PRIME/ Su Canale 5 il film diretto da Ben Younger con Maryl Streep

- La Redazione

Prime, il film in onda su Canale 5, questo pomeriggio sabato 31 dicembre 2016. Nel cast: Maryl Streep e Uma Thurman, alla regia Ben Younger. Il dettaglio della trama  

Foto-Mediaset_new
film

Prime è una commedia sentimentale realizzata nel 2005. L’appuntamento con questa brillante pellicola è previsto per sabato 31 dicembre alle ore 13:40 su Canale 5. Per quanto riguarda la regia, dietro alla macchina da presa troviamo Ben Younger: si tratta di un ottimo cineasta nato a Brooklyn nel 1972 la cui produzione si caratterizza per la sua capacità di realizzare pellicole molto popolari ed amate dal grande pubblico come, per esempio, “1 Km da Wall Street” e “Bleed for This”. Venendo a parlare, invece, del cast che sarà possibile apprezzare durante la messa in onda del film, la protagonista ha il volto di una vera e propria leggenda della storia del cinema: si tratta della bellissima Maryl Streep, grande attrice di immenso talento che è stata nominata all’Oscar per ben diciannove volte. Nel corso della sua straordinaria carriera ha lavorato per registi di grande pregio come, ad esempio, Wes Anderson, Steven Spielberg, Jonathan Demme, Stephen Frears, Nora Ephron, Robert Altman, Wes Craven e Robert Zemeckis. Al suo fianco troviamo un’altra interprete dotata di grande charme: è l’affascinante Uma Thurman, indimenticabile e belligerante protagonista di “Kill Bill” e di “Nymphomaniac: volume I”. 

La protagonista del film è Rafi (Uma Thurman), affascinante fotografa sulla soglia dei quarant’anni. Per la donna non è un momento facile: ha appena deciso di porre fine al suo sofferto matrimonio per manifesta incompatibilità caratteriale col suo ex-marito. Non è stata una separazione facile e la nostra protagonista si ritrova ad essere poco serena e molto sofferente. Sente di aver bisogno di un po’ di sostegno e sceglie di farsi aiutare da un’ottima psicoterapeuta di nome Lisa (Meryl Streep). Non è la prima volta, infatti, che la sua vita amorosa si rivela disastrosa: la povera Rafi ha l’incredibile capacità di scegliere sempre il compagno sbagliato. Assieme alla sua analista cerca di capire quali siano le motivazioni che soggiacciono a questo suo comportamento. Un giorno, si imbatte in un giovane uomo di appena ventitré anni: il suo nome è David (Bryan Greenberg) e i due capiscono subito di avere davvero molto in comune. Il giovane è un ottimo artista che ha scelto la pittura come sua principale forma espressiva. Anche se non le era mai successo di vivere un amore con un uomo così giovane, la fotografa decide di ascoltare il suo cuore e si butta a capofitto in questa relazione. Quando Lisa raccoglie le preoccupazioni della sua paziente la sprona a liberarsi dalle sue prigioni mentali per vivere fino in fondo questa relazione che sembra essere così positiva ed importante per lei. Cambierà rapidamente opinione quando scoprirà che il giovane di cui Rafi è innamorata è il suo unico e giovane figlio maschio. La dottoressa si trova ad essere in grandissima difficoltà: vorrebbe cercare in tutti i modi di scongiurare l’eventualità che la fotografa diventi sua nuora, ma trova inconcepibile continuare ad essere la sua terapeuta. Decide, consigliata da un suo collega, di continuare a vedere la bella Rafi, cercando di mantenersi il più possibile neutrale. Solo quando la fotografa le confesserà che la sua storia con David è diventata seria ed importante, Lisa deciderà di confessare alla sua paziente di essere la madre del suo fidanzato. Per la fotografa è un fulmine a ciel sereno: ha affidato i suoi sentimenti più intimi e profondi ad una donna con cui, anche se in modo non definitivo, è legata da un rapporto personale. Si sente ferita e decide di sospendere i loro colloqui. Ovviamente, la terapia era un importante momento di riflessione per la giovane donna: ora che si ritrova privata di questo sostegno, le difficoltà di Rafi riemergono e i primi conflitti iniziano a sorgere nella sua storia con David.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori