Scommessa con la morte/ Su Iris il film con Clint Eastwood, gli incassi della pellicola

- La Redazione

Scommessa con la morte, il film in onda su Iris oggi, venerdì 16 dicembre 2016. Nel cast: Clint Eastwood  e Patricia Clarkson, alla regia Buddy Van Horn. La trama del film nel dettaglio.

iris_logo
film prima serata

Scommessa con la morte è il film che andrà in onda su Iris oggi, venerdì 16 dicembre 2016. Il film, che chiude la saga su uno degli ispettori più famosi al livello mondiale, è stato girato interamente in America, con buone parte delle scene che hanno visto protagonista la città di San Francisco. Il guadagno delle case di produzione, guadagno derivante dalla vendita dei biglietti, è stato di oltre 7 milioni di dollari, stante una spesa presunta superiore ai 31 milioni di dollari. Da sottolineare che in una scena del film, quella dei funerali del cantante rock, compare l’importante gruppo dei Guns N’ Roses, che suonano dal vivo una delle loro canzoni più famose, Welcome to the Jungle, osannata da centinaia di migliaia di persone.

, il film in onda su Iris oggi, venerdì 16 dicembre 2016 alle ore 23.20. La pellicola rappresenta l’ultimo capito della saga del famoso ispettore Harry Callaghan ed è statat diretta dal bravo Buddy Van Horn. Il film non è certo una prima televisiva per i palinsesti italiani, vede ricoprire nel ruolo di protagonista il grande Clint Eastwood, che questa volta è affiancato dalla bella e brava Patricia Clarkson. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

La storia vede sempre al centro dell’azione l’ispettore Harry Callaghan, egli questa volta si trova alle prese con uno psicopatico, che a San Francisco porta avanti un lugubre gioco, che i giornali ribattezzano con una dolorosa ironia Bingo con il morto. Il gioco prevede che il vincitore del bingo, sia chi allo scadere di un tempo predefinito abbia operato più uccisioni, le uccisioni dovranno essere effettuate prendendo le vittime da una lista pubblica, lista nella quale appare anche il famoso ispettore. L’indagine sul gioco mortale viene portata avanti, mentre l’ispettore viene fatto segno di numerosi attentati, il cui autore è un malvivente che era stato incarcerato poco tempo prima grazie al coraggio di Callaghan. La prima vittima è un cantante ormai dimenticato dal suo pubblico, Johnny Squares, egli facendo uso di sostanze stupefacenti aveva accettato un lavoro a basso costo del regista, che aveva ideato in un suo film il gioco, quel Peter Swan su cui le indagini si concentrano. Anche le vittime successive, un uomo di spettacolo e una critica cinematografica sono in correlazione con Swan, cosa che non fa altro che amplificare gli indizi sull’uomo di spettacolo, che comunque si professa totalmente innocente e del tutto estraneo ai fatti. Callaghan aiutato da una giornalista d’assalto, prima respinta e poi richiamata, riesce a sbrogliare la complicata matassa, e individua l’assassino. Egli non è altro che un uomo con grossi problemi psicologici, e per questo in cura presso una struttura psichiatrica. L’uomo che è un fan del regista, e che in alcune fasi della vita è stato un vero e proprio stalker dell’uomo di spettacolo, aveva intenzione di fare cadere le prove sul Swan, ma non aveva fatto i conti con l’integerrimo ispettore, che chiude il caso e con la fine del film si congeda dai suoi estimatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori