LA PROVA DEL CUOCO/ Ricette puntata 16 febbraio 2016: il pan di banane, la pizza ai quattro latti, tacchno con succo di mele

La prova del cuoco, le ricette della puntata di martedi 16 febbraio 2016: il pan di banane, la pizza ai quattro latti, émincé di tacchno con succo di mele. Gli ingredienti e la preparazione

17.02.2016 - La Redazione
la-prova-del-cuoco
La prova del cuoco: estrazione di Lotteria Italia

Torna anche oggi l’appuntamento con la cucina di Antonella Clerici a La Prova del Cuoco con diverse ricette da cui potrete trarre ispirazione per i vostri piatti. Prima di vedere cosa accadrà oggi però andiamo a vedere cosa hanno cucinato ieri i concorrenti della trasmissione. Anna Moroni continua a stupire con le sue diverse ricette: il sedici febbraio, la cuoca prepara il pan di banane, dolce che altri non è che una sorta di torta. Anna racconta, in maniera dettagliata, come queste devono essere preparate: la cuoca spiega che, lavare le banane, risulta essere facoltativo, ovvero non è necessario compiere tale azione. Una volta che queste vengono sbucciate però, sarà importate fare il possibile per poterle tagliarle a tocchetti della stessa dimensione: in questo modo sarà molto più semplice poterle tagliare e frullarle col mixer. Una volta che le banane vengono messe nel robot, sarà sufficiente aggiungere burro, sale, latte ed un uovo e frullare il tutto, finché non si ottiene una crema densa ma non troppo. Successivamente, bisognerà versare il composto in uno stampo da torte, il quale deve essere prima imburrato e successivamente spolverato dal pane grattugiato: Anna spiega che, questo ingrediente, non altererà il sapore della torta ed eviterà che questa possa attaccarsi al fondo della teglia. La torta deve essere cotta per un’ora a duecento gradi: Anna spiega che, dopo che la torta è cotta, sarà possibile gustarla una volta che questa è fredda. Essa potrà essere conservata in frigo e consumata per circa una settimana. Gino Sorbillo invece decide di preparare una pizza particolare: se esiste la pizza ai quattro formaggi, il pizzaiolo odierno propone quella ai quattro latti, che ovviamente è una versione molto simile. Come primo procedimento, il pizzaiolo prepara la pasta per la pizza, usando tutti gli ingredienti utili per poter creare un panetto soffice, il quale deve essere ovviamente lasciato a lievitare per qualche ora in un luogo caldo. Il pizzaiolo spiega che, per una buona pasta, bisogna lasciare a riposare la pasta per almeno otto ore, aggiungendo che, se la pasta viene messa nel forno, bisogna evitare di accenderlo, usandolo quindi come semplice contenitore. Il pizzaiolo, una volta che pasta viene preparata, la stende infarinando un piano di lavoro: una volta che la pasta viene stesa, sarà importante aggiungere il sugo con l’olio d’oliva e porre la gorgonzola a pezzi e anche la ricotta di capra. Successivamente, bisognerà cuocere la pizza a duecento gradi per mezz’ora. Il cuoco spiega che, gli altri due formaggi, devono essere aggiunti solo ed esclusivamente quando la pizza è pronta: i fiocchi di burrata ed il parmigiano grattugiato devono essere aggiunti al termine della cottura.

Barzetti invece propone un piatto ricco a base di carne e riso, ovvero la pietanza che viene chiamata col nome di émincé di tacchino con succo di mela e mandorle con riso rosso. Il cuoco spiega che, a seconda della qualità del riso, sarà importante cambiare il tipo di cottura: questo non deve essere sciolto e nemmeno al dente. Per renderlo maggiormente saporito, sarà importante lasciare a riposare il riso in un contenitore d’acqua salata con alloro: il tempo di riposo deve essere pari a circa due ore. Il tacchino deve essere soffritto in padella e mentre cuoce, con un filo d’olio, bisogna tritare le mandorle ed aggiungerle nel pollo una volta che esso è quasi cotto. A cottura quasi ultimata, bisogna aggiungere il succo di mele e mescolare con attenzione: il succo deve evaporare, pertanto la cottura deve essere a fiamma bassa. Una volta che il riso è cotto, esso deve essere passato nell’acqua e successivamente aggiunto al pollo nella padella. La cottura deve essere portata al termine con l’aggiunta del radicchio: occorrono circa cinque minuti ed una volta che il pollo è cotto, bisognerà servire nel piatto, lasciare a raffreddare e gustare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori