LA PROVA DEL CUOCO/ Ricette puntata 1 febbraio 2016: i Pici allo zafferano, la carne alla piastra e la parmigiana di pancarrè

- La Redazione

La prova del cuoco, le ricette e la preparazione relative alla puntata del 1 febbraio 2016: i Pici allo zafferano, la carne alla piastra e la parmigiana di pancarrè

la-prova-del-cuoco
La prova del cuoco: estrazione di Lotteria Italia

Oggi, martedì 2 febbraio 2016, il piccolo schermo di Rai 1 manderà in onda una nuova puntata de La prova del cuoco, puntuale dalle 12.00: alla guida troveremo ancora Antonella Clerici, insieme agli chef del programma. In attesa di scoprire che ricette presenteranno, diano uno sguardo dettagliato a quello andate in scena nell’appuntamento di ieri, 1 febbraio 2016. Gilberto Rossi inaugura la puntata del mese di febbraio coi suoi Pici allo zafferano: il cuoco, sempre sorridente, spiega che i pici altri non sono che una particolare tipologia di pasta che però deve essere preparata in maniera semplice senza stravolgimenti della classica ricetta. Essa si ottiene impastando la farina con l’acqua dove viene fatto sciogliere lo zafferano. Successivamente, bisognerà solamente ottenere degli spaghetti dalla dimensione maggiormente grossa rispetto quella classica, in maniera tale che i pici possano essere creati. Gilberto spiega pure che la cottura deve avvenire in maniera basilare, ovvero i pici devono essere cotti in una pentola d’acqua bollente con un pizzico di sale: il cuoco spiega che quest’ultimo ingrediente sarà selezionato in base al gusto di chi intende mangiare tale pietanza. Rossi mostra anche come deve avvenire la preparazione del condimento della pasta: Gilberto mette a soffriggere la cipolla col radicchio e con la salsiccia. Il cuoco aggiunge anche il pepe e spiega che, pure in questo caso, tale ingrediente deve essere posto in base ai propri gusti personali. La pasta, una volta bollita, deve essere saltata col condimento, ultimando la cottura, e versata nei piatti col parmigiano.

Hiro Shoda invece prepara la sua versione della carne alla piastra, con tanto di condimento di contorno. Il cuoco orientale del programma mostra un procedimento particolare: la costata, prima di essere cotta, deve essere prima salata e poi pepata. Shoda non si limita solo a mostrare e applicare tale procedimento, ma spiega che, in questo modo, la carne sarà maggiormente saporita, aggiungendo che basta un pizzico di questi due ingredienti per renderla appunto saporita. Il cuoco poi la cuoce su una piastra, la quale deve essere rovente: Shoda aggiunge che bastano pochissimi minuti per poter ottenere una carne cotta alla perfezione, mettendo in chiaro il fatto che, la costata, non deve essere troppo secca una volta che la cottura viene ultimata. Anche i funghi, che devono essere tagliati a metà, vengono cotti nella piastra: in questo caso, la cottura durerà pochi secondi, per evitare di bruciarli. Il cuoco spiega poi come preparare la salsa di condimento ponzu, semplicemente mescolando soia al succo di limone ed aggiungendo il tonno. Questa salsa deve riposare almeno tre giorni in frigo, in maniera che i sapori siano uniti con perfezione e nessuno di essi prevalga sull’altro. La salsa dovrà essere versata sulla carne una volta pronta.

Anche Anna Moroni mostra una ricetta per il primo febbraio, spiegando che questa è una ricetta di una invenzione, così come lo sono tante altre mostrate al programma. La parmigiana di pancarré inizia con la preparazione della besciamella in casa: la cuoca spiega che solo in questo modo è possibile assaporare una salsa ottima e realizzata con degli ingredienti freschi e salutari. Burro, farina e latte permettono di preparare la besciamella: la cuoca spiega che il latte deve essere versato a piccole dosi e che il composto deve essere abbastanza denso. La cuoca, dopo aver cotto i funghi, stende le fette di pancarré col mattarello e le adagia su una teglia imburrata e spolverata col pane grattugiato. Anna spiega che, per preparare la sua parmigiana, occorre mettere delle fette di pane, che devono essere premute sulla teglia e cosparse con la besciamella. Su questo strato si deve aggiungere anche prosciutto cotto e fette di provola nonché i funghi e coprire il tutto con un altro strato di pane. La cuoca Moroni spiega che bisogna procedere in questo modo fino a riempire tutta la teglia: l’ultimo strato deve essere formato dal pane cosparso di besciamella. Venti minuti in forno a duecento gradi e la ricetta sarà pronta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori