Oscar 2016 / News, chi sarà il miglior film d’animazione? ‘Inside out’ in pole, ma occhio a ‘Shaun vita da pecora’ (Oggi, 23 febbraio)

- La Redazione

Oscar 2016, news: la cerimonia in programma a Los Angeles domenica prossima 28 febbraio sarà trasmessa su Sky e anche in chiaro su Tv8 a partire dalle 22.50

Oscar_GiganteR400
Oscar 2016

Ormai manca davvero poco alla tanto attesa notte degli Oscar 2016 che vedrà tra gli altri protagonisti anche la sezione film d’animazione. I film in nomination sono i seguenti: ‘Anomalisa’ di Charlie Kaufman e Duke Johnson, ‘Il bambino che scoprì il mondo’ di Ale Abreu, ‘Inside Out’ di Pete Docter e Ronnie del Carmen, ‘Shaun, vita da pecora – il film’ di Mark Burton e Richard Starzak e ‘Quando c’era Marnie’ di Hiromasa Yonebayashi. Al momento in pole position c’è il nuovo capolavoro della Pixar insieme alla Walt Disney. La sensazione è che la fine proprio questo si aggiudicherà il tanto ambito premio, anche se c’è anche il solito outsider. Questo è il film che vede protagonista la pecora in plastilina, questi vinsero il premio già nel 2005 con ”Wallace & Gromit – La maledizione del coniglio mannaro”.

Lo sappiamo, è il vero tormentone di questi Premi Oscar 2016 che andranno in scena nella notte italiana tra domenica e lunedì prossimi: Leonardo DiCaprio lo vincerà i tanto atteso suo primo Oscar in carriera? Nell’attesa di capirlo, è candidato ovviamente come miglior Attore con “Revenant” ma non è affatto detto che quest’anno riesca a portarsi a casa ala statuetta; a incalzarlo potrebbe essere un clamoroso bis, ovvero quelle Eddy Redmanye che dopo il successo con “La teoria del tutto” ci riprova con un film controverso e discusso come “The Danish Girl” in cui interpreta l’artista danese Einar Wegener, divenuto poi Lili Elbe in seguito al primo caso conosciuto di riassegnazione sessuale, insomma il primo transgender della storia moderna. Una interpretazione, per chi ha già visto il film, che confermerebbe le straordinarie doti di questo attore emergente che potrebbe, riferiscono già voci, sfilare in extremis il titolo tanto atteso per il povero Leo.

Grande attesa per la serata di premiazione degli Academy Awards che si svolgerà domenica 28 febbraio 2016. In attesa di scoprire i vincitori di quest’anno, rivediamo chi vinse gli Oscar del 1996, vent’anni fa. La cerimonia che si svolse al Dorothy Chandler Pavilion (dal 2002 si tiene al Dolby Theatre) e fu presentata da Whoopi Goldberg. Tra le nomination spiccava quella di Massimo Troisi come Miglior attore protagonista per “Il postino”. Ma vediamo i vincitori. “Braveheart” vinse l’Oscar per il miglior film, la miglior regia, miglior fotografia, miglior trucco e miglior montaggio sonoro. Nicolas Cage vinse come Miglior attore per “Via da Las Vegas”, Susan Sarandon vinse l’Oscar per la migliore attrice per il suo ruolo in “Dead Man Waking”. Kevin Spacey vinse l’Oscar per il migliore attore non protagonista per la sua interpretazione di Keyser Söze nei “Soliti Sospetti”. Mira Sorvino vinse l’Oscar per la migliore attrice non protagonista per “La dea dell’amore” di Woody Allen. Il premio per la migliore sceneggiatura originale andò ai “Soliti Sospetti”, quello per la sceneggiatura non originale invece a “Ragione e sentimento”, film di Ang Lee tratto dall’omonimo romanzo di Jane Austen. L’Oscar alla carriera fu consegnato al grande attore americano Kirk Douglas,.

Si attende la grande vittoria, inutile dire, in questi Premi Oscar 2016 del grandissimo Leonardo DiCaprio che ogni anno presente come candidato, con film che hanno fatto la storia degli ultimi 20 anni, ne esce sempre allo stesso modo, ovvero con le tasche vuote. Ebbene, il povero Leo che quest’anno ci prova con il fantastico Revenant di Inarritu, non è mica il solo soletto attore o registra di grande successo ma “perdente” agli Oscar. Il supporting cast è di tutto rispetto: si parte da Johnny Depp e Tim Burton per rimanere attuali, ma anche una Marylin Monroe e un Stanley Kubrick sono incredibilmente senza premi. Hitchcock, Cahrlie Chaplin, Fellini solo con Oscar alla carriera, come Morricone (altro grandissimo che attende la statuetta d’orata con The Hateful Eight), e poi ancora con Clint Eastwood, Cary Grant, Ralph Fiennes, Greta Garbo e la lista dei perdenti di successo è ancora lunga. Certo, non tutti hanno o hanno avuto l’ironia di Franck Capra, mitico regista che dopo aver perso clamorosamente per 10 su 11 candidature ricevute nel 1939 per “Mr Smith va a Washington”, commentò epicamente: “Mai fare il tuo film migliore l’anno in cui esce… Via col vento”. Forza Leo, con l’autoironia si vince sempre.

Grande attesa per la serata di premiazione degli Oscar 2016, che si terrà domenica 28 febbraio. L’Italia punta tutto su Ennio Morricone candidato per la colonna sonora di The Hateful Eight, l’ultimo film di Quentin Tarantino. Per il suo lavoro il compositore italiano ha vinto il Golden Globe lo scorso mese. Sul rapporto di lavoro con Tarantino ha detto: “Mi ha lasciato libero di fare quello che volevo, di scrivere quello che volevo. E io ho scritto una musica che non si aspettava e gli è piaciuta tantissimo, e poi ha avuto l’idea di usare altro mio materiale per il film”. Per Morricone sarebbe il primo Oscar per una della sue colonne sonore, mentre nel 2007 ha vinto l’Oscar alla carriera che dedicò “a tutti gli artisti che meritavano questo premio e non lo hanno avuto. Io gli auguro di averlo in un prossimo vicino futuro“. In un’intervista a VivaVerdi il maestro Morricone ha rivelato le sue aspettative sul prestigioso premio degli Academy Awards: “Penso sia importante il riconoscimento in vita, questo sempre considerando che l’Oscar è una specie di gioco del lotto”.

Si avvicinano gli Oscar 2016 e cresce l’attesa per conoscere i vincitori delle ambite statuette: l’appuntamento in Italia è per la notte tra domenica prossima 28 febbraio e lunedì 29. La cerimonia di premiazione si svolgerà al Dolby Theatre di Los Angeles e sarà trasmessa non solo su Sky ma anche in chiaro su Tv8 (canale 8 del digitale terrestre) a partire dalle 22.50. A presentare gli 88esimi Academy Awards sarà quest’anno l’attore Chris Rock, che ha già condotto la cerimonia nel 2005. Le categorie in concorso degli Oscar 2016 sono 24: film, regia, attore, attrice, attore non protagonista, attrice non protagonista sceneggiatura originale, sceneggiatura non originale, film d’animazione, scenografia, fotografia, costumi, montaggio, sonoro, montaggio sonoro, effetti visivi, documentario, cortometraggio documentario, film in lingua straniera, trucco, canzone originale, colonna sonora, cortometraggio, cortometraggio d’animazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori