LA STRADA DEI MIRACOLI/ Padre Pio. Replica e riassunto puntata 16 febbraio 2016: come vederla in video streaming

- La Redazione

La strada dei miracoli, la replica e il riassunto della puntata del 16 febbraio 2016: ecco come vederla in video streaming sul web grazie a Video Mediaset. Si discute di Padre Pio

safiria_leccese
Safiria Leccese conduce La Strada dei miracoli

La salma di Padre Pio è da poco rientrata a San Giovanni Rotondo. Se ne è parlato ieri sera a La strada dei miracoli con Safiria Leccese e i suoi ospiti in studio. Quando era partita la salma di Padre Pio da San Giovanni Rotondo la gente piangeva lì, perché abituata ad averlo vicino. A Roma invece molte persone che non erano mai state a San Giovanni Rotondo hanno avuto l’opportunità di pregare accanto alle spoglie di San Pio. Il percorso è stato di 500 chilometri. Si ipotizzavano quattro ore e invece dopo sette il carro era ancora in viaggio, perché le persone lo fermavano per strada per pregare e al suo passaggio lanciavano petali di rose o lasciavano volare dei palloncini. Anche a Pietrelcina, il paese natale di Padre Pio, la gente ha voluto ricordarlo. Antonio e Lucia Colella sono stati ospiti questa sera de La strada dei miracoli per raccontare del loro figlio Matteo, che ha avuto un miracolo da Padre Pio, che dopo quella intercessione è diventato San Pio. Matteo era stato colpito da una meningite fulminante ed era finito in sala di rianimazione. Non si sapeva neanche se sarebbe riuscito a superare quella notte e si leggeva la disperazione negli occhi dei medici. Sua madre decise allora di andare a pregare, dato che in ospedale era inutile la sua presenza e Matteo fu letteralmente salvato da Padre Pio. Il ragazzo, che è intervenuto in collegamento con lo studio, ricorda ancora di come il frate lo sollevò. Padre Marciano, un amico di Padre Pio, ha raccontato delle sue piaghe e di come fossero per lui motivo e fonte di sofferenza. Quelle che gli facevano più male, diceva lui, erano quelle ai piedi, perché gli davano fastidio nel camminare. Lui infatti non sollevava i piedi, ma li trascinava. Un giorno non si sentiva bene e lo portarono nella sua cella, ma lui chiese di essere portato fuori per andare a salvare le sue anime. Questo, ha sottolineato sempre Padre Marciano, è il comportamento del vero sacerdote. Egli soffriva perché si caricava dei peccati della gente. Abbiamo visto e ascoltato il video dell’ultima messa di Padre Pio. Si trattava di una messa solenne, raccontano i testimoni, e c’erano tutti i gruppi di preghiera presenti. Padre Luciano Lotti, studioso di Padre Pio, racconta che quel giorno la chiesa era strapiena e non vi sarebbe entrato neanche uno spillo. Padre Pio non aveva i guanti alle mani e si vedeva ancora il segno di una crosticina, che poi cadde al termine della messa. Lui restò sempre seduto, poi quando si alzò barcollò un po’ e allora fu portato in sacrestia sulla sedia a rotelle. Nella sua vita più volte si è avuto il fenomeno della flagellazione. Il suo confratello Padre Bernardo ebbe ad esempio in dono una delle camicie che il frate indossava quando fu flagellato. Con la sua sofferenza Padre Pio partecipava alla storia di Cristo in modo molto particolare. In studio tra gli ospiti c’era anche Don Davide Banzato, che ha detto di aver avuto un bel regalo questa settimana, essere stato nominato come missionario della misericordia. Così ha avuto modo di incontrare il Santo Padre insieme a tutti gli altri prescelti, in tutto 700 sacerdoti che hanno anche pregato di fronte a Padre Pio. Il messaggio che doveva arrivare era quello dell’abbraccio materno della Chiesa. Silvana Giacobini ha raccontato che suo zio che non credeva a nulla e non era portato per la Chiesa accompagnò un giorno la sua fidanzata a San Giovanni Rotondo perché voleva confessarsi con Padre Pio. All’improvviso sentì una voce che lo chiamava e capì che Padre Pio aveva qualcosa di diverso da tutti gli altri. Una delle cose che più ha fatto discutere è il fatto che il corpo di Padre Pio, come quello di tanti altri santi, sia stato trovato incorrotto, praticamente intatto, a ben 40 anni dalla sua morte. Sul palco del Festival di Sanremo i cantanti hanno indossato i nastrini colorati in favore delle Unioni Civili. Secondo Iva Zanicchi, ospite in studio, non è stato giusto utilizzare il Festival di Sanremo a questo scopo. La Zanicchi ha definito Carlo Conti come il migliore presentatore di tutti i tempi, ma in questo caso avrebbe dovuto controllare di più perché il luogo non era adatto a sostenere tali battaglie. Intanto in studio c’era anche Alessandro Cecchi Paone, che i nastrini li ha portati con sè. Ma cosa ne pensa la gente? Le persone intervistate si dividono. Una signora dice che i bambini devono avere un papà e una mamma. Il senatore Razzi dice che non è giusto portare avanti una propaganda di questo tipo all’interno del Festival di Sanremo, perché si tratta di una cosa inopportuna, in quanto è mancata la parconditio. Don Davide Banzato è stato invitato a commentare in merito al cosiddetto rischio del pensiero unico. Il problema, ha detto Don Davide, d’accordo anche con Paolo Brosio, è il concetto di famiglia.

Replica La strada dei miracoli, puntata 16 febbraio 2016: come vederla in video streaming – È possibile vedere o rivedere la puntata de La strada dei miracoli andata in onda il 16 febbraio 2016 su Rete 4 in video streaming sul web grazie al servizio offerto da Video Mediaset, cliccando qui.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori