DOMENICO BELMONTE / Orrore a Castel Volturno: la versione dell’uomo sulle morti della moglie e della figlia (Chi l’ha visto, 7 dicembre 2016)

- La Redazione

Domenico Belmonte, il medico negò sempre di aver ucciso le due donne, non ne denunciò mai la scomparsa. Riferì che se ne erano andate (Chi l’ha visto, 7 dicembre 2016).

chilhavisto_facebook
Chi l'ha visto

Il caso di Elisabetta Grande e Maria Belmonte sarà affrontato questa sera nel corso della trasmissione Chi l’ha visto. Un caso di cronaca controverso che vede protagonista Domenico Belmonte, marito e padre delle due vittime e accusato del loro delitto avvenuto nel 2004. L’uomo fu arrestato dopo il ritrovamento dei due corpi, nel 2012, dopo non averne mai denunciato la loro scomparsa. Fu poi scarcerato nel medesimo anno per volere del Riesame. L’uomo, tuttavia, ha sempre respinto le accuse a suo carico tanto da aver avanzato una sua personale versione, come riportato da DirettaNews.it. “Loro abitavano in un’altra casa, dove è avvenuta qualche rapina, sono state private di tutti gli oggetti che avevano con loro, infatti non è stato più trovato l’oro. Poi, i cadaveri sono stati sotterrati e sono rimasti sotto terra per circa due anni e mezzo. Solo dopo sono stati portati sotto la mia villa, ma non so da chi. I vicini non hanno mai sentito odori per tutto questo tempo, come ve lo spiegate questo?”, aveva spiegato Domenico Belmonte. Intanto resta il mistero sulle morti delle due donne.

Undici anni prima che i corpi di Elisabetta Grande e Maria Belmonte venissero ritrovati. E sono trascorsi ulteriormente quattro anni da quel giorno in cui il giudice ha respinto il ricorso dell’unico indagato, Domenico Belmonte, marito e padre delle due vittime. Il Riesame nel 2012 ha scarcerato l’uomo, dopo una prima reclusione, ed ora il giudice ha respito la sua richiesta di poter gestire le esequie delle due donne. Le salme erano state richieste anche dal fratello di Elisabetta, Lorenzo Grande, ma Domenico Belmonte aveva fatto ricorso. L’uomo, un ex dirigente sanitario del carcere di Poggioreale, all’epoca dei fatti lavorava ancora in azienda. Negli anni 2000 aveva deciso di trasferirsi a Belmonte, scontrandosi con il parere delle due donne, specialmente della figlia Maria, che si trovava in un momento delicato della sua separazione con il marito. La decisione del medico di cambiare città aveva fatto sentire le due donne escluse ed isolate, bloccate anche nel loro sogno di aprire un’attività. Fino a quel giorno del 2004 in cui si perse ogni loro traccia. Questa sera, mercoledì 7 dicembre 2016, Chi l’ha visto ritornerà ad occuparsi del caso nella prima serata di Rai 3. Domenico Belmonte non ha mai denunciato la scomparsa della moglie e della figlia, sottolinea Il Fatto Quotidiano, mentre era il fratello di Elisabetta Grande a fare richiesta d’intervento alle autorità, interessando la stessa trasmissione. Nel 2012 la polizia scientifica ha infine trovato i due corpi all’interno di un’intercapedine, realizzata al di sotto del pavimento della villetta di famiglia. L’uomo si è sempre dichiarato innocente e non è ancora chiaro se le due donne siano state uccise mediante la somministrazione di una dose massiccia di farmaci oppure se si siano suicidate. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori