PROFUMO – STORIA DI UN ASSASSINO/ Su Iris il film con Ben Whishaw. Trailer e diretta streaming

- La Redazione

Profumo – Storia di un assassino è il film che verrà proposto oggi, giovedì 18 febbraio 2016, sul piccolo schermo di Iris in prima serata: vediamo la trama della pellicola

Iris_Logo_2013_439
Il film in onda su Iris

Iris manderà in onda alle 21.00, dunque fra pochissimo, il film thriller “Profumo – Storia di un assassino”, con Dustin Hoffman, Ben Whishaw, Alan Rickman e Rachel Hurd-Wood. Vediamo ora cosa possiamo scoprire dal trailer del film che ci darà un’idea della trama: Profumo – Storia di un assassino (titolo originale Parfume – The Story of a murder) è diretto nell’anno 2006 dal regista Tom Tywer. Il trailer ci parla della storia di un creatore di essenze profumate particolarmente abile per via della grande capacità olfattiva di cui è dotato e che gli permette di conoscere alle perfezione come muoversi in questo campo. L’uomo diventa così celebrato che presto perde di vista i veri valori della vita, arrivando ad essere pronto a qualsiasi cosa pur di riuscire nel suo intento ed ossia creare l’essenza perfetta. Una storia drammatica ed intensa, che può essere seguita in tutte le proprie fasi anche in diretta streaming video con il servizio gratuito del portale Mediaset, nella pagina dedicata a Iris, cliccando qui. Ecco il trailer in lingua originale.

Nel romanzo Il profumo di Patrick Suskind, dal quale viene tratto il film Profumo – Storia di un assassino in onda stasera su Iris, le scie di vittime mietute da Jean-Baptiste Grenouille sono maggiori: il regista ha voluto basarsi maggiormente sulla casualità, ovvero sulla morte di chi abbandonava il protagonista invece che sulla sua follia omicida.

Profumo – Storia di un assassino è una pellicola del 2006 girata da Patrick Suskind, tratta dal racconto Il profumo scritto dalla stesso regista: il protagonista della pellicola è Ben Whishaw. Verrà trasmessa oggi, giovedì 18 febbraio 2016, sul piccolo schermo di Iris in prima serata. Vediamo la trama della pellicola. Jean-Baptiste Grenouille è un bambino che nasce da una giovane ragazza che di mestiere fa la pescivendola. Avendo già avuto quattro figli, i quali sono tutti morti durante il parto, vuole evitare di essere incinta e perdere il lavoro: per questo motivo, la ragazza, decide di partorire dietro il mercato del pesce e di abbandonare il feto, che viene definito come morto. Incredibilmente però, il piccino riesce a sopravvivere e sua madre, che viene accusata di infanticidio e impiccata. Il piccino viene quindi adottato da una proprietaria di un orfanotrofio: il piccolo Jean-Baptiste Grenouille si presenta con diversi problemi, visto che non parla fino al raggiungimento dei cinque anni di vita. Gli altri bambini però lo temono, visto che ha un modo di fare molto strano e sembra essere quasi privo di sentimenti.

Jean-Baptiste però è dotato di un dono particolare, ovvero è in grado di riconoscere ogni singolo odore che lo circonda. La direttrice dell’orfanotrofio tiene quindi con cura il piccino, ma non perché provi per lui un grande affetto: per la donna, ogni bambino che fa parte della sua casa rappresenta un grosso guadagno economico e per questo motivo cerca sempre di evitare che possa passare a miglior vita. Giunto all’età di tredici anni, Jean-Baptiste Grenouille viene venduto ad un commerciante, ma la strana mano del destino colpisce la direttrice dell’orfanotrofio: la donna viene uccisa da dei rapinatori, che le rubano il denaro che aveva ottenuto grazie alla vendita del piccolo. Il giovane Jean-Baptiste Grenouille viene sempre maltrattato al lavoro, finché un giorno non entra in una profumeria italiana, dove il proprietario italiano, rimane estasiato per la conoscenza del giovane dei profumi. Il commerciante decide quindi di vendere Jean-Baptiste Grenouille all’italiano e ancora una volta, la morte colpisce nuovamente chi abbandona l’orfano: il commerciante, che si ubriaca per la buona riuscita dell’affare, cade nel molo e sbattendo la testa perde la vita. Jean-Baptiste Grenouille continua a lavorare presso la profumeria e decide di creare tantissimi nuovi profumi: un giorno il ragazzo, che sente l’odore di una giovane, rimane estasiato e cerca di assaporare la fragranza, arrivando ad uccidere la sua vittima pur di poter sentire il buon profumo che essa emana.

Dopo diverso tempo, Jean-Baptiste Grenouille si ammala e chiede al suo datore di lavoro se esistono altri metodi per poter creare dei profumi incredibili: la soluzione gli viene comunicata e il giovane si reca a vivere in un piccolo villaggio, dove uccide dodici ragazze per creare il profumo perfetto. Egli, che viene accusato, decide di utilizzare la fragranza creata,facendo cadere in uno stato di adorazione tutta la popolazione del villaggio, che si spoglia e commette atti sessuali senza alcun timore. Il ragazzo, stanco di vivere in quel modo, decide di farla finita: spruzzandosi il profumo ottenuto col sangue delle dodici vittime, muore venendo adorato da un gruppo di persone povere, nelle stesso mercato dove era nato. Solo la boccetta col suddetto profumo rimarrà integra al termine della pellicola.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori