfumata, dato che la scienziata ha deciso di uccidersi e le poche fiale esistenti sono in mano a 10k. Sempre più persone dimostrano di volersi unire a lui ed inizia ad essere davvero difficile iniziare a gestire tutta la comunità. Tuttavia, il livello di bassezza finora raggiunto da Muprhy è niente in confronto a ciò che è ancora in grado di fare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori