Una settimana da Dio/ Le curiosità sul film con Jim Carrey e Jennifer Aniston in onda su Raidue

Una settimana da Dio, il film in onda su Rai 2 oggi, giovedì 29 dicembre 2016. Nel cast: Jim Carrey e Jennifer Aniston, alla regia Tom Shadyac. La trama del film nel dettaglio

29.12.2016 - La Redazione
rai_2_facebook
film prima serata

Una settimana da Dio, è il film che verrà trasmesso su Rai 2 oggi, giovedì 29 dicembre 2016. Una pellicola dal genere commedia e fantastica che è stata affidata alla regia di Tom Shadyac con il soggetto che è stato scritto da Steve Koren, Mark O’Keefe e Steve Oedekerk che si sono occupati anche della sceneggiatura e della produzione con Michael Bostick, Jim Carrey e James D. Brubaker. Le case di produzione che hanno aderito al progetto sono Spyglass Entertainment, Shady Acres Entertainment, Pitt Bull Productions e Universal Pictures mentre la distribuzione in Italia è stata gestita dall’azienda Buena Vista International. Il montaggio del film è stato effettuato da Scott Hill con gli effetti speciali realizzati da Robert Calvert e le musiche della colonna sonora che sono state composte da John Debney. La pellicola è nata negli Stati Uniti d’America nel 2003 con la durata di 93 minuti. Curiosità: C’è stato un momento in cui l’attrice Jennifer Aniston stava girando in contemporanea questo film, la serie tv “Friends” e il film “…e alla fine arriva Polly”. Sul set di “Una settimana da Dio”, inoltre, l’interprete ha incontrato un suo vecchio compagno di avventure: la scimmia che è stata utilizzata durante le riprese è la stessa che interpretava Marcel proprio nella popolare serie televisiva che ha reso celebre la Aniston.

Una settimana da Dio è il film in onda su Rai 2 oggi, giovedì 29 dicembre 2016 alle ore 22.55. Una commedia statunitense prodotta nel 2003, per quanto riguarda la regia di questa pellicola, dietro alla macchina da presa possiamo trovare Tom Shadyac, autore statunitense che ha prodotto film popolari e divertenti come, ad esempio, “Ace Ventura – L’acchiappanimali”, “Bugiardo bugiardo” e “Il professore matto”. Venendo a parlare del cast che ha preso parte a questa produzione, esso è a dir poco stellare, il protagonista della pellicola ha il volto di Jim Carrey, attore che nasce grazie ai suoi perfetti tempi comici e alla sua mimica facciale fuori dal comune. Nel corso degli anni ha preso parte grazie al suo grande talento a film di maggior spessore come “The Truman Show” per la regia di Peter Weir, “Se mi lasci ti cancello” di Michel Gondry e “Man on the Moon” di Miloš Forman. Al suo fianco troviamo la bellissima Jennifer Aniston, indimenticabile protagonista della sitcom “Friends” e reginetta della commedia brillante degli ultimi vent’anni. Tra le sue pellicole più popolari ricordiamo “…e alla fine arriva Polly”, “Friends with Money” e “Cake”. Ricordiamo infine la presenza di Morgan Freeman, attore geniale dal talento incredibile, nel corso della sua spettacolare carriera ha lavorato con registi di grande pregio quali Christopher Nolan, Rob Reiner, Clint Eastwood, Lasse Hallström, Lawrence Kasdan e Brian De Palma. ma vediamo nel dettaglio la trama del film. 

Bruce Nolan (Jim Carrey) è un reporter televisivo che lavora per una televisione di Buffalo, New York. Il suo sogno, però, è quello di smettere la sua attività di inviato speciale e di diventare il conduttore dell’edizione serale del telegiornale. Da molto tempo il nostro protagonista è fidanzato con Grace Connelly (Jennifer Aniston), i due innamorati vanno d’amore e d’accordo anche se Bruce ha una cotta per la sua collega Susan Ortega (Catherine Bell) che, però, sembra accorgersi a stento di lui. Bruce ha una caratteristica molto particolare, è costantemente vittima della sfortuna. Quando al suo posto viene promosso il suo eterno rivale, il nostro protagonista perde letteralmente le staffe e rovina un importante servizio in diretta televisiva. Ovviamente questo comportamento non può essere accettato e Bruce viene licenziato dall’emittente su due piedi. Questa è la goccia che fa traboccare il vaso, in un monologo interiore, il nostro protagonista si rivolge direttamente a Dio (Morgan Freeman), accusandolo di essere ingiusto e poco corretto. Le sue testuali parole sono che sarebbe proprio l’Onnipotente ‘quello che dovrebbe essere licenziato’. Dopo qualche tempo, riceve sul suo cellulare un messaggio piuttosto misterioso che riesce a catturare la sua attenzione e che lo porta a recarsi ad un appuntamento in un magazzino vuoto ed isolato. Qui ad aspettarlo incontra il Padre Eterno in persona, Dio ha ascoltato le sue preghiere e ha deciso di offrire al giornalista tutti i suoi immensi poteri. Così vuole dargli la grande possibilità di dimostrare di saper svolgere il suo lavoro meglio di Dio in persona. Ci sono solo due regole che Bruce dovrà seguire alla lettera, la prima è un accordo di riservatezza che prevede che il nostro protagonista non possa riferire a nessuno di avere poteri soprannaturali. La seconda, invece, è molto più complessa, i suoi interventi non possono interferire con il libero arbitrio delle altre persone. Ovviamente Bruce è estremamente felice per questa possibilità che gli viene accordata. Accetta immediatamente l’incarico ed inizia a utilizzare le sue nuove e mirabolanti capacità per i suoi scopi personali, senza curarsi troppo delle conseguenze…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori